Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

COS’HO MANGIATO CHE MI BRUCIA LO STOMACO?

Le grigliate estive, le insalatone con cipolle e pomodori crudi, le bevande alcoliche e quelle contenenti caffeina sono tutti alimenti dannosi per lo stomaco in quanto stimolano una iperproduzione di succhi gastrici e causano una sensazione di bruciore.

Nelle “pance” più delicate inoltre, si assiste ad una risalita di sostanze acide verso l’esofago che provocano il reflusso. Oltre a gonfiore e pesantezza, i sintomi possono essere anche difficoltà respiratoria, asma, raucedine, mal di gola e catarro.

Cambia le abitudini a tavola: prediligi la carne magra, il pesce, i cereali integrali, la frutta e la verdura dal pH non troppo acido. Limita gli zuccheri e bevi tanta acqua.

Se si è trattato di un singolo episodio, non dovrebbe essere una cosa preoccupante; se invece i fastidi si fanno più frequenti, affronta il problema con la fitoterapia.

Prepara Tisane da bere anche fresche con i fiori di Altea, Calendula, Malva e Camomilla romana, oppure metti in acqua le gocce di EIS Stomaco in quanto Achillea, Zenzero e Trifoglio fibrino migliorano lo svuotamento gastrico ed attenuano il dolore.

Se soffri di intolleranze, assumi i fermenti lattici Axidophilus prima di colazione che ripopolano la microflora ed aumentano le difese, mentre Colo Plant Stagioni Calde contiene una miscela di erbe (Piantaggine, Rosolaccio e Lavanda) che sfiammano l’intestino e addolciscono le mucose.

IN VACANZA PROTEGGI IL CUORE

All inclusive è una formula che piace sempre di più agli italiani che vanno in vacanza. Ciò permette infatti di non dover pensare a nulla se non a rilassarsi.

Sicuramente, vedere tavolate imbandite con tantissime leccornie fa pensare di aver fatto la scelta giusta, ma occorre prestare attenzione quando si prepara il piatto e saper scegliere gli alimenti più salutari per l’organismo.

Costa molta fatica rinunciare a pietanze profumate ed invitanti ma se soffri di qualche patologia cardiaca, è meglio trattenersi e darsi una regolata!

  1. Limita gli zuccheri. Dolci e bevande zuccherine causano insulino-resistenza, ovvero il glucosio ha difficoltà ad entrare nelle cellule ed essere utilizzato; aumenta pertanto la glicemia ed il rischio di sviluppare diabete mellito ed obesità.
    Gli integratori che possono risultare utili per velocizzare lo smaltimento degli zuccheri in eccesso sono Melito in quanto Gelso bianco e D-Chiroinositolo regolano i livelli glucidici, oppure la TM di Galega da mettere in una bottiglietta d’acqua e bere durante la giornata.
  2. Limita il sale. Anche l’eccesso di sale danneggia cuore ed arterie; esso trattiene infatti acqua aumentando il volume dei fluidi nell’organismo e di conseguenza aumenta pure la pressione.
    Al buffet, scegli carne poco salata e speziata oppure il pesce, mangia tanta verdura e limita il vino.
    Per mantenere pulite le arterie assumi gli omega 3 di EPA & DHA Gold (attenzione però se stai già seguendo terapie farmacologiche) oppure Regolipid che, grazie all’estratto di Banaba e all’acido alfa-lipoico, mantiene sotto controllo anche la pressione.

 

COSE INTIME CHE SUCCEDONO IN ESTATE

Certi problemi che possono verificarsi occasionalmente durante l’anno, in estate si presentano con maggior frequenza.
Non imbarazzarti per questo e ricordati che la natura ha i rimedi per tutto.

La cistite è un’infezione alle vie urinarie provocata da un attacco microbico e si manifesta con fastidio e bruciore. Bisogna intervenire subito con CistActive Forte Concentrato Fluido da bere due volte al giorno in quanto Cranberry e D-Mannosio contrastano la proliferazione batterica.
Ad esso vanno associate le gemme del Vaccinium vitis-idaea (MG Mirtillo rosso) da assumere tutta estate per evitare le ricadute.
Cambia il detergente. Intimoshield ha una composizione molto delicata ed allo stesso tempo efficace: olio di Tamanu + oli essenziali di menta, lavanda e tea tree sanificano la zona uro-genitale donando freschezza a lungo.

Candida albicans è il nome del fungo che dà origine alla candidosi. Normalmente tale patogeno convive con altri microrganismi ma quando si abbassano le difese per colpa di stress o altri fattori scatenanti, ecco che trova terreno fertile e si riproduce causando irritazioni, perdite biancastre e pruriti.
Per arginare questi fastidi occorre assumere Yeastrol, compresse contenenti acido caprilico, Pau d’arco, biotina e selenio che rendono inospitale il terreno e neutralizzano il fungo.
Migliora il sistema immunitario con la TM Echinacea e tieni sotto controllo le situazioni stressanti con la TM Rodiola: versa 30-40 gocce di entrambe in un bicchiere d’acqua 2-3 volte al giorno e prosegui per qualche settimana.
Candinorm Ovuli è il rimedio concentrato ad uso locale in quanto contiene tea tre oil ed Aloe gel che riequilibrano la flora batterica vaginale e minimizzano i bruciori.

Il caldo può giocare brutti scherzi alla libido: o troppo o niente! L’estratto secco di Agnocasto spegne l’eccessiva euforia, mentre l’estratto idroalcolico di Damiana mette un po’ di brio.

IL SOLE MI DA’ ALLA TESTA

Possibile che quando vado in vacanza mi viene sempre il mal di testa? Sì, ma se riesci a risalire alla causa e lo previeni non sarà più un problema.

  1. Può essere stress da viaggio? I giorni che precedono la partenza sono frenetici: in ufficio vuoi che sia tutto sistemato, fai di corsa gli ultimi acquisti, devi organizzare la casa e preparare la valigia! Direi che una certa agitazione è normale che si manifesti.
    Stare calma e mettere tutto in fila è sicuramente utile per prevenire l’emicrania. Nutriregular Relax è un integratore che alleggerisce dalle tensioni e facilita il buonumore grazie agli estratti di Luppolo e Melissa.
  2. Può essere per l’altitudine? Se la tua meta è la montagna è facile che l’aria diversa possa scaturire dolore alle tempie: assumi le gocce PSC Ginkgo Biloba che porta maggiormente ossigeno al cervello (attenzione perchè può interferire con certi farmaci) ed abbinalo al magnesio (Magnesium 375) che contrasta i sintomi di affaticamento.
  3. Può essere che dormi male? La mancanza di riposo inluisce sul benessere psicofisico del giorno seguente. Notte Plus sono compresse contenenti Escolzia, Valeriana e Tiglio che favoriscono il sonn0 e la melatonina dà regolarità al ritmo sonno-veglia. Ottimo anche per il jet-lag.
  4. Può essere colpa di ciò che mangi? In vacanza è facile lasciarsi andare con cibi ai quali il nostro stomaco non è abituato. E poi le quantità: i buffet che invogliano a mettere nel piatto più di quello che ti serve sono dei nemici della digestione.
    Dopo i pasti principali mastica le compresse Enzitime in cui gli enzimi facilitano lo svuotamento gastrico e mantengono regolare l’intestino.

LEVA LA PELURIA PRIMA DELLA VACANZA

La sindrome dell’ovaio policistico interessa tante donne ed è causato da disordini ormonali.
Si manifesta con irregolarità mestruali, gonfiori, ritenzione idrica ed eccessiva produzione di peli sul viso e sul corpo.

Prima di trarre una conclusione sbagliata, è bene rivolgersi al medico per esami più approfonditi e poi cercare una soluzione naturale per risolvere il problema.

E’ risaputo che l’ovaio policistico è legato all’insulino-resistenza, ovvero all’incapacità dell’organismo di metabolizzare correttamente i carboidrati.
Correggi fin da ora le abitudini a tavola: limita il più possibile i carboidrati e tutti gli zuccheri, ma stai attenta anche a caramelle, chewing-gum ed integratori dolcificati.

Per abbassare più velocemente i glucidi nel sangue puoi deglutire prima del pasto principale una compressa di AxiCromo in quanto il cromo picolinato normalizza i valori.

A metà mattina e metà pomeriggio puoi preparare Tisane a base di Cannella corteccia, Gymnema foglie oppure Galega sommità, altrimenti ricorri ai benefici di EIS Zuccheri, un mix di tinture madri di Fieno greco e Momordica coadiuvate dall’olio essenziale di Vetiver dall’azione ipoglicemizzante.

Per regolarizzare gli ormoni invece è importante Lei, un integratore in gocce contenente le gemme di Lampone, Sanguinello, Tamerice e Mirtillo rosso  che aiutano la donna a contrastare i disagi legati al ciclo.

 

CANDIDA: COME FACCIO AD ANDARE AL MARE?

Veronica ha sostenuto l’ultimo esame universatario e sarebbe pronta per andare al mare con gli amici ma proprio oggi è venuta in erboristeria a dirci che purtroppo le è comparsa la candida e non sa come fare.

Un periodo di forte stress come può essere quello scolastico, nei soggetti più sensibili determina l’abbassamento delle difese immunitarie, facilitando l’aggressione di microrganismi dannosi per la nostra salute.
Candida albicans è il nome del fungo che ha colpito la mucosa vaginale di Veronica, si manifesta con pruriti, fastidi durante la minzione e perdite biancastre.

Nella maggior parte dei casi, tale indesiderato ospite è già presente nell’organismo e passa dall’apparato intestinale a quello genitale durante l’espulsione delle feci, oppure nell’atto di lavarsi o ancora utilizzando indumenti (asciugamani, slip,…) contaminati.

Abbiamo consigliato a Veronica l’integratore Yeastrol in cui l’acido caprilico in esso presente combatte la proliferazione fungina nel colon, l’estratto di aglio disinfetta, mentre L-glutamina e zinco riducono la permeabilità intestinale.

Occorre un buon depurativo drenante per facilitare l’espulsione dei malcapitati ospiti. E’ perfetta l’associazione delle TM di Gramigna e di Margheritina da bere durante la giornata.

Infine è necessario rinforzare le barriere: prima dei pasti principali sono utili i fermenti lattici Florase Urol arricchiti dall’azione immunostimolante dell’Echinacea.

I troppi pensieri che affollano la mente vanno allontanati con EIS Serenità, una tisana in gocce contenente Iperico, Avena e Rodiola che calma lo stress ed attiva la serotonina per mantenere alto l’umore.

Sostituisci il vecchio detergente con Intimoshield che aiuta a prevenire fastidi, irritazioni e odori sgradevoli, mentre localmente dà sollievo Intinorm, gel vaginale a base vegetale ad azione antisecchezza, idratante e lenitiva.

SPORT E GLICEMIA

Fare attività fisica fa bene alla salute perchè si bruciano calorie e si mantiene la linea. Chi soffre di glicemia alta dovrebbe muoversi con una certa regolarità in quanto i muscoli impiegati necessitano di energia e per fare questo aumenta il consumo di glucosio.
Lo zucchero immagazzinato nei depositi quindi viene eliminato e, di conseguenza, la glicemia scende.

Non bisogna ammazzarsi di fatica, basta solamente allenarsi regolarmente seguendo un programma ad hoc a seconda della propria corporatura e prestanza fisica, meglio se sotto la supervisione di un coach.

Per riuscire meglio nell’impresa, puoi utilizzare dei fitoterapici come le compresse di Kudzu utili nella sindrome metabolica, oppure quelle di Mirtillo Composto in cui Gymnema, Mirtillo, Galega e Lupino agiscono favorevolmente sul corretto metabolismo dei carboidrati.

Chi ama il rito della Tisana, può prepararne una a base di foglie di Moringa, Alchemilla e Centinodia sommità, corteccia di Cannella da bere anche fredda durante la giornata.

Quando è alta la glicemia ma anche colesterolo e trigliceridi, è indicato RegoLipid in quanto Curcuma, Banaba, Berberis ed acido-alfa-lipoico favoriscono la funzionalità dell’apparato cardio-vascolare.

 

ZERO STRESS PRIMA DEGLI ESAMI

La fine della scuola e l’avvicinarsi degli esami spostano il tuo organismo in modalità OFF in quanto vengono prodotte sostanze capaci di mettere in allarme come l’adrenalina che aumenta il battito cardiaco, provoca tensioni e fa stare parecchio in ansia.

In certi periodi lo stress è inevitabile ma non bisogna subire passivamente ed aspettare che finisca. Piuttosto, occorre affrontarlo senza che la salute, e quindi gli studi, ne risentano.

La Scutellaria è una buonissima pianta antistress. Preparane 2 o 3 tazze da sorseggiare calde durante gli studi: aiuterà a rilassarti, a calmare gli stati ansiogeni e favorirà l’apprendimento.

Il tuo corpo può lanciare segnali di SOS in vari modi. Nei momenti critici potresti alzarti già al mattino con il mal di testa perchè una mente che non ha riposato bene può soffrire già appena svegli.
Prima di coricarti, metti in un bicchiere d’acqua un cucchiaino di Belson Plant in cui rosolaccio, luppolo, tiglio e valeriana rilasseranno corpo e cervello.

Quando invece la tensione ti causa indolenzimento, AxiMagnesio è l’integratore che fa per te.
I diversi sali di magnesio infatti, abbinati alla vitamina B6, contribuiscono a rilassare le fibre muscolari e a dare più energia per studiare.

L’apparato digerente è molto sensibile ai disturbi emozionali causando meteorismo o acidità. Proteggi lo stomaco con le mucillagini dei fiori blu della Malva e l’Estratto Concentrato Analcolico di Zenzero che favorisce la digestione ed evita i bruciori di stomaco.

Memoria e concentrazione invece vengono garantite da Eleutero+, stick bevibili contenenti eleuterococco, codonopsis, olivello spinoso e tulsi, tutte piante adattogene in grado di gestire al meglio le capacità individuali e lo stress.

QUANDO IL COLON SI ARRABBIA

La sindrome da colon irritabile è un’infiammazione che si manifesta con dolori addominali, irregolarità intestinali come stitichezza o diarrea e flatulenza.
Ne soffrono maggiormente le donne nelle quali poi vengono evidenziati altri disturbi quali stanchezza, mancanza di concentrazione e cefalea.

Prima di intraprendere qualsiasi terapia, occorre capirne la causa ed agire di conseguenza.

  • Quando la colite è associata a disordini alimentari, ovvero cibi ricchi di glutine, latticini o troppi zuccheri, bisogna modificare le abitudini a tavola. Sostituisci il pane comune con le Tostatine Leggere composte dalle farine di riso e quinoa, dolcifica con la polvere di Stevia e come snack mastica 1-2 tocchetti di Cioccolato Fondente.
    Assumi inoltre la TM di Agrimonia per spegnere l’infiammazione abbinata a quella di Peonia per ripristinare il normale equilibrio.
  • Se la causa è legata all’uso di antibiotici, è necessario depurare il colon con Natur Moor composto da erbe palustri “pulitrici” e  ripopolare la microflora con i fermenti lattici Florase Intest coadiuvati dall’estratto di finocchio.
  • C’entra la primavera? Colo Plant Stagioni Calde è una tisana già pronta a base di piantaggine, camomilla, rosolaccio e malva capace di calmare l’intestino infiammato da “calore” e minimizzare i fastidi.
  • Dopo un periodo di forte stress è facile avere dei disordini intestinali. La TM di Nepeta con i probiotici PegaStress fanno ripartire l’organismo nella maniera giusta, garantendo leggerezza e regolarità.

CI MANCAVA PURE IL MAL DI TESTA!

Alcuni studi hanno accertato che in primavera si possono acutizzare episodi di emicrania in soggetti sensibili ai cambi climatici.
Gli sbalzi termici, l’alternanza di sole e pioggia, i pollini e la mancanza di energia influiscono sul nostro benessere psicofisico, determinando tensioni localizzate a volte dolorosissime.

Le sommità del Partenio sono, tra i rimedi naturali, quelle più efficaci per contrastare il mal di testa: puoi utilizzarle in semplice infusione oppure mescolarle ai fiori di Camomilla romana, di Elicriso e di Lavanda creando una gradevole Tisana da sorseggiare ai primi segnali.

Se sei pigro e non hai voglia o pazienza di metterti ai fornelli, EIS Testa è il fitoterapico giusto per te. Si tratta di una miscela di estratti di Partenio, Peonia, Zenzero e Prunella abbinata agli oli essenziali di Menta e Maggiorana; entra in circolo velocemente e dona un rapido sollievo.

Quando l’emicrania interessa i bambini, puoi fare l’associazione Oligolito Magnesium che attenua le tensioni muscolari e PSC Salix alba, estratto concentrato di cellule staminali vegetali da tessuti embrionali dall’azione analgesica.

E se sei in viaggio? Metti qualche goccia di Lavanda nel tascabile Stick per Oli Essenziali Nasoterapia ed avvicina l’inalatore al naso per respirare profondamente e godere del benessere dell’aromaterapia in qualsiasi momento della giornata.

AIUTIAMO IL CUORE A TAVOLA

Smettere di fumare e fare più attività fisica non sono sufficienti per far stare in salute il cuore. Bisogna prestare maggiore attenzione a quello che si mangia e non sottovalutare l’aiuto delle erbe.

La dieta mediterranea è riconosciuta a livello internazionale come la migliore. Rivolgiti ad un bravo nutrizionista che sappia darti i giusti consigli per il tuo benessere e che prepari un diario alimentare da seguire quotidianamente.

Tieni comunque presente che:

  1. E’ bene ridurre glutine e latticini, eliminare l’alcol, rinunciare agli zuccheri raffinati ed ai fritti. Prediligi invece i vegetali, il pesce ed i cereali integrali, compresa la Quinoa.
    Sostituisci il pane con le Gallette di Riso Integrale o con il Pan Dextrin, non usare dolcificanti sintetici ma opta per la Stevia in polvere e se ti prende la voglia di dolce, mastica qualche tocchetto di Cioccolato Fondente senza zucchero.
  2. Bevi Tisane detox per mantenere pulito l’organismo sfruttando i benefici delle foglie di Boldo, della radice di Curcuma e dei semi di Finocchio.
  3. Occhio allo stress! Troppa agitazione può far sballare i battiti. La Tintura Madre di Cardiaca contrasta le aritmie, mentre le compresse Prexosan a base di Olivo, Eucommia e Biancospino regolano la pressione arteriosa.
  4. Coloro che hanno la tendenza ad avere alti i valori di colesterolo e glicemia, troveranno beneficio con l’ausilio di RegoLipid in quanto Berberis, Cromo e Banaba agiscono favorevolmente contro la sindrome metabolica.
  5. Elimina sigarette e alcol. Enanda può aiutarti nell’impresa perchè i fitocannabinoidi (non estratti dalla Cannabis ma da Echinacea, Elicriso e Magnolia) sono utili per azzerare le dipendenze.

IN VIAGGIO SENZA NAUSEA

Il mal di mare ed il mal d’auto per tante persone possono essere dei fattori determinanti nella scelta della meta delle vacanze. Gli stessi sintomi si avvertono anche durante spostamenti in treno ed aereo!

Si comincia con con un lieve senso di disgusto accompagnato da sudore freddo; poi subentrano sonnolenza, spossatezza fino ad arrivare al vomito.
Questo succede perchè i nostri occhi percepiscono il movimento, ma il nostro corpo resta immobile.

Uno studio del British Medical Journal attesta che i malesseri di cui vanno soggetti tanti viaggiatori, hanno cause ancora poco chiare, ma pare che ci sia un qualche elemento di disturbo tra le informazioni che arrivano agli occhi e quelle che giungono all’orecchio interno.
Il nostro sguardo percepisce il movimento mentre il labirinto, che è la sede dell’equlibrio nella parte interna dell’orecchio, manda segnali al cervello che siamo fermi.

Questa divergenza invia messaggi nervosi alterati anche allo stomaco, facendo dilatare e comprimere le pareti dello stomaco, con conseguente nausea, pesantezza e malessere generale.

La fitoterapia tradizionale consiglia di assumere qualche oretta prima del viaggio e subito prima della partenza latintura madre di zenzero, in quanto questa pianta ha la capacità di addolcire le mucosa gastrica e renderci meno sensibili ai movimenti del mezzo di trasporto.

Durante il viaggio Fitopilor è il rimedio d’emergenza ideale per grandi e piccini; è uno spray da nebulizzare in bocca senza l’ausilio dell’acqua, dall’effetto praticamente immediato perchè il fico, la camomilla, l’achillea ed altre piante, in sinergia con l’oligoelelmento rame, contrastano l’insorgenza delle nausee.

Consigli pratici durante il viaggio:

  • In auto, stare seduti sul sedile anteriore può aiutare a sentir meno le sollecitazioni laterali. Evitate di leggere e di voltarvi continuamente indietro, ma è meglio tenere lo sguardo fisso in avanti.
  • In traghetto o in barca è consigliabile stare sdraiati e non lasciatevi distrarre dalle immagini.
  • Spegnete telefonini, tablet,… e non leggete; meglio ascoltare musica ad ochi chiusi.
  • In crociera scegliete le cabine a poppa e quelle nella zona corrispondente al baricentro perchè più stabili. Meglio comunque, soggiornare il meno possibile in cabina, ma piuttosto privilegiare le poltrone o il ponte dove la migliore ossigenazione può aiutare a sentir meno i disturbi.
  • In aereo, richiedete il posto vicino al finestrino perchè l’attenzione possa esser diretta verso l’esterno, o in prossimità delle ali dove invece si avvertono meno oscillazioni e sobbalzi.
  • Non bere alcoloci o bevande contenenti caffeina perchè tendono a stimolare le secrezioni gastriche.
  • Mangiare prima della partenza cibi secchi come crackers, fette biscottate o grissini in quanto assorbono l’eccesso di saliva in bocca e di acido nello stomaco.
  • Abolite caramelle e chewing gum perchè stimolano il reflusso e, fermentando, aumentano il senso di gonfiore.