PegaStress, Pegaso

20.00

  • Descrizione

    È un integratore alimentare dalla formulazione esclusiva che contiene una innovativa associazione di fermenti lattici che agiscono sul riequilibrio della flora batterica e vitamina B5 che contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento psici-fisico.

     

    Quando può servire

     

    L’abbinamento di due particolari ceppi di fermenti lattici (Lactobacillus helveticus + Bifidobacterium longum) in associazione alla vitamina B5 (conosciuta anche come vitamina antistress) ha mostrato un effetto positivo sull’interazione cervello-intestino, con sensibili benefici agli stati fisici ed emotivi.

     

    Può risultare utile per:

     

    L’intestino è un laboratorio di emozioni: soffre, gioisce, regola stress ansia e tensione. È intelligente tanto da essere definito “secondo cervello”.

     

    • Tensioni e dolori addominali, nausea e vomito possono essere espressioni fisiche dello stress.
    • Stati ansiosi (lavorativi, relazionali, scolastici e sportivi), disturbi dell’umore, e irritabilità, invece, sono espressioni di tipo psicologico.

    Nella pratica bustina orosolubile dal sapore gradevole: con edulcorante naturale xylitolo.
    Non contiene glutine né lattosio. Senza zuccheri aggiunti.
    Adatto anche a celiaci, vegetariani, donne in gravidanza e bambini-ragazzi in età scolare.

    Modo d’uso
    1 bustina al giorno da sciogliere direttamente in bocca per almeno 3-4 settimane. Non superare la dose consigliata.

    L’innovativa associazione di ceppi utilizzata in PegaStress ha vinto il 1° premio come formula innovativa (Fiera Health ingredients – Francoforte 2012).
    Lo stress può alterare la funzionalità gastro-intestinale e la composizione della flora batterica presente nell’intestino. Questa alterazione provoca reazioni infiammatorie locali che possono modificare la funzionalità gastro-intestinale.
    Studi recenti evidenziano che la microflora può influenzare la biochimica cerebrale e incidere sul sistema nervoso enterico.
    Il cervello e l’intestino infatti sono collegati e in connessione tra loro tramite meccanismi ormonali e nervosi.
    Ecco perché l’intestino viene definito il “secondo cervello”.

    Confezione da 18 bustine orosolubili.