tisana personalizzata Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

DETOX MOOD

Sebbene non sia ancora finita l’estate, devi mettere in atto le strategie detox per purificare l’organismo dopo gli stravizi delle vacanze.

Se ti sei lasciata spesso coinvolgere negli aperitivi alcolici occorre concentrarti sul fegato: sicuramente è lui che in questo momento soffre di più! Devi pertanto sfruttare i principi attivi amaro-tonici che la natura mette a disposizione.

La Tisana del momento la preparerei così:

Trattandosi di droghe coriacee, va preparata come decotto cioè metti un cucchiaio di questa miscela in una tazza d’acqua fredda, portata ad ebollizione per almeno 5 minuti e poi lasciata intiepidire a fuoco spento per una decina di minuti. In questo modo vengono estratte le sostanze attive benefiche per il fegato.
Il sapore è amarognolo e se proprio la tisana non va giù, meglio optare per dei preparati in compresse come Micoxan Detox in cui sono presenti i funghi epatoprotettori polyporus e pleurotus abbinati alla vitamina C che li rende maggiormente biodisponibili.

Se in vacanza hai avuto qualche problemino di salute ed hai fatto cure farmacologiche, devi depurare l’intestino perchè è l’organo che viene messo più in sofferenza.
Florase Colon Help è un integratore che contiene lattobacilli che promuovono la funzionalità e la chlorella, un’alga “spazzina” capace di rimuovere le scorie accumulate.
Molto attuale inoltre è la polvere di Zeolite, un minerale di origine vulcanica, derivante da trasformazioni molto lunghe della lava.
Essa possiede una struttura cristallina regolare e microporosa con una quantità molto importante di volumi vuoti interni. Questa microporosità sta alla base della capacità di “intrappolare” grandi quantità di metalli pesanti e di tossine al suo interno.

Fotografia di La Loge Beauté

CONOSCI I CARBOIDRATI?

I carboidrati o glucidi di cui tanto si parla nelle diete, rappresentano la fonte principale della nostra energia. Essi si dividono in :

  • monosaccaridi ovvero gli zuccheri più semplici come il glucosio ed il fruttosio;
  • disaccaridi, composti da due molecole di monosaccaridi e tra questi troviamo il saccarosio, il lattosio ed il maltosio;
  • polisaccaridi, detti anche zuccheri complessi in quanto formati da più monosaccaridi. A questa categoria appartengono il glicogeno, l’amido e la cellulosa.

I primi due sono i più temuti dai nutrizionisti in quanto, essendo molecole più piccole di dimensioni, vengono assorbiti direttamente dall’intestino causando rapidamente un aumento del tenore glucidico nel sangue.

I polisaccaridi invece devono subire una precedente scissione da parte di enzimi specifici e questo lavoro, che richiede tempo, fa sì che vengano assorbiti gradualmente senza alterare troppo l’indice glicemico.

Ma cos’è l’indice glicemico? Dopo aver fatto un pasto (o anche solo uno spuntino) con alimenti contenenti zucchero, aumenta il livello della glicemia per poi ridiscendere: con più velocemente sale, altrettanto rapidamente cala.

Per smaltire gli zuccheri, il pancreas secerne l’insulina, ma quando ne ingeriamo troppi, l’escrezione avviene repentinamente, determinando uno squilibrio del normale livello glucidico con conseguente nervosismo, mal di testa, nausea e stanchezza.
Ecco allora che la persona sente la necessità nuovamente di mangiare carboidrati per compensare tali malesseri, dando origine ad una dipendenza verso certe categorie di alimenti.

Queste alterazioni dell’indice glicemico causano uno stress fisico tant’è che la produzione d’insulina pian piano diminuisce ed aumenta il rischio del diabete e dell’obesità.

Per prima cosa, occorre variare l’alimentazione riducendo i carboidrati raffinati e prediligendo invece quelli a basso indice glicemico come i cereali integrali, la frutta (secca e fresca) e la verdura.

La natura inoltre mette a disposizione diverse piante che contrastano l’aumento della glicemia: si possono preparare quindi Tisane a base di corteccia di Cannella, foglie di Gelso e di Gymnema, frutti di Charantea.

Il cromo è un minerale che contribuisce al mantenimento di livelli normali di glucosio nel sangue e al normale metabolismo dei glucidi, pertanto chi è abituato a mangiare quotidianamente carboidrati troverà giovamento con il Picolinato di Cromo da assumere dopo un pasto.

Ottimi risultati si ottengono anche con la micoterapia: i funghi Coprinus, Maitake e Shiitake dell’integratore Micoxan Metabolic regolano il metabolismo degli zuccheri ed hanno azione benefica nei confronti di sindrome metabolica, sovrappeso ed obesità.

Fotografia di Donna Fanpage.

IN GAMBISSIMA

Tutte le donne sognano gambe lunghe ed affusolate e se sul primo desiderio c’è poco da fare, il secondo invece è possibile esaudirlo.

Il caldo causa la dilatazione dei capillari con conseguente rallentamento del circolo ematico, pesantezza e gonfiore.
Per prima cosa, bisogna eliminare dalla tavola il sale prediligendo piatti semplici ricchi di verdure di stagione e fare del movimento.

In fitoterapia troviamo tantissimi principi attivi efficaci per sostenere gli arti inferiori: gli antociani della Tintura Madre di Mirtillo rinforzano i vasi capillari, mentre i derivati triterpenici della centella di Kymaven sono in grado di ridurre le alterazioni venose.
Nel Bevibile Natural Benex, la bromelina dell’ananas ha attività antiedematosa ed in associazione alla sinensetina dell’ortosiphon stimolano il drenaggio e riducono i ristagni.

Quando arrivi a sera con la sensazione di pesantezza alle gambe sono utili i flavonoidi del ginkgo biloba che migliorano il microcircolo (ma non vanno bene per coloro che assumono farmaci anticoagulanti) e le cumarine del meliloto.
Potresti quindi prepararti una Tisana così composta:

Per contrastare i disagi delle alte temperature sono ottimi i preparati cosmetici a base di mentolo come il Gel Freddo Natural Benex al cui interno è presente anche l’aloe ad attività antinfiammatoria e l’ippocastano che protegge i capillari.

Se ti piacciono i pediluvi, aggiungi al Sale del Mar Morto poche gocce di Olio Essenziale di Basilico e di Cipresso per il microcircolo assieme all’Olio Essenziale di Menta Piperita ad effetto rinfrescante ed otterrai immediato ristoro.

Fotografia di Nameless fashion blog

TRUCCHETTI SPEZZA-FAME

Mancano poche settimane alle ferie e come tutti gli anni l’ansia della prova costume puntualmente si presenta.
L’importante è non allargare il girovita e se poi riesci a buttar giù qualche chilo è anche meglio, no?!?

Per tenere a bada l’appetito durante la giornata devi:

  • Limitare il consumo di carboidrati. Inizia sempre il pasto con verdura fresca di stagione possibilmente poco condita così da rallentare l’assorbimento della frazione glucidica.
    Per un maggior sostegno metabolico, prima dei pasti principali, sciogli in un bicchiere d’acqua 1 cucchiaio di Thermofat Sinetrol in quanto l’acido clorogenico del caffè verde e la sinefrina stimolano il metabolismo in maniera delicata ma efficace.
  • Non lasciarti tentare dagli zuccheri. Rinuncia alle brioche della colazione, non sgranocchiare snack, caramelle e dolciumi in generale e quando ti assale il languorino abituati a masticare della frutta secca come le bacche di Goji ad azione antiossidante, i proteici semi di Canapa oppure quella oleosa come i semi di Girasole e Zucca ricchi di fibre e benefici per il cuore.
  • Contrasta la fame nervosa. Lo stress del lavoro, gli impegni familiari, la preoccupazione per tutto quello che stai vivendo ti fanno mangiare più del necessario. Non abbuffarti ma controlla l’appetito diluendo in una bottiglia d’acqua 3 cucchiai di OB-X, bevanda contenente estratti di fico d’India e melissa capace di favorire il rilassamento emozionale; bevine qualche sorso durante la giornata soprattutto in prossimità dei pasti principali.
  • Non mangiare davanti alla tv. Sei una che alla sera si lascia tentare mentre ti rilassi davanti alla televisione? Abitudine sbagliatissima!
    Sorseggia una Tisana composta da foglie di Gelso, frutti di Momordica e foglie di Moringa , erbe utili per combattere la voglia degli zuccheri oppure mangia un gambo di sedano o del finocchio crudi (non le carote perchè hanno una percentuale maggiore di glucidi) che stimolano pure il drenaggio ed hanno effetto sgonfiante.

BUONGIORNO PER TUTTO IL GIORNO

Vivere sereni ed in salute è quello che tutti ci auguriamo. Peccato che siamo sempre di corsa e dobbiamo dividerci tra lavoro, casa, impegni familiari e quel poco di tempo libero che resta non lo utilizziamo nel modo corretto.
E’ così che entriamo in una fase di stress psicofisico ed il nostro organismo va in tilt!

Prenderci una qualche pausa ed assecondare le nostre esigenze vitali diventa fondamentale per evitare malesseri durante la giornata e cattivo riposo alla sera.
La fitoterpia, una sana alimentazione ed un po’ di attività fisica aiuteranno sicuramente a mantenerci felici ed in salute.

Mai saltare la colazione, ma non abbuffarti di zuccheri raffinati. Una buona tazza di Tè Verde Sencha antiossidante e ricca di vitamina C accompagnata da frutta ed una giusta dose proteica dona subito energia senza appesantire lo stomaco.

Anche l’intestino deve funzionare correttamente: aiutalo con Beneflor i cui probiotici gastroresistenti mantengono in equilibrio la microflora ed evitano crampi e gonfiori.

Mantenere alta la concentrazione al lavoro non è sempre facile. Il fungo Reishi in estratto secco è un ottimo adattogeno e se sei spesso stanca puoi affiancargli un cucchiaino di Gelevital, integratore a base di miele, polline e pappa reale ricchi di vitamine e minerali.

Lo spuntino spezzafame dev’essere leggero. Metti nel lunch box della frutta di stagione ed al posto delle bevande zuccherate, prepara una tisana a freddo Twice.
Grazie ad un particolare brevetto infatti, basta lasciare in infusione in acqua fresca per 7 minuti circa un filtroscrigno del sapore che preferisci. Non contengono edulcoranti ed hanno zero calorie.

A pranzo concediti una bella insalatona mista oppure scegli piatti a base di cereali integrali e come snack pomeridiano, tieni a portata di mano un po’ di frutta secca.

Prima di cena, diluisci in un bicchiere d’acqua 40-50 gocce di Macerato di Pianta Fresca di Carciofo che favorisce i processi digestivi ed è un toccasana per il fegato.

Come pasto serale, metti in tavola carni bianche o pesce accompagnati sempre da vegetali freschi e prima di coricarti, una buona Tisana rilassante aiuterà a dormire meglio.
La composizione è la seguente:

Puoi impreziosirla ulteriormente aggiungendo un cucchiaino di Carbonato di Magnesio in polvere per distendere maggiormente i muscoli e sciogliere le tensioni accumulate.

GONFIA COME UN PALLONE

Ti senti  la pancia gonfia come un pallone anche se hai mangiato un’insalatina? Hai pesantezza e dolori addominali? Per fortuna non è niente di grave ma questi fastidi possono compromettere la normale attività quotidiana e la fitoterapia ti aiuterà a stare meglio.

Se capita occasionalmente puoi ricorrere ad un integratore d’emergenza come EnziTime, compresse masticabili le cui maltodestrine fermentate forniscono naturalmente enzimi utili per la digestione.

Le Tisane sgonfianti dopo pasto sono sempre molto apprezzate e con questo caldo le puoi bere anche fredde.
Tra le mie preferite ad esempio c’è questa:

Un bravo erborista però deve risalire alla causa di tale disagio e trovare la soluzione.
La consulenza personalizzata che propongo prevede queste domande: da quanto tempo noti il gonfiore? Cosa mangi? Lo noti anche a stomaco vuoto? Come va l’intestino? Come riposi?
In base alle risposte, ci saranno soluzioni mirate.

Soffri di pancia gonfia da tanto tempo? Può essere causato da uno stress, un problema psico-emotivo, un cambiamento dello stile di vita a cui ancora non ti sei adattata.
Florase Ansia contiene fermenti lattici che migliorano la digestione abbinati all’estratto secco di griffonia dall’effetto adattogeno in quanto agisce positivamente sulla mente e solleva dai pensieri ricorrenti.
Assunto prima di coricarti migliora decisamente la qualità del sonno.
Per rallentare i ritmi e rilassare la muscolatura addominale sono importanti le TM Lavanda e Melissa, gocce da versare in acqua e bere durante la giornata.

Il gonfiore molte volte è causato da una disbiosi intestinale con forte produzione di gas, infiammazione dei tessuti, malassorbimento dovuto ad intolleranze e scorretta dieta alimentare, ed infine dalla modificazione del transito.

L’alterazione del microbiota fa sì che ci sia una proliferazione di patogeni e di conseguenza si manifesta la disbiosi intestinale.
Anzitutto occorre ridurre i FODMAP cioè gli alimenti contenenti zuccheri, lattosio e glutine. Rivolgiti quindi ad un nutrizionista per avere un parere più specifico.

Il protocollo prevede prima la pulizia dell’intestino con Enterelle Plus i cui ceppi di probiotici svolgono attività antibatterica, antifungina ed antiparassitaria; il trattamento andrebbe fatto per circa 1 mese.
In seguito, occorre ricolonizzare tale organo con Adomelle in quanto i lattobacilli ed i bifidobatteri hanno azione purificante, antinfiammatoria ed immunomodulante.

 

 

 

 

 

AIUTIAMO I DIVERTICOLI

L’intestino è il nostro secondo cervello e quando sta bene, ne giova tutto l’organismo.
Disordini alimentari e disbiosi sono le cause principali di infiammazione e mal funzionamento ed è così che i diverticoli si “arrabbiano”.

Ma cosa sono i diverticoli? Si tratta di sacche che si formano lungo le pareti intestinali e quando si riempiono di residui di cibo, scatenano doloretti ed irregolarità.

Per prima cosa bisogna correggere la dieta alimentare: attenzione a non eccedere con le fibre, i farinacei ed i latticini. Un bravo nutrizionista saprà consigliarti più nello specifico.

La fitoterapia prevede una profonda pulizia intestinale che vada ad eliminare ciò che non serve, piante antinfiammatorie che tolgono i fastidi ed un’efficace reimpiantologia del microbioma per favorire la ripresa.

Unico Intestino è una bevanda mirata a base di gel di aloe, inulina e glutammina da assumere a stomaco vuoto prima di un pasto per promuovere la depurazione e migliorare l’equilibrio della microflora.

Chi soffre di stitichezza non può ingerire sostanze irritanti perchè peggiorerebbe la situazione.
Meglio una Tisana blandamente lassativa a base di piante ricche di mucillagini come i fiori di Malva, le foglie di Piantaggine e le radici di Altea.

Gli anziani che per anni hanno abusato di purganti manifestano spesso infiammazioni intestinali e tanti farmaci purtroppo non aiutano!
La gemmoterapia è efficace e priva di effetti secondari, per cui può essere consigliata a tutte le età.
In questo caso il Noce MG è ideale come purificante, mentre la Magnolia MG viene associata come antinfiammatorio.

Importantissima è la ricolonizzazione dell’intestino coi batteri buoni. Il microbiota infatti svolge funzioni basilari per la salute dell’uomo e quando ne viene compromessa l’attività (disbiosi), tutto l’organismo ne risente.
Si comincia il percorso con Enterelle Plus, integratore a base di fermenti lattici capaci di selezionare i batteri buoni a scapito dei patogeni: va assunto al mattino dopo colazione.
Dopo cena invece è la volta di Ramnoselle i cui lattobacilli ripristinano il giusto equilibrio intestinale e promuovono la naturale vitalità.

 

 

FRUTTA = BELLEZZA

Tutto ciò che serve al nostro corpo per stare bene ce lo fornisce la natura. La frutta è ricca di importantissimi sali minerali, vitamine ed antiossidanti indispensabili per la salute.
Il bello è che ora tanti cosmetici green condividono con la fitoterapia i principi attivi di derivazione vegetale ed i risultati sono strabilianti!

Gli antociani contenuti nelle bacche del Vaccinium myrtillus svolgono effetti protettivi nei confronti della vista e del microcircolo.
La Tintura Madre di Mirtillo pertanto è indispensabile per la salute degli occhi.
Le bacche del mirtillo le trovi nel Collirio Nutrilen, fiale monodose da utilizzare in caso di secchezza oculare e per la stanchezza visiva, ed anche nel contorno occhi Eye Cream Ice Technology utile per azzerare le occhiaie ed eliminare il problema delle antiestetiche borse.

I frutti del melograno (Punica granatum) sono favolosi antiossidanti grazie alla presenza dell’acido ellagico.
L’estratto secco di Melograno assunto per via orale contrasta il danno ossidativo e rallenta l’invecchiamento cutaneo, ma è presente anche nella Crema Supernutriente Corpo Tierras de Andalucia la cui forte carica idratante e rigenerante rende la pelle meravigliosamente luminosa e vitale.

Le Tisane a base di Ananas (Ananas comosus) in questa stagione sono molto consigliate: evitate quelle solubili e quelle dolcificate perchè sono solamente gradevoli da bere ma inefficaci come drenanti.
Meglio un fai-da-te quotidiano dalla resa sicuramente superiore e che può essere impreziosito dalle foglie di Menta verde, dalle radici dello Zenzero o dai semi di Finocchio.
L’ananas contrasta la ritenzione idrica anche a livello topico ed infatti è tra i componenti della crema Iodase Slim Gambe, un trattamento cosmetico rimodellante capace di ridurre gli inestetismi da adiposità localizzate.

 

RISOLVI LA CISTITE NATURALMENTE

La cistite è un’infiammazione delle vie urinarie causata da batteri che proliferano nella vescica.
Si manifesta con bruciore quando si fa la pipì, aumento della frequenza della minzione e dolori localizzati.
Non ti devi vergognare se ne soffri perchè in questo periodo sei in buona compagnia!

Il cambio di stagione, lo stress, un’alimentazione scorretta e l’uso di certi farmaci può provocare un aumento dei germi patogeni, ma se agisci tempestivamente puoi risolvere i disagi con la fitoterapia.

La prima cosa da fare è variare la dieta: presta molta attenzione a ciò che metti in tavola.
Elimina il più possibile gli zuccheri da cibi e bevande, riduci il consumo di frutta ed aumenta invece quello della verdura.

Prima di colazione e prima di cena, assumi 2 capsule di Florase Urol in cui è presente il D-Mannosio che va ad eradicare meglio gli ospiti indesiderati, l’uva ursina che disinfetta le vie urinarie, l’echinacea stimola le naturali difese ed i fermenti lattici favoriscono la ripopolazione della microflora.

L’Estratto di Semi di Pompelmo è un potente disinfettante; è in grado infatti di azzerare la carica microbica selezionando quella dannosa e rispettando quella utile.
Ne bastano 15-20 gocce due o tre volte al giorno e calando progressivamente il dosaggio man mano che si avverte il miglioramento.

Molto utili sono le tisane. L’acqua arricchita con i principi attivi delle erbe aiuta maggiormente ad allontanare i patogeni, favorendo il benessere urogenitale.
Una miscela ad hoc è questa:

Si prepara con una decozione cioè occorre far bollire le piante per qualche minuto e poi lasciarle a riposo per una decina di minuti ancora.
Ovviamente non va zuccherata e nemmeno dolcificata perchè verrebbero annullate le proprietà benefiche delle erbe.
Con più ne bevi, meglio è! Mettila allora in una pratica travel Mug Thermos per poterla gustare calda al lavoro o dove vuoi.

NELLA MORSA DELLO SMOG

Nella Pianura Padana ultimamente, si stanno verificando tantissimi ricoveri per problemi respiratori causati dall’inquinamento atmosferico.
La mancanza di piogge e la cappa di umidità mescolata alla nebbia fanno sì che le persone maggiormente sensibili manifestino difficoltà polmonari.

Che fare?
Quando ci si muove all’aria aperta, sarebbe opportuno indossare le scomode e poco estetiche mascherine di tessuto che proteggono bocca e naso dall’ingresso delle polveri sottili.

A livello fitoterapico però possiamo potenziare le vie aeree bevendo tutti i giorni 2 o 3 tazze di Tisane a base di fiori di Elicriso, radici di Enula e foglie di Verbasco

Una formulazione già pronta è EIS Respirazione in cui sono presenti gli estratti di Marrubio, Erisimo, Grindelia e Andrographis che, in sinergia con l’olio essenziale di Eucalipto, promuovono la fluidità delle secrezioni bronchiali.

Se poi si soffre di asma cronico, occorre agire con il gemmoderivato di Buddleja da utilizzare fino a primavera inoltrata, associato a Micosan Protect , integratore in capsule in cui il fungo Agaricus e la Drosera danno manforte a bronchi e polmoni.

Una buona abitudine è quella di fare lavaggi nasali, seguendo un percorso ayurvedico, con la Neti Lota; si tratta di un contenitore in ceramica provvisto di beccuccio che va riempito di acqua e un po’ di sale integrale oppure Sale Rosa Himalayano.
L’obiettivo è quello di far entrare la soluzioneda una narice e farla uscire dall’altra e viceversa.
Non è un metodo invasivo, si può fare tutti i giorni e non ha controindicazioni.

Evitare le apnee notturne infine è possibile, utilizzando l’Unguento Timo Forte da massaggiare sul petto in quanto gli oli essenziali di Timo, Niaouly, Pino silvestre e Wintergreen in esso contenuti, hanno azione balsamica e decongestionante.

COS’HO MANGIATO CHE MI BRUCIA LO STOMACO?

Le grigliate estive, le insalatone con cipolle e pomodori crudi, le bevande alcoliche e quelle contenenti caffeina sono tutti alimenti dannosi per lo stomaco in quanto stimolano una iperproduzione di succhi gastrici e causano una sensazione di bruciore.

Nelle “pance” più delicate inoltre, si assiste ad una risalita di sostanze acide verso l’esofago che provocano il reflusso. Oltre a gonfiore e pesantezza, i sintomi possono essere anche difficoltà respiratoria, asma, raucedine, mal di gola e catarro.

Cambia le abitudini a tavola: prediligi la carne magra, il pesce, i cereali integrali, la frutta e la verdura dal pH non troppo acido. Limita gli zuccheri e bevi tanta acqua.

Se si è trattato di un singolo episodio, non dovrebbe essere una cosa preoccupante; se invece i fastidi si fanno più frequenti, affronta il problema con la fitoterapia.

Prepara Tisane da bere anche fresche con i fiori di Altea, Calendula, Malva e Camomilla romana, oppure metti in acqua le gocce di EIS Stomaco in quanto Achillea, Zenzero e Trifoglio fibrino migliorano lo svuotamento gastrico ed attenuano il dolore.

Se soffri di intolleranze, assumi i fermenti lattici Axidophilus prima di colazione che ripopolano la microflora ed aumentano le difese, mentre Colo Plant Stagioni Calde contiene una miscela di erbe (Piantaggine, Rosolaccio e Lavanda) che sfiammano l’intestino e addolciscono le mucose.

LEVA LA PELURIA PRIMA DELLA VACANZA

La sindrome dell’ovaio policistico interessa tante donne ed è causato da disordini ormonali.
Si manifesta con irregolarità mestruali, gonfiori, ritenzione idrica ed eccessiva produzione di peli sul viso e sul corpo.

Prima di trarre una conclusione sbagliata, è bene rivolgersi al medico per esami più approfonditi e poi cercare una soluzione naturale per risolvere il problema.

E’ risaputo che l’ovaio policistico è legato all’insulino-resistenza, ovvero all’incapacità dell’organismo di metabolizzare correttamente i carboidrati.
Correggi fin da ora le abitudini a tavola: limita il più possibile i carboidrati e tutti gli zuccheri, ma stai attenta anche a caramelle, chewing-gum ed integratori dolcificati.

Per abbassare più velocemente i glucidi nel sangue puoi deglutire prima del pasto principale una compressa di AxiCromo in quanto il cromo picolinato normalizza i valori.

A metà mattina e metà pomeriggio puoi preparare Tisane a base di Cannella corteccia, Gymnema foglie oppure Galega sommità, altrimenti ricorri ai benefici di EIS Zuccheri, un mix di tinture madri di Fieno greco e Momordica coadiuvate dall’olio essenziale di Vetiver dall’azione ipoglicemizzante.

Per regolarizzare gli ormoni invece è importante Lei, un integratore in gocce contenente le gemme di Lampone, Sanguinello, Tamerice e Mirtillo rosso  che aiutano la donna a contrastare i disagi legati al ciclo.

 

Serve aiuto? Contattaci