Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

CALDO O CALDANE?

“Sono già alcune sere che vado a letto regolarmente e mi sveglio nel bel mezzo del sonno tutta sudata ed accaldata come se avessi fatto una corsa. Eppure non c’è ancora quell’afa da piena estate. Sarà mica la menopausa?”
Ecco quello che mi ha detto la signora Anna la settimana scorsa in negozio.

“Ebbene sì”, le ho risposto dopo averle rivolto alcune domande. “L’età c’è, il ciclo comincia a farsi irregolare, sei piuttosto nervosa al lavoro, salti su per ogni cosa con tuo marito e tuo figlio ed hai il pianto facile…mi sa proprio che hai fatto centro!”

E così ho rassicurato Anna che si trova in una fase transitoria della vita in cui la donna ha uno stravolgimento notevole, ma che se sostenuto con rimedi green, riesce a tenerlo sotto controllo.

Alle prime avvisaglie le ho consigliato le capsule di Dioscorea, il cui principio attivo diosgenina viene utilizzato come progesterone naturale.

Per superare il problema delle caldane notturne, le ho spiegato di mettere in un bicchiere d’acqua la Tintura Madre di Salvia dalle note proprietà rinfrescanti antisudorifere e per regolarizzare le palpitazioni l’ho abbinata al Macerato di Cardiaca, un vero toccasana per il cuore.

I nervi a fior di pelle che manifesta con le colleghe e a casa vanno contrastati con Calma Plant, una tisana già pronta contenente gli estratti di Rodiola, Verbena e Biancospino, mentre per le crisi di pianto sono ottime le compresse Serenday in quanto Albizzia, Giuggiolo e Withania migliorano l’umore ed azzerano l’ansia.

ZERO STRESS PRIMA DEGLI ESAMI

La fine della scuola e l’avvicinarsi degli esami spostano il tuo organismo in modalità OFF in quanto vengono prodotte sostanze capaci di mettere in allarme come l’adrenalina che aumenta il battito cardiaco, provoca tensioni e fa stare parecchio in ansia.

In certi periodi lo stress è inevitabile ma non bisogna subire passivamente ed aspettare che finisca. Piuttosto, occorre affrontarlo senza che la salute, e quindi gli studi, ne risentano.

La Scutellaria è una buonissima pianta antistress. Preparane 2 o 3 tazze da sorseggiare calde durante gli studi: aiuterà a rilassarti, a calmare gli stati ansiogeni e favorirà l’apprendimento.

Il tuo corpo può lanciare segnali di SOS in vari modi. Nei momenti critici potresti alzarti già al mattino con il mal di testa perchè una mente che non ha riposato bene può soffrire già appena svegli.
Prima di coricarti, metti in un bicchiere d’acqua un cucchiaino di Belson Plant in cui rosolaccio, luppolo, tiglio e valeriana rilasseranno corpo e cervello.

Quando invece la tensione ti causa indolenzimento, AxiMagnesio è l’integratore che fa per te.
I diversi sali di magnesio infatti, abbinati alla vitamina B6, contribuiscono a rilassare le fibre muscolari e a dare più energia per studiare.

L’apparato digerente è molto sensibile ai disturbi emozionali causando meteorismo o acidità. Proteggi lo stomaco con le mucillagini dei fiori blu della Malva e l’Estratto Concentrato Analcolico di Zenzero che favorisce la digestione ed evita i bruciori di stomaco.

Memoria e concentrazione invece vengono garantite da Eleutero+, stick bevibili contenenti eleuterococco, codonopsis, olivello spinoso e tulsi, tutte piante adattogene in grado di gestire al meglio le capacità individuali e lo stress.

AFFRONTA IL CICLO CON UNA TISANA

Il ciclo è quell’appuntamento che una volta al mese le donne aspettano. Le più fortunate, non risentono di grossi problemi, ma per la maggior parte invece è un vero e proprio stress.
Ad esso infatti, si accompagnano dolori addominali, mal di testa, pancia gonfia, nervosismo e sbalzi d’umore.
Prima di ricorrere a dei farmaci, prova ad affrontare il ciclo con le erbe.

Per i dolori al basso ventre puoi prepararti una tisana così composta:

Contro il mal di testa è efficace questa miscela:

Quando all’arrivo del ciclo sembra che la tua pancia scoppi come un palloncino, è utile questo mix:

Ansia, agitazione ed umore altalenante contrastali così:

I TURNI MI AMMAZZANO

Ci sono lavori che purtroppo prevedono dei turni e chi li svolge subisce inevitabilmente degli stress che possono compromettere la qualità della vita.

Il restare sveglio di notte altera il ritmo circadiano dell’organismo e la macchina umana deve adattarsi a questo sfasamento delle ore di sonno e veglia.
Può capitare che quando si arriva a casa e ci si metta a letto, non si riesca a riposare; ciò è dovuto alla luce, ai rumori esterni, alla serotonina prodotta regolarmente.
Che fare? Appena rientrato, ricrea nell’ambiente quell’atmosfera più agevole per riposarti, chiudendo le finestre e lasciando le luci soffuse.
Puoi nebulizzare inoltre, lo Spray Dolce Sonno i cui oli essenziali di Petitgrain bigarade, Mandarino e Camomilla nobile favoriscono la tranquillità.

Se devi mangiare, metti in tavola qualcosa di leggero così da non affaticare la digestione e preparati una Tisana rilassante con Escolzia, Papavero, Luppolo e semi di Aneto.
Non indurre un sonno farmacologico in quanto non sarebbe riposante ma rilassati sciogliendo in bocca una compressa di Melatonina per ripristinare l’equilibrio organico.

C’è chi durante il lavoro perde spesso la concentrazione. Prima di iniziare il turno, deglutisci le compresse di Tulsi che stimolano l’attività cognitiva senza mettere agitazione.

E per avere più energia? Gelévital Senior è un concentrato fluido di minerali e vitamine ricavate dal mondo delle api con l’aggiunta della papaya fermentata che ostacola l’ossidazione cellulare e mantiene più lucida la mente.

Contrastare lo stress infine è possibile con le capsule Dextress a base di tè verde, L-teanina e triptofano capaci di ripristinare il normale funzionamento del sistema nervoso e psicologico.

QUANDO IL COLON SI ARRABBIA

La sindrome da colon irritabile è un’infiammazione che si manifesta con dolori addominali, irregolarità intestinali come stitichezza o diarrea e flatulenza.
Ne soffrono maggiormente le donne nelle quali poi vengono evidenziati altri disturbi quali stanchezza, mancanza di concentrazione e cefalea.

Prima di intraprendere qualsiasi terapia, occorre capirne la causa ed agire di conseguenza.

  • Quando la colite è associata a disordini alimentari, ovvero cibi ricchi di glutine, latticini o troppi zuccheri, bisogna modificare le abitudini a tavola. Sostituisci il pane comune con le Tostatine Leggere composte dalle farine di riso e quinoa, dolcifica con la polvere di Stevia e come snack mastica 1-2 tocchetti di Cioccolato Fondente.
    Assumi inoltre la TM di Agrimonia per spegnere l’infiammazione abbinata a quella di Peonia per ripristinare il normale equilibrio.
  • Se la causa è legata all’uso di antibiotici, è necessario depurare il colon con Natur Moor composto da erbe palustri “pulitrici” e  ripopolare la microflora con i fermenti lattici Florase Intest coadiuvati dall’estratto di finocchio.
  • C’entra la primavera? Colo Plant Stagioni Calde è una tisana già pronta a base di piantaggine, camomilla, rosolaccio e malva capace di calmare l’intestino infiammato da “calore” e minimizzare i fastidi.
  • Dopo un periodo di forte stress è facile avere dei disordini intestinali. La TM di Nepeta con i probiotici PegaStress fanno ripartire l’organismo nella maniera giusta, garantendo leggerezza e regolarità.

SANGUE AL NASO? FERMALO COSI’

Gli starnuti primaverili possono mettere a dura prova i vasi sanguigni fragili delle vie aeree. Che fare?

La perdita di sangue dal naso viene definita epistassi ed è un problema che non va sottovalutato, soprattutto se non è un episodio sporadico, ma occorre capirne l’origine e trovare la soluzione giusta.

Se è legata alle allergie da pollini, bisogna attenuare tali fastidi con integratori come Allfor-Plus in cui ortica, liquirizia e i lactobacillus favoriscono la funzionalità dell’apparato respiratorio, mentre PSC Ribes nigrum stimola la produzione di cortisone naturale dalla potente attività antinfiammatoria e di sostegno delle difese immunitarie.
Le gemme del Ribes possono essere somministrate anche ai bambini, ad un dosaggio più basso.

Quando le emorragie nasali si verificano indifferentemente tutto l’anno devi rinforzare i piccoli capillari con VegeVen Omeostat, capsule contenenti rusco, centella e salvia cinese che riducono la permeabilità a sostegno dei tessuti delle cavità delle narici.

In certi casi, la fuoriuscita di sangue è legata all’ipertensione. E’ bene allora assumere una compressa al giorno di Magnesium 375 ad effetto rilassante e bere Tisane composte da foglie di Olivo, Tiglio alburno e Cardiaca sommità che regolano la pressione arteriosa.

Un vecchio rimedio naturale della nonna inoltre è la polvere di Equiseto in quanto è un’ottima pianta remineralizzante e cicatrizzante.

BIMBI, DAI CHE CI SIAMO

Mancano pochi giorni alla fine della scuola e presto cominceranno le tanto sospirate vacanze estive. Questo è un periodo veramente critico per i bambini perchè devono affrontare le ultime interrogazioni e non farsi prendere dall’ansia per gli esami di fine anno.

I genitori devono star loro vicini, spronarli nell’impegno quotidiano e fare in modo che affrontino con tranquillità i doveri scolastici.

Il gemmoderivato di Betulla bianca semi facilita tantissimo la concentrazione e la memoria, è privo di controindicazioni e lo puoi somministrare dalle elementari in su; il dosaggio varia a seconda del peso corporeo del bambino.
Può essere d’aiuto anche l’olio essenziale di Basilico nebulizzato nella stanza adibita a studio dal Diffusore ad Ultrasuoni Move; è assodato infatti che tale aroma stimola l’attività cerebrale ed evita le distrazioni.

Per infondere maggiore tranquillità e fiducia in sè stessi è azzeccato il fiore di Bach Elm: 4 gocce 4 volte al giorno preferibilmente sotto la lingua serviranno per contrastare lo scoraggiamento e vincere le debolezze e la paura di non essere all’altezza del proprio compito.

I primi caldi possono mettere stanchezza e sonnolenza. Prima di mandare a scuola i tuoi figli, somministra loro un pochino di Polline: va masticato tal quale oppure addizionato allo yogurt o ad un centrifugato.

 

DOBBIAMO ADATTARCI


L’arrivo della primavera spesso ci coglie impreparati. E’ necessario ricorrere all’utilizzo di piante capaci di adattare il nostro organismo al cambiamento per farci lavorare a pieno regime.

La radice di Rodiola rosea è ottima come antistress in quanto dà energia al mattino e permette di riposare meglio la sera; può essere utilizzata in Tisane per la fame nervosa perchè è efficace nel non farci abbuffare appena ci sediamo a tavola, ma anche in formulazioni per mantenere alto l’umore giornaliero e scongiurare i brutti pensieri.

Il Kukicha è un tè verde giapponese molto leggero composto prevalentemente dai rametti della pianta e dalla nervature delle foglie. Ha un bassissimo tenore di teina per cui è indicato a colazione anche per coloro che non tollerano tutte le sostanze eccitanti.

Gli studenti dovrebbero bere decotti a base di radici di Eleuterococco in quanto stimola moltissimo la concentrazione e favorisce l’apprendimento senza avere come effetti collaterali agitazione e batticuore.

E come afrodisiaco? La Muira Puama può servire a tutti gli uomini che con il risveglio primaverile necessitano di uno sprint in più.

CI MANCAVA PURE IL MAL DI TESTA!

Alcuni studi hanno accertato che in primavera si possono acutizzare episodi di emicrania in soggetti sensibili ai cambi climatici.
Gli sbalzi termici, l’alternanza di sole e pioggia, i pollini e la mancanza di energia influiscono sul nostro benessere psicofisico, determinando tensioni localizzate a volte dolorosissime.

Le sommità del Partenio sono, tra i rimedi naturali, quelle più efficaci per contrastare il mal di testa: puoi utilizzarle in semplice infusione oppure mescolarle ai fiori di Camomilla romana, di Elicriso e di Lavanda creando una gradevole Tisana da sorseggiare ai primi segnali.

Se sei pigro e non hai voglia o pazienza di metterti ai fornelli, EIS Testa è il fitoterapico giusto per te. Si tratta di una miscela di estratti di Partenio, Peonia, Zenzero e Prunella abbinata agli oli essenziali di Menta e Maggiorana; entra in circolo velocemente e dona un rapido sollievo.

Quando l’emicrania interessa i bambini, puoi fare l’associazione Oligolito Magnesium che attenua le tensioni muscolari e PSC Salix alba, estratto concentrato di cellule staminali vegetali da tessuti embrionali dall’azione analgesica.

E se sei in viaggio? Metti qualche goccia di Lavanda nel tascabile Stick per Oli Essenziali Nasoterapia ed avvicina l’inalatore al naso per respirare profondamente e godere del benessere dell’aromaterapia in qualsiasi momento della giornata.

LA PRIMAVERA SU E GIU’

Gli agenti atmosferici agiscono in maniera diretta sul nostro umore determinando movimenti oscillatori verso l’alto o verso il basso che, in alcune persone, si manifestano con picchi di euforia e depressione piuttosto rilevanti.

Quello che più preoccupa è il calo dell’umore che si verifica soprattutto in primavera in cui, un giorno c’è il sole ed il giorno dopo è grigio e piove.
Tutto ciò manda in tilt l’equilibrio psicofisico dei soggetti più sensibili che quindi devono adattarsi agli eventi climatici e far fronte a situazioni destabilizzanti.

Per stare su di morale si possono preparare Tisane a base di Iperico sommità (informati però delle sue controindicazioni), Tiglio fiori e brattee, Verbena foglie e Arancio fiori.

Il triptofano è il precursore della serotonina, l’ormone del buonumore, ed è contenuto nei semi della Griffonia; il suo estratto secco standardizzato è il 5-HTP ed è indicato proprio per stare su di giorno e riposare meglio la notte, senza incubi nè risvegli ripetuti.

Il Reishi è un fungo adattogeno e per tale motivo va assunto con regolarità e per alcune settimane da chi soffre di instabilità e sbalzi d’umore. Esso dà anche più energia, stimola il sistema immunitario e contrasta l’ansia.

Ricrea un’atmosfera positiva anche in casa: accendi la Lampada ad Ultrasuoni e nell’acqua aggiungi qualche goccia di olio essenziale di Ravensara, Petitgrain, Sugi e Kanuka che tengono a bada i pensieri cattivi, ripristinano la calma e infondono sicurezza.

 

PRIMAVERA E ADOLESCENTI

L’adolescenza è quella fase della vita in cui si manifestano tante fragilità ed in primavera è facile che i ragazzini vadano in crisi; può essere un momento di debolezza passeggero e durare pochi giorni, ma a volte può protrarsi per parecchio tempo ed è bene quindi non sottovalutare il problema.

Durante questa fase di transizione, gli adolescenti vivono intensità emotive che si sovrappongono a sollecitazioni esterne continue, rischiando di mandare in tilt l’equilibrio psicofisico.

Cosa fare? Ai primi segnali, occorre parlare il più possibile coi propri figli, sostenerli ed aiutarli a superare ansie ed insicurezze.

La floriterapia può venir in soccorso a tutti, bimbi e ragazzini, in quanto i fiori di Bach scavano e portano in superficie le paure, sia di origine conosciuta (Mimulus), che sconosciuta (Aspen).
Per le crisi di panico è utile Rock Rose che infonde calma e coraggio, mentre come rimedio di emergenza è sempre valido il Rescue Remedy.
Qualsiasi fiore deve agire in maniera repentina, pertanto le goccine vanno assunte sotto la lingua così da venir assorbite e messe in circolo immediatamente.

In fitoterapia, sono utili i gemmoderivati di Avena e Giuggiolo per sostenere l’umore, mentre quello di Tiglio è utile per infondere calma e serenità.

Dà buoni risultati anche l’aromaterapia; in commercio esistono spray per l’ambiente con oli essenziali e fiori di Bach specifici per le diverse problematiche come Ventata di Ben-essere Urgenze Bimbi in cui gli oli essenziali di Clementino, Arancio e Litsea miscelati con i fiori Impatiens, Star of Bethlehem, Holly, Willow e Vervain riportano tranquillità e benessere.

TRATTAMENTI SPA

Approfitta di questi giorni di feste e ponti per dedicare più tempo alla cura del corpo…come se fossi in una spa.

Prepara un bel bagno caldo in cui immergerti e personalizza il tuo detergente: in un cucchiaio di Base Disperdente aggiungi 8-10 gocce dell’olio essenziale o della miscela che preferisci e versalo nella vasca. Oli essenziali rilassanti sono quelli di Mandarino, Rosa e Petitgrain, seducenti invece Vaniglia, Noce Moscata e Ylang Ylang, drenanti e riattivanti la circolazione Rosmarino, Cipresso e Ginepro
Se non hai la vasca, puoi utilizzare tale mix sotto il getto della doccia.

Prima di asciugarti, allontana le cellule morte con lo Scrub Iodase i cui granuli esfolianti eliminano le impurità e favoriscono il turnover cellulare.

Una pelle spenta e opaca ha bisogno di essere nutrita e rivitalizzata in profondità. Ametista Quintessenza è un’emulsione dalla consistenza burrosa che incorpora oli e burri ultrasetificanti il cui effetto finale è un corpo vellutato e morbido, dalla luminosità preziosa.

Per le amanti dell’automassaggio, l’Olio Corpo Segreto Barocco ha un’eccezionale azione antiossidante, elasticizzante e viene assorbito velocemente.