Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

SANGUE AL NASO? FERMALO COSI’

Gli starnuti primaverili possono mettere a dura prova i vasi sanguigni fragili delle vie aeree. Che fare?

La perdita di sangue dal naso viene definita epistassi ed è un problema che non va sottovalutato, soprattutto se non è un episodio sporadico, ma occorre capirne l’origine e trovare la soluzione giusta.

Se è legata alle allergie da pollini, bisogna attenuare tali fastidi con integratori come Allfor-Plus in cui ortica, liquirizia e i lactobacillus favoriscono la funzionalità dell’apparato respiratorio, mentre PSC Ribes nigrum stimola la produzione di cortisone naturale dalla potente attività antinfiammatoria e di sostegno delle difese immunitarie.
Le gemme del Ribes possono essere somministrate anche ai bambini, ad un dosaggio più basso.

Quando le emorragie nasali si verificano indifferentemente tutto l’anno devi rinforzare i piccoli capillari con VegeVen Omeostat, capsule contenenti rusco, centella e salvia cinese che riducono la permeabilità a sostegno dei tessuti delle cavità delle narici.

In certi casi, la fuoriuscita di sangue è legata all’ipertensione. E’ bene allora assumere una compressa al giorno di Magnesium 375 ad effetto rilassante e bere Tisane composte da foglie di Olivo, Tiglio alburno e Cardiaca sommità che regolano la pressione arteriosa.

Un vecchio rimedio naturale della nonna inoltre è la polvere di Equiseto in quanto è un’ottima pianta remineralizzante e cicatrizzante.

DOBBIAMO ADATTARCI


L’arrivo della primavera spesso ci coglie impreparati. E’ necessario ricorrere all’utilizzo di piante capaci di adattare il nostro organismo al cambiamento per farci lavorare a pieno regime.

La radice di Rodiola rosea è ottima come antistress in quanto dà energia al mattino e permette di riposare meglio la sera; può essere utilizzata in Tisane per la fame nervosa perchè è efficace nel non farci abbuffare appena ci sediamo a tavola, ma anche in formulazioni per mantenere alto l’umore giornaliero e scongiurare i brutti pensieri.

Il Kukicha è un tè verde giapponese molto leggero composto prevalentemente dai rametti della pianta e dalla nervature delle foglie. Ha un bassissimo tenore di teina per cui è indicato a colazione anche per coloro che non tollerano tutte le sostanze eccitanti.

Gli studenti dovrebbero bere decotti a base di radici di Eleuterococco in quanto stimola moltissimo la concentrazione e favorisce l’apprendimento senza avere come effetti collaterali agitazione e batticuore.

E come afrodisiaco? La Muira Puama può servire a tutti gli uomini che con il risveglio primaverile necessitano di uno sprint in più.

LA PRIMAVERA SU E GIU’

Gli agenti atmosferici agiscono in maniera diretta sul nostro umore determinando movimenti oscillatori verso l’alto o verso il basso che, in alcune persone, si manifestano con picchi di euforia e depressione piuttosto rilevanti.

Quello che più preoccupa è il calo dell’umore che si verifica soprattutto in primavera in cui, un giorno c’è il sole ed il giorno dopo è grigio e piove.
Tutto ciò manda in tilt l’equilibrio psicofisico dei soggetti più sensibili che quindi devono adattarsi agli eventi climatici e far fronte a situazioni destabilizzanti.

Per stare su di morale si possono preparare Tisane a base di Iperico sommità (informati però delle sue controindicazioni), Tiglio fiori e brattee, Verbena foglie e Arancio fiori.

Il triptofano è il precursore della serotonina, l’ormone del buonumore, ed è contenuto nei semi della Griffonia; il suo estratto secco standardizzato è il 5-HTP ed è indicato proprio per stare su di giorno e riposare meglio la notte, senza incubi nè risvegli ripetuti.

Il Reishi è un fungo adattogeno e per tale motivo va assunto con regolarità e per alcune settimane da chi soffre di instabilità e sbalzi d’umore. Esso dà anche più energia, stimola il sistema immunitario e contrasta l’ansia.

Ricrea un’atmosfera positiva anche in casa: accendi la Lampada ad Ultrasuoni e nell’acqua aggiungi qualche goccia di olio essenziale di Ravensara, Petitgrain, Sugi e Kanuka che tengono a bada i pensieri cattivi, ripristinano la calma e infondono sicurezza.

 

SONO TORNATI I BIKER SHORTS: PUOI INDOSSARLI?

Sono tornati di moda i biker shorts, i pantaloncini aderenti più o meno corti, che generalmente si portano quando fai spinning.
Le influencer li hanno sdoganati e non li usano per andare in palestra ma ci vanno a fare la spesa o per un aperitivo con le amiche.
Chiaramente, non tutte se li possono permettere!

Anche le gambe magre potrebbero presentare gonfiori localizzati nei punti critici come cosce e glutei dove il tessuto adiposo è più abbondante e la circolazione è più lenta.

Per eliminare la buccia d’arancia devi fare più movimento e stare attenta a ciò che mangi. La fitoterapia inoltre è una valida coach per raggiungere prima lo scopo.

La classica cellulite fibrosa è quella più profonda e va trattata con Tisane a base di Pilosella, Ortosiphon e Ononide.
Le più pratiche possono optare per dei preparati già pronti come Effetto Drena a base di Tarassaco, Equiseto e Betulla da bere a  cucchiai prima dei 3 pasti principali.

Da sciogliere nella bottiglietta quando vai a fare sport è efficace Drena&Depura in quanto l’estratto secco di Poria abbinato al succo concentrato di Dattero, purificano dalle scorie accumulate e fanno fare più pipì.

Quando la cellulite è accompagnata da stasi venosa e fragilità capillare, il Bevibile Natural Benex è la soluzione più mirata: Centella, Ananas e Ippocastano stimolano la circolazione e favoriscono il drenaggio.

LA MICROFLORA CHE CI FA STARE BENE

Nell’intestino vivono tantissimi batteri buoni che fanno funzionare il nostro organismo in maniera corretta, permettendo l’assimilazione dei nutrienti provenienti dal cibo e costruendo la barriera in difesa dei patogeni dannosi.

Quando la flora batterica va in tilt, cominciano i nostri guai!
Non vengono più trattenuti ed assorbiti i sali minerali e le vitamine che ci danno forza e sostegno, ma vengono eliminati assieme alle scorie.
Le nostre difese immunitarie vacillano lasciandoci più esposti alle malattie, il nostro umore diventa altalenante e possiamo avere ripercussioni anche sulla pelle con dermatiti, rossori e pruriti.

Ai primi segnali, bisogna riportare equilibrio all’intestino curando l’alimentazione, variando lo stile di vita, riducendo l’abuso di farmaci e cercando aiuto nella fitoterapia.

Mangia più frutta e verdura, elimina drasticamenti gli zuccheri, consuma pasti regolare e fai la spesa con maggiore consapevolezza: questi sono i principi fondamentali per assicurare maggior benessere al proprio organismo.

Le fibre sono importantissime per la salute. PlantagoLax è un integratore in bustine contenenti cuticola di Psillio, fruttoligosaccaridi della fibra di Cicoria e Prugna in polvere che, assunto regolarmente, mantiene sano l’intestino.

In commercio ci sono tanti probiotici ma quelli da preferire sono quelli che garantiscono ceppi di fermenti lattici vivi e vitali come AxiDophilus che non contengono lattosio e sono privi di glutine.
Tale integratore favorisce l’equilibrio della flora batterica, evita gonfiori addominali, favorisce la regolarità ed è adatto anche a donne in gravidanza ed allattamento

Stai già trattando l’intestino ma non trovi benefici? Forse è infiammato e non reagisce positivamente. Fatti delle Tisane a base di Malva fiori, Noce foglie, Acacia fiori, Agrimonia sommità e Coriandolo semi che puliscono tale organo ed aggiungi l’estratto secco di Curcuma dalle proprietà antinfiammatorie e rigeneranti.

IN VACANZA, PENSA ALLE TUE OSSA

L’estate è il periodo migliore per mettere in pratica le strategie giuste per l’osteoporosi.

Lo scheletro è costituito in gran parte da calcio; questo minerale viene assunto soprattutto attraverso l’alimentazione, immagazzinato nelle ossa e col tempo eliminato, con un ricambio continuo.

L’avanzare dell’età, carenze nutrizionali, l’assunzione di certi medicinali ed uno scorretto stile di vita possono incidere negativamente su tale turn over ed è bene cercar di preservare al meglio la salute delle ossa.
Le donne sono più soggette alla fragilità ossea in quanto la menopausa le espone maggiormente, però anche gli uomini ed i giovani devono prestare attenzione e fare controlli.

I farmaci di ultima generazione tendono a bloccare la perdita del calcio, ma così facendo rimettono in circolo calcio vecchio; meglio invece Cal-Mag-Zinc, integratore naturale bilanciato che garantisce il giusto fabbisogno giornaliero.

Anche la vitamina D riveste un ruolo importante per l’organismo in quanto favorisce l’assorbimento del calcio. Essa viene sintetizzata dalla pelle quando ci si espone al sole, ma non sempre è sufficiente.
Ecco allora che può essere utile Oxacor, capsule contenenti anche la vitamina K2 ed i fermenti lattici per fissarne l’immagazzinamento e il normale utilizzo.

Bevi inoltre Tisane a base di Equiseto, Ortica, Alfa Alfa e Fieno Greco ad effetto rimineralizzante, fai un’adeguata attività fisica, correggi l’alimentazione e riduci il consumo di alcool e sigarette.

 

 

 

INFLUENZA IN ARRIVO…

Pian piano ci avviciniamo all’inverno ed è giunto il momento di mettersi al riparo dall’influenza e da tutti i malesseri tipici come raffreddore, tosse e mal di gola.

Il virus dell’influenza è mutevole e rischia di cogliere di sorpresa anche coloro che avevano contratto la malattia in passato o si erano vaccinati contro un determinato ceppo.
I rimedi naturali rafforzano le difese contro tutti i patogeni e mettono in guardia gli anticorpi così da affrontare al meglio i disturbi della stagione fredda.

Nutridef Adulti è un integratore che contiene il fungo Shiitake ad azione immunomodulante, Astragalo e Schisandra ideali per non abbassare la guardia, Rosa canina e zinco neutralizzano i microrganismi ed i fermenti lattici tindalizzati utili alla microflora.

Se il tuo punto debole è il naso, previeni il raffreddore con la vitamina C Complex 1000 benefica sia come antiossidante che stimolante del sistema immunitario facendo da scudo contro quei virus che colpiscono le vie più esterne dell’apparato respiratorio.

Contro la tosse puoi preparare Tisane composte da foglie di Alloro, radice di Enula e fiori di Verbasco, emollienti e lenitive in caso di pizzicori. Usi molto la voce? Evita la raucedine aggiungendo all’infuso caldo la TM di Erisimo che si prende cura delle corde vocali.

Anziani ed adolescenti hanno bisogno di cure più soft ma non per questo meno efficaci: i gemmoderivati di Rosa canina e Ribes nero sono un valido abbinamento da utilizzare per tutto l’inverno in quanto privi di controindicazioni ed associabili ad altri farmaci.

Come si riconosce l’influenza? Le sue caratteristiche sono febbre alta (oltre 38°) che insorge bruscamente, problemi respiratori (tosse, naso che cola, mal di gola), brividi e dolori alle ossa.
A questo punto occorre intervenire in maniera più decisa con Ekinflu in cui l’Echinacea immunostimolante e l’Arpagofito antidolorifico sono affiancati dagli oli essenziali di Timo e Origano ad azione battericida.
La Propoli polvere ad alta concentrazione inoltre è un antibiotico naturale da utilizzare anche nei momenti più critici.

Infine purifica gli ambienti nebulizzando i Profumi Animati Respira (sinergie di oli essenziali balsamici) tramite la Lampada ad Ultrasuoni Eggy o diffondendoli con i più classici Brucia Essenze Leaf.

 

LA DIETA ANTI-CORTISOLO

Hai tentato di seguire una dieta ma la fame nervosa ti fa sgarrare di continuo? Probabilmente è colpa del cortisolo, l’ormone dello stress, che si attiva a dismisura quando non sei serena e la tua mente influisce sulle scelte alimentari.
Quando siamo tristi o eccessivamente in tensione infatti, aumenta il livello di cortisolo e la valvola di sfogo sono i dolci.

Per non allargare il girovita ed appesantire fianchi e cosce bisogna ridurre gli alimenti ad alto indice glicemico come i carboidrati raffinati, fare più moto ed agire con rimedi fitoterapici.

Al mattino fai colazione con una tazza di Tè Verde, fette biscottate integrali e frutta. Contrasta inoltre la fame nervosa con le capsule di Griffonia (5-HTP) in cui il triptofano, precursore della serotonina, evita gli sbalzi d’umore.

Non saltare i break, ma a metà mattina e pomeriggio concediti una tisana fumante. Ora in commercio, si trovano delle cialde adatte alle macchinette della Nespresso contenenti gradevoli miscele di erbe. Puoi scegliere tra una Tisana Puro Detox, Dolce Relax, Frutti di Bosco oppure di Menta, ideali anche per spuntini veloci.

Se non vuoi abbuffarti, mezz’ora prima di pranzo e cena, va benissimo l’Avena MG che rilassa e contrasta la fame compulsiva.

SINDROME DA GENITALI SENZA RIPOSO

La sindrome da genitali senza riposo è un fastidioso problemino che interessa una piccolissima percentuale di donne: si tratta di un’improvvisa eccitazione accompagnata da formicolii, pruriti a livello genitale e aumento del desiderio anche in assenza di stimoli.

Alla base ci potrebbe essere un forte stress psicofisico che può aver creato un black out ormonale o alterato il ritmo circadiano con conseguente ansia, depressione ed insonnia.
Comunemente a tante donne però si è visto che, legato a tale disturbo, c’è anche una forte anemia: l’abbassamento dei valori del ferro a livello del sistema nervoso centrale potrebbe giocare un ruolo fondamentale.

Molte donne sofferenti di tale sindrome tendono a nascondere la loro situazione, ma sicuramente parlarne con il ginecologo è il primo passo da compiere.

Un integratore a base di ferro (Iron Complex) potrebbe dare un discreto beneficio. Se i sintomi si sono verificati dopo la gravidanza, allora è meglio ricorrere alla gemmoterapia con il Tamerice MG. In ogni caso, gli oligoelementi Zinco-Rame (Oligolito DIA 5) va a riequilibrare gli ormoni impazziti.
Durante la giornata inoltre, si possono bere Tisane a base di Luppolo e Cardiaca.

Sono sconsigliati gli indumenti stretti, la bicicletta e lo star sedute a lungo in quanto vengono sollecitati maggiormente i punti sensibili e reattivi della zona genitale.

 

DORMIRE BENE PER RIPARTIRE A MILLE!

Riposare bene è essenziale per ritrovarsi al mattino con l’energia necessaria ad affrontare la giornata. Durante il sonno i muscoli si rilassano, la mente si libera dalle tensioni ed il sistema immunitario recupera; inoltre, vengono attivati i processi di riparazione cellulare, le secrezioni ormonali e le funzioni detossificanti.

I primi caldi, le zanzare, lo stress al lavoro, l’apprensione per gli esami dei figli mettono l’organismo sul chi va là, determinando una certa difficoltà ad addormentarsi (insonnia iniziale) o risvegli notturni dettati da incubi o pensieri ricorrenti.

Non buttarti subito sui farmaci ipnotici, ma cerca aiuto nella fitoterapia. La TM di Passiflora ha proprietà ansiolitiche che inducono benessere mentale durante il giorno e rilassatezza serale, mentre la TM di Escolzia migliora la qualità e la durata del sonno.

L’astenia mattutina si manifesta con mancanza di forze, apatia e cattivo umore. Alcune funzioni organiche dipendono dalle ore di luce e l’organismo deve abituarsi alle nuove condizioni climatiche.
Recupera energia e vitalità con Nutrisprint, flaconcini contenenti Rodiola, Guaranà e vitamina B che danno subito la giusta carica, oppure Eleutero+ per migliorare l’attività cerebrale grazie all’efficacia di Eleuterococco, Aronia ed Olivello Spinoso.
La depressione va contrastata con EIS Serenità in cui Avena e Iperico esercitano un’azione positiva sulla psiche.

Anche il cibo e il movimento sono importanti. C’è bisogno di una dieta che combini alimenti energetici con altri che favoriscono il riposo notturno.
Via libera agli zuccheri della frutta, dei cereali integrali e di verdure e patate, stai alla larga invece da quelli raffinati perchè appesantiscono e mettono più appetito.

Assumi più vitamina C in quanto favorisce l’assorbimento del ferro, bevi Tisane depurative e sgonfianti a base di Carciofo, Viola del Pensiero e Tè Verde, ed infine fai lunghe passeggiate all’aria aperta (non nelle ore centrali) perchè la luce del sole ti farà sentire meglio.

SPORT E DIETA: ORA NON HAI PIU’ SCUSE!

L’adipe che hai accumulato è il risultato della vita sedentaria, di troppe bevute con gli amici e di pranzi e cene senza controllo. L’estate sta arrivando ed è giunto il momento di darsi da fare per rimettersi in forma…e magari riscoprire quella tartaruga che ora tieni nascosta sotto la pancia.

Allenarsi all’aria aperta migliora l’ossigenazione, tonifica l’umore ed incentiva la costanza. Il lavoro aerobico può esser svolto con la corsa e la bici, ma va alternato a sessioni di addominali, squat e flessioni per potenziare la muscolatura.
I più pigri possono seguire corsi outdoor di CrossFit o Military Training ed intensificare gli esercizi per ottenere i risultati in più breve tempo.

Certo che se non ti dai una regolata anche a tavola, gli sforzi vengono vanificati. Per dimagrire è basilare una dieta equilibrata, che non faccia soffrire la fame ed elastica per qualche extra.

Lo stress e la mancanza di riposo inducono a mangiare di più, mentre il cattivo umore invoglia a cercar rifugio nei dolci come ricompensa. EIS Serenità a base di Iperico, Rodiola ed Avena aiuta a rilassare, stimola la serotonina (l’ormone del benessere) e migliora l’autostima.

Se ti viene fame tra un pasto e l’altro, non reprimerla con sigarette o caramelle, ma mangiati un frutto e bevi Tisane drenanti e sgonfianti come la seguente:

Puoi velocizzare il metabolismo assumendo prima di colazione e pranzo le capsule  Attiva contenenti Tè verde, Tè rosso, Kola e Matè, mentre dopo un pasto abbondante (ogni tanto è concesso) deglutisci Limita in cui gli estratti di Fagiolo, Glucomannano e Fico d’India evitano l’assorbimento calorico.

3 consigli utili:

  1. Non mangiare davanti a tv, smartphone e pc in quanto è facile esagerare con le porzioni.
  2. Mastica lentamente per contrastare la fame nervosa.
  3. Rinuncia ai carboidrati a cena che scatenano i languorini prima di coricarti.

COLESTEROLO: ATTENTO A QUELLO CHE MANGI

Il colesterolo è un grasso che rappresenta un componente essenziale delle membrane cellulari, ma quando è in eccesso si trasforma nel principale pericolo per il cuore, in quanto si deposita progressivamente nelle arterie ostacolando il flusso ematico ed aumentando così il rischio di ictus e infarti.

La dieta influisce per circa il 20% sul suo valore totale ed il rimanente è endogeno, cioè viene prodotto dal nostro organismo, in modo particolare dal fegato.

Dopo aver riscontrato con gli esami del sangue un valore superiore a 200, si ricorre subito ai farmaci ipocolesterolemizzanti, i quali presentano diversi effetti collaterali e che appesantiscono ulteriormente il fegato. Non viene data invece la giusta importanza all’alimentazione che è la base della nostra salute.

Non è necessario bandire dalla tavola la carne, le uova ed i formaggi, ma basta ridurne le quantità ed acompagnare i pasti ai vegetali che compensano l’eccesso calorico.  No invece ai fritti, ai piatti pronti ed agli snack.
Attenzione anche a non esagerare con i carboidrati ad alto indice glicemico perchè influiscono negativamente su colesterolo e trigliceridi.

Una strategia d’attacco per abbassare i valori è quella che prevede l’utilizzo di integratori naturali a base di acidi grassi omega-3 estratti dall’olio di pesce marino deodorizzato come EPA & DHA Gold, abbinati a Tisane depurative che facilitino il lavoro epatico come la seguente:

Introduci inoltre nell’alimentazione 4-5 cucchiaini al giorno di Olio di Canapa Bio che aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari mantenendo più elastiche le pareti dei vasi sanguigni.