Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

COSE INTIME CHE SUCCEDONO IN ESTATE

Certi problemi che possono verificarsi occasionalmente durante l’anno, in estate si presentano con maggior frequenza.
Non imbarazzarti per questo e ricordati che la natura ha i rimedi per tutto.

La cistite è un’infezione alle vie urinarie provocata da un attacco microbico e si manifesta con fastidio e bruciore. Bisogna intervenire subito con CistActive Forte Concentrato Fluido da bere due volte al giorno in quanto Cranberry e D-Mannosio contrastano la proliferazione batterica.
Ad esso vanno associate le gemme del Vaccinium vitis-idaea (MG Mirtillo rosso) da assumere tutta estate per evitare le ricadute.
Cambia il detergente. Intimoshield ha una composizione molto delicata ed allo stesso tempo efficace: olio di Tamanu + oli essenziali di menta, lavanda e tea tree sanificano la zona uro-genitale donando freschezza a lungo.

Candida albicans è il nome del fungo che dà origine alla candidosi. Normalmente tale patogeno convive con altri microrganismi ma quando si abbassano le difese per colpa di stress o altri fattori scatenanti, ecco che trova terreno fertile e si riproduce causando irritazioni, perdite biancastre e pruriti.
Per arginare questi fastidi occorre assumere Yeastrol, compresse contenenti acido caprilico, Pau d’arco, biotina e selenio che rendono inospitale il terreno e neutralizzano il fungo.
Migliora il sistema immunitario con la TM Echinacea e tieni sotto controllo le situazioni stressanti con la TM Rodiola: versa 30-40 gocce di entrambe in un bicchiere d’acqua 2-3 volte al giorno e prosegui per qualche settimana.
Candinorm Ovuli è il rimedio concentrato ad uso locale in quanto contiene tea tre oil ed Aloe gel che riequilibrano la flora batterica vaginale e minimizzano i bruciori.

Il caldo può giocare brutti scherzi alla libido: o troppo o niente! L’estratto secco di Agnocasto spegne l’eccessiva euforia, mentre l’estratto idroalcolico di Damiana mette un po’ di brio.

CANDIDA: COME FACCIO AD ANDARE AL MARE?

Veronica ha sostenuto l’ultimo esame universatario e sarebbe pronta per andare al mare con gli amici ma proprio oggi è venuta in erboristeria a dirci che purtroppo le è comparsa la candida e non sa come fare.

Un periodo di forte stress come può essere quello scolastico, nei soggetti più sensibili determina l’abbassamento delle difese immunitarie, facilitando l’aggressione di microrganismi dannosi per la nostra salute.
Candida albicans è il nome del fungo che ha colpito la mucosa vaginale di Veronica, si manifesta con pruriti, fastidi durante la minzione e perdite biancastre.

Nella maggior parte dei casi, tale indesiderato ospite è già presente nell’organismo e passa dall’apparato intestinale a quello genitale durante l’espulsione delle feci, oppure nell’atto di lavarsi o ancora utilizzando indumenti (asciugamani, slip,…) contaminati.

Abbiamo consigliato a Veronica l’integratore Yeastrol in cui l’acido caprilico in esso presente combatte la proliferazione fungina nel colon, l’estratto di aglio disinfetta, mentre L-glutamina e zinco riducono la permeabilità intestinale.

Occorre un buon depurativo drenante per facilitare l’espulsione dei malcapitati ospiti. E’ perfetta l’associazione delle TM di Gramigna e di Margheritina da bere durante la giornata.

Infine è necessario rinforzare le barriere: prima dei pasti principali sono utili i fermenti lattici Florase Urol arricchiti dall’azione immunostimolante dell’Echinacea.

I troppi pensieri che affollano la mente vanno allontanati con EIS Serenità, una tisana in gocce contenente Iperico, Avena e Rodiola che calma lo stress ed attiva la serotonina per mantenere alto l’umore.

Sostituisci il vecchio detergente con Intimoshield che aiuta a prevenire fastidi, irritazioni e odori sgradevoli, mentre localmente dà sollievo Intinorm, gel vaginale a base vegetale ad azione antisecchezza, idratante e lenitiva.

CANDIDA…MENTE

La candida è una malattia determinata da funghi appartenenti alla flora batterica amica che partecipa alla digestione degli zuccheri.
Alcune condizioni fisiologiche però abbassano il sistema immunitario e favoriscono la proliferazione di tali funghi che diventano, in tal modo, dannosi per la salute.
Generalmente la candida si manifesta come affezione vaginale, ma può svilupparsi anche sulla mucosa orale (mughetto, stomatite, afta) e sulla pelle.

Le cause principali possono essere:

  • Dieta povera di fibre e sbilanciata nel consumo di zuccheri, proteine, uova, formaggi e conservanti che tendono a creare un ambiente acido.
  • Uso di antibiotici, pillola anticoncezionale e lassativi che alterano il pH intestinale.
  • Trasmissione da persona a persona, in linea di massima con rapporti intimi; a volte c’è uno scambio reciproco e continuo nella coppia con la candida nella donna ed irritazioni e dermatiti del pene che si presentano con un semplice fastidio o bruciore a livello genitale.
  • Stress.
  • Sedentarietà.

Per prima cosa, occorre intervenire sulla disbiosi intestinale con Candinorm, i fermenti lattici indispensabili per ristabilire la flora batterica.
Per debellare invece i funghi patogeni, Yeastrol è un integratore a base di Zinco, Biotina, Acido Caprilico, Pau d’Arco ed Echinacea in grado di neutralizzare i microrganismi dannosi, mentre Candinorm Ovuli ha la capacità di riequilibrare la flora batterica vaginale e ripristinare l’ottimale funzionalità dell’apparato genitale femminile.

Molto importante inoltre è modificare le abitudini alimentari. La dieta che contrasta la candida deve ristabilire il rapporto acido-base nell’organismo in quanto, spesse volte, è sbilanciato verso l’iperacidità.

I cibi ingeriti subiscono il processo digestivo in cui vengono smantellati per ricavarne i nutrienti necessari e durante tale trasformazione si originano dei residui fissi che possono essere acidi o alcalini a seconda degli alimenti: quelli acidificanti sono carne, formaggi, zuccheri, uova, grassi animali, caffè, tè, cioccolato, bevande gassate, conservanti e coloranti vari.
Quelli basificanti sono frutta e verdura, mentre quelli neutri sono gli oli vegetali, il miele e lo zucchero grezzo.

Il pH corporeo viene misurato con una scala di valori che va da 0 a 14: fino a 6 si parla di ambiente acido, 7 corrisponde alla neutralità, mentre da 8 in su prevale l’alcalinità.
L’organismo vive meglio quando il pH è leggermente alcalino, ovvero quando è intorno a 7,5 ed è per questo motivo che è determinante la corretta dieta alimentare.

 

PICCOLI PROBLEMI FEMMINILI

L’apparato genitale femminile può essere interessato da problemi più o meno seri e talvolta la donna ha paura di confrontarsi con un operatore del benessere (soprattutto se uomo!) per pudore o timidezza rischiando, in questo modo,  di cronicizzare o peggiorare il malessere.

I disturbi più frequenti sono:

  • Dismenorrea o dolori mestruali che si manifestano durante il ciclo con crampi nel basso ventre più o meno intensi.
    Una settimana o dieci giorni prima del ciclo occorre assumere 30-40 gocce due o tre volte al giorno di EIS Ciclo, un integratore composto da Levistico, Cardiaca, Peonia, Angelica cinese ed olio essenziale di Sclarea. Questo mix aiuta a contrastare l’insorgere dei crampi rendendo più dolce il flusso.
  • Sindrome Premestruale interessa tantissime donne e si manifesta subito dopo l’ovulazione o qualche giorno prima dell’inizio del flusso. I sintomi possono essere nervosismo, irritabilità, cefalea, ritenzione idrica, gonfiore addominale o tensione mammaria.
    Per combattere questi dolori si possono assumere 3 tavolette al giorno di PMS, dove Magnesio, Potassio, Calcio, Acido Folico, le vitamine E e B6 e l’olio di Borragine aiuteranno la donna “in quei giorni”.
  • Cistite, una fastidiosissima infiammazione della vescica urinaria generata da batteri che causano bruciore nella minzione. Ad oggi, l’estratto secco di Cranberry è la soluzione migliore per annientare i patogeni oppure Cistoshield, stick bevibili che vedono nella composizione la presenza, oltre che del Cranberry, anche del Mirtillo rosso, del Karkadè e dell’Astragalo.
  • Candidosi generata dal micete Candida albicans che diventa patogeno quando la donna ha un calo delle difese immunitarie; l’integratore Yeastrol è il rimedio più indicato perchè contiene Acido Caprilico, Pau d’Arco, Echinacea e fermenti lattici abbinati a vitamine e minerali. Come azione d’urto si associa Candinorm ovuli ad azione antibatterica data dal Tea Tree oil in essi contenuti.
  • Secchezza vaginale tipica della menopausa che si manifesta associata talvolta a prurito e lacerazioni. Accanto ad integratori specifici per la menopausa, dona notevole beneficio la crema Intinorm a base di Aloe vera, Calendula, Uncaria ed Acido Ialuronico che calmano prurito e bruciore e ripristinano la funzionalità dell’apparato dell’apparato genitale.
Serve aiuto? Contattaci