Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

E DOPO IL WEEKEND, AIUTIAMO IL FEGATO

Aperitivi, cene, giri per locali e discoteca: ecco gli appuntamenti che si ripetono sempre più spesso nei weekend di tanti italiani. Il divertimento certamente è garantito, ma il fegato gode molto meno.
Quest’organo è un prezioso centro di funzioni vitali che va salvaguardato perchè lavora senza sosta: filtra ed elimina scorie e tossine accumulate dall’organismo, produce la bile che permette l’assorbimento dei grassi da parte dell’intestino, è responsabile della formazione del colesterolo il quale, nelle giuste proporzioni, è essenziale per la vita delle cellule, ed infine è un’ottima riserva di vitamine e ferro.

Durante il weekend è facile lascarsi andare a stravizi culinari e “fare il pieno” di alcol e fumo, ma poi il lunedì mattina si pagano le conseguenze.
Per riparare i danni epatici del fine settimana è necessario assumere a digiuno 1 cucchiaio di Unico Depurativo a base di Aloe succo dall’attività antinfiammatoria e dagli estratti di Carciofo, Boldo, Cardo Mariano e Tarassaco che promuovono la purificazione.
Le capsule di Curcuma, oltre a favorire la depurazione, promuovono la rigenerazione cellulare e la loro assunzione è fondamentale se questi weekend “impegnativi” si ripetono con una certa frequenza.

Regole da seguire a tavola per mantenere sano il fegato:

  1. Evita le abbuffate a tavola.
  2. Attenzione ai fritti ed ai cibi pesanti per la digestione.
  3. Limita il vino a 1 bicchiere a pasto; l’alcol viene tollerato dal fegato solo se ingerito in piccole quantità e ben distribuito. Divieto assoluto ai superalcolici.
  4. Non abusare dei farmaci ma assumi solo quelli strettamente necessari prescritti dal medico.
  5. Ripeti ciclicamente durante l’anno cure depurative e rigeneranti con rimedi naturali.

FEGATO ED ALIMENTAZIONE

Il fegato è quell’organo che può venir paragonato ad una sorta di centrale chimica; rielabora infatti le sostanze nutritive ingerite con l’alimentazione rendendole utilizzabili dall’organismo, elimina le tossine e le scorie inviandole ai reni o all’intestino per l’escrezione e produce la bile che si riversa nella cistifellea (e da questa poi nell’intestino) per favorire la digestione dei grassi e l’assimilazione delle vitamine liposolubili.

E’ facile intuire quanto l’alimentazione sia importante per la sua salute, per cui, per prima cosa, occorre ridurre o eliminare l’alcol, sostanza che notoriamente esercita un’azione tossica. Secondariamente, è consigliabile seguire un’alimentazione corretta e bilanciata, con pochi grassi saturi ed un buon apporto di vitamine, antiossidanti e fibre fornite da frutta, verdura e cereali.

Quando seguiamo una dieta errata, il fegato ne risente tantissimo e si manifesta la steatosi epatica o “fegato grasso”, dovuta all’infiltrazione di trigliceridi nelle sue cellule.
Un fegato ingrossato può dare un senso di pesantezza e malessere generale, ma può essere affaticato anche in maniera del tutto silenziosa. Non per questo però, deve venire trascurato.

Generalmente, basta modificare lo stile di vita, l’alimentazione ed utilizzare qualche integratore naturale per far rientrare tutto a regime in tempi abbastanza brevi.
Un efficace decotto depurativo potrebbe essere così composto:

Le piante benefiche per il fegato hanno principi attivi amari quindi, chi non ama tali sapori, può ricorrere alle compresse Depur Fegato o allo sciroppo Unico, entrambi assunti con acqua.

Una dieta errata può avere ripercussioni anche sulla bile, i cui componenti non rimangono più in sospensione ma danno vita ai calcoli. Colesterolo, sali biliari, acidi grassi e pigmenti come la bilirubina (che conferisce il colore giallo-verdastro) si uniscono in strutture cristalline che possono provocare coliche dolorose.

Tali sedimenti si possono formare a causa dell’accumulo di sostanze di scarto che si uniscono formando composti solidi che precipitano, oppure quando la cistifellea non riesce a svuotarsi completamente dalla bile ed il ristagno di questa, sempre più concentrata, ne facilita la loro comparsa.

Alla tisana depurativa, aggiungi le gocce di Piluresis a base di Spaccapietra che, come dice il nome stesso, favorisce la riduzione dei calcoli, e piante drenanti che, stimolando la diuresi, ne promuovono l’eliminazione.

 

DOPO LE FESTE, AIUTA IL FEGATO

Esiste il detto “arriva l’Epifania che tutte le feste si porta via” ma purtroppo non ci leva la sensazione di pesantezza dovuta ai bagordi natalizi.

Chi ne soffre di più è sicuramente il fegato che, con l’accumulo di grassi e tossine, rallenta le funzioni fisiologiche del nostro organismo e quindi tocca alla fitoterapia venire in suo aiuto.

Bere la sola acqua non serve a nulla perchè è priva delle sostanze che favoriscono la pulizia, per cui consiglio una tisana depurativa così composta:

In questo caso si fa un decotto lasciando bollire 1 cucchiaio di tisana per qualche minuto e lasciar riposare per almeno una decina di minuti prima di bere. Le piante depurative hanno principi attivi amari ed essendo vietato dolcificare le tisane con lo zucchero, per renderla più piacevole puoi aggiungere un cucchiaino di DepurMiel cioè miele arricchito con oli essenziali che ne potenziano l’effetto.

Se sei sempre di corsa e non hai tempo per preparare la tisana puoi utilizzare Unico Depurativo, lo sciroppo concentrato a base di estratti secchi titolati da assumere al mattino a stomaco vuoto alla dose di 1 cucchiaio diluito in un bicchiere d’acqua.

Oltre a depurarti vuoi eliminare dei grassi accumulati? Assumi 2 capsule al giorno di Tè verde con uno o due bicchieri d’acqua per aiutare la purificazone ed avere un effetto snellente.

E’ necessario inoltre seguire una dieta ipocalorica e povera di grassi abbinata a del movimento fisico e bandisci dalla tavola tutti gli alcolici.

Serve aiuto? Contattaci