Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

ANDROPAUSA:CHE FARE?

Non solo le donne dopo gli anta vanno incontro ad un cambiamento: anche negli uomini infatti c’è una certa trasformazione, con problemi fisici e psicologici dettati dalla riduzione del testosterone, l’ormone sessuale maschile.
L’andropausa si manifesta con la diminuizione della potenza sessuale, calo dell’energia, perdita della memoria e irritabilità.

Il testosterone favorisce il desiderio, per cui con l’avanzare dell’età è naturale avere difficoltà di eccitazione ed erezione. Per aumentare la libido, si possono assumere integratori naturali a base di Tribulus terrestris (Tribosid) ad azione stimolante ed afrodisiaca, mentre per garantire l’erezione è meglio Sx Factors, in cui la Maca  tonifica gli ormoni, il Ginkgo migliora l’irrorazione sanguigna, il Ginseng apporta energia e la Muira Puama provoca vasodilatazione ed eccitazione.

Per vincere la stanchezza e l’apatia sono utili le piante adattogene: Eleutero + contenente Eleuterococco, Aronia e Olivello spinoso sostiene i cali fisici e mentali, invece Ansileve con la Rodiola ed il Triptofano contrastano l’irritabilità e il malumore.

Consigli utili:

  • Riduci l’adipe localizzato tipico dell’andropausa seguendo una dieta povera di grassi.
  • A protezione dell’apparato cardiovascolare, è utile Omega 3-6-9 estratti dall’ Olio di pesce, Borragine e Lino  che abbassano il colesterolo e regolano la pressione.
  • No a fumo e alcool che riducono la produzione di testosterone e mantieniti in foma facendo un po’ di attività fisica.

GLI INTEGRATORI UTILI IN PALESTRA

Notizie recenti hanno riportato l’attenzione sulle sostanze (legali o meno) per gonfiare i muscoli, circolanti all’interno delle palestre.
Chi pratica determinati sport ed il culturismo in particolare, molte volte invidia il corpo tonico e muscoloso dei body builder ed è magari disposto ad assumere beveroni e compresse per raggiungere velocemente tali risultati, senza pensare alle probabili controindicazioni.

Qui di seguito, analizziamo i pro e i contro degli integratori assolutamente consentiti:

  • Proteine del siero del latte (Absolute Whey) rappresentate in modo particolare dalla caseina. Esse vengono assorbite a livello intestinale e sono gli elementi fondamentali per la costruzione dei muscoli; se assunte prima dell’allenamento contrastano il catabolismo muscolare, ritardano la formazione di acido lattico e consentono di allenarsi più a lungo, mentre dopo favoriscono la costruzione post sforzo.
    Non sono consigliate a coloro che hanno problemi epatici e renali perchè sovraccaricano di lavoro tali organi.
    I vegani e gli intolleranti al latte possono utilizzare Absolute Soy in cui le proteine vengono estratte dalla soia.
  • Aminoacidi ramificati (BCAA) sono Leucina, Isoleucina e Valina che hanno importanti funzioni plastiche. Durante l’allenamento i BCAA vengono rilasciati dal fegato e trasportati dal sangue ai muscoli per fortificarli ed aumentare l’intensità e la durata delle performance.
    Anche in questo caso non bisogna esagerare col dosaggio per evitare affaticamento di fegato e reni.
  • L’estratto di Tribulus terrestris (Tribosid) potenzia la produzione di testosterone, aumentando la massa muscolare ed il recupero post allenamento. Dosi eccessive causano agitazione ed irritabilità.
  • La carnitina (L-Carnitine) è un aminoacido non essenziale utile allo smaltimento dei grassi per produrre energia, mentre la glutamina (L-Glutamine) è indispensabile in situazioni di aumentato turnover proteico. Non eccedere con la loro assunzione per non sovraccaricare l’organismo.
  • Creatina è un derivato aminoacidico coinvolto nel mantenimento delle riserve energetiche cellulari. Essa è in grado di incrementare la forza durante l’allenamento di grande intensità ed accelerare il ripristino dell’energia tra una serie e l’altra di esercizi.
    Dosi elevate appesantiscono reni e fegato.

TRIBULUS ED IMPOTENZA

Il Tribulus terrestris è una pianta spinosa che cresce spontaneamente in Europa nel bacino mediterraneo, in alcuni Paesi asiatici (India, Cina e Giappone) ed in Australia.
I componenti chimici più interessanti sono le saponine, soprattutto la protodioscina è stata oggetto di studi sperimentali che indicano che tale costituente aumenterebbe i livelli ematici di testosterone e di altri ormoni.

Uno studio condotto qualche anno fa ha dimostrato che estratti di tribulus aumentavano la libido, miglioravano e prolungavano il periodo di erezione ed aumentava il numero e la motilità degli spermatozoi negli uomini.

Il Tribulus terrestris è contenuto nell’integratore alimentare Tribosid che vede inoltre nella sua composizione, la presenza della Maca, della Suma e della Gynostemma.
Bastano 2 compresse al giorno da deglutire al mattino per riaccendere la scintilla tra te e la tua compagna, senza fare poi brutta figura!

STEROIDI E DISFUNZIONI ERETTILI

I culturisti negli anni ’80 facevano un uso smodato di steroidi ed in brevissimo tempo il loro corpo s’ingrossava rapidamente, ma poi si è scoperto che queste sostanze avevano uno strascico di effetti collaterali non indifferenti sulla salute, soprattutto a livello sessuale.

Gli steroidi infatti, sopprimono la produzione endogena di testosterone causando testicoli rattrappiti e la diminuzione del numero di spermatozoi. Si manifesta, per contro, la produzione in eccesso di estrogeni che porta alla crescita del cosiddetto seno maschile (ginecomastia).

E’ stato dimostrato, secondo una ricerca condotta dall’Università di Helsinki, che chi fa uso (e abuso) di steroidi, ha una ridotta fertilità perchè queste sostanze interferiscono con la produzione di gonadotropine, ormoni prodotti dalla ghiandola pituitaria che stimola le gonadi e controlla l’attività riproduttiva. Smettendo l’assunzione, molte volte sparisconno gli effetti collaterali, ma i ricercatori non sono sicuri delle conseguenze a lungo termine sul sistema riproduttivo.

Il fenomeno è ancora più grave se pensiamo ai giovani culturisti, ovvero coloro che hanno preso steroidi nella fase dello sviluppo: sono grossi ma tendenzialmente bassi, perchè queste sostanze rallentano lo sviluppo delle ossa.

Per aumentare la massa muscolare senza avere effetti secondari e migliorare le performance con la propria partner, posso consigliarvi il Tribosid, un integratore a base di Tribulus terrestris, Maca, Suma e Gynostemma: ha un’azione tonica sull’organismo, promuove la crescita muscolare ed è utile come stimolatore della libido e per contrastare la disfunzione erettile.

E la normativa antidoping? La legge italiana n.376 del 2000 chiarisce che per doping s’intende la somministrazione o l’assunzione di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive e l’adozione o la sottoposizione a pratiche mediche non giustificate da condizioni patologiche e idonee a modificare le condizioni psicofisiche o biologiche dell’organismo al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti, ma anche finalizzate e comunque idonee a modificare i risultati dei controlli sull’uso dei farmaci, delle sostanze e delle pratiche.

 

 

Serve aiuto? Contattaci