Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

MALESSERI DA ARIA CONDIZIONATA

Violenti getti d’aria e temperature troppo basse sono la causa di fastidiosi disturbi estivi:

  • MAL DI GOLA. Ne soffrono soprattutto gli automobilisti che dirigono l’aria fredda verso il volto per troppo tempo. Bisogna diffondere uniformemente l’aria condizionata nell’abitacolo e proteggersi con Nutridef Gola Spray in cui gli oli essenziali di Mirra e Manuka alzano le difese, mentre l’erisimo evita la raucedine.
  • TORCICOLLO. Se in ufficio hai lo split del condizionatore proprio sopra di te, devi riparare il collo con sciarpine o foulard così da evitare le contratture. L’Unguento Arnica Forte ad effetto immediato, aiuta a rilassare i muscoli irrigiditi, minimizzando il dolore grazie all’estratto di iperico e di canfora.
  • DIARREA. Stare in ambienti eccessivamente raffreddati come i negozi e gli ipermercati può stimolare la motilità intestinale. Quando vai a far spesa allora, proteggi l’addome con indumenti adeguati ed al rientro, se accusi qualche crampo, bevi una tazza tiepida di fiori di Camomilla ad azione calmante ed antidolorifica, oppure mastica qualche tavoletta di Baobab che regola l’intestino.

RIMEDI GREEN PER LA CERVICALE

Colpi d’aria, cattive posture e tensioni muscolari possono generare contratture dolorose a livello del collo che possono irradiarsi alla testa e alle braccia rendendo difficoltosi i movimenti. Sporadici episodi non devono allarmare ma se si verificano più frequentemente, occorre intervenire con rimedi green e modificare le scorrette abitudini.

Avvicinandoci all’inverno, è necessario proteggere il collo e la base della nuca ogni qualvolta si esce di casa.
Se prendi un colpo d’aria, la Termo Sciarpa è la giusta soluzione per combattere la cervicalgia. Si tratta di un cuscino contenente chicchi di grano saraceno, ginepro, rosmarino, pepe nero, timo e senape che va scaldato nel forno a microonde per 1 o 2 minuti oppure sul termosifone 10-15 minuti e da posizionare poi sul collo. Tale miscela assorbe il calore e lo rilascia gradualmente andando a lenire l’area, mentre l’aggiunta dell’olio essenziale di Cajeput apporta immediato giovamento.

Lo stress e le tensioni accumulate tendono ad irrigidire la muscolatura rendendo difficili e dolorosi i movimenti della testa, delle braccia e della parte alta della schiena.
Una calda tisana rilassante abbinata all’integrazione di Magnesio e B6 (AxiMagnesio) indispensabili per alleggerire i fasci muscolari, aiutano ad attenuare i malesseri.
Il cocktail di erbe è il seguente:

La maggior parte dei problemi però è dovuto ad un’errata postura mantenuta per lungo tempo come quando si guida, si sta davanti al computer o si fanno i lavori di casa (stiratura e rammendo degli indumenti sono tra i più comuni).
Ai primi segnali di indolenzimento, prenditi una pausa (se sei in auto fermati in una piazzola), sgranchisci le gambe allungando anche la schiena e massaggia direttamente sul collo l’Arnica Unguento; si tratta di un classico rimedio dalla formulazione moderna, priva di vaselina sintetica e ricca di principi attivi specifici che agiscono in sinergia, utili per alleviare immediatamente il dolore.

FREDDO, PIOGGIA E UMIDO: AHI, AHI, AHI…

In questa stagione dove freddo, pioggia e umido la fanno da padrone è molto facile accusare dolori e doloretti sparsi sul nostro corpo. Sembra quasi che le nostre articolazioni tutt’a un tratto comincino a scricchiolare come rami secchi ed i movimenti risultano faticosi a causa di un’eccessiva rigidità muscolare.

I dolori osteoarticolari sono proprio quelli che si manifestano durante i cambi climatici, soprattutto quando l’umidità appesantisce l’aria e l’unico sollievo è quello di stare vicino ad un bel caminetto acceso!

Le parti del corpo che maggiormente soffrono sono il collo e la schiena. Il dolore cervicale si presenta acuto ed improvviso, impedendo i normali movimenti della nuca e spesso è associato a nausea, ronzii auricolari e vertigini, oppure può espandersi verso l’alto, provocando emicrania, o scendere verso il basso, compromettendo la schiena e le braccia.
Il mal di schiena può essere più o meno esteso e può interessare la parte alta, con relativo indolenzimento del collo, la parte centrale che rende difficili i movimenti laterali, oppure la bassa schiena che provoca forti dolori nei piegamenti o mentre si cammina e a volte anche quando si è sdraiati.

Per dare un immediato conforto, basta massaggiare il Gel all’Artiglio del Diavolo sulla zona indolenzita perchè genera una delicata e piacevole sensazione di calore che va a sciogliere le articolazioni irrigidite.

Il calore aiuta a togliere l’umidità assorbita dal nostro organismo per cui metti nel forno a microonde la Termo Sciarpa, in caso di cervicale, oppure il Cuscino Termico Caldo Freddo se il dolore riguarda la schiena: i semi vegetali di cui sono ripieni, diventano caldi e rilasciano un piacevole tepore che fa bene alle ossa ed alle articolazioni.

RIENTRO SENZA DOLORI

Le ferie volgono al termine ed è ora di prepararsi per il rientro in città, ma se soffri di lombalgia, cervicale e devi affrontare un lungo viaggio, prendi alcune precauzioni.

Per i problemi alla schiena, le vibrazioni dell’auto, la strada con dossi e curve, e la posizione di immobilità prolungata possono ulteriormente accentuare il dolore.
Prima di intraprendere il viaggio, si può massaggiare sulla zona indolenzita la pomata A-R ad azione antinfiammatoria determinata dagli estratti di camomilla, iperico ed ippocastano oltre ad un mix di oli essenziali di menta, canfora, eucalipto, cannella e chiodi di garofano. Inoltre, si posiziona dietro la schiena, sul sedile, un cuscino o un panno arrotolato per mantenere la giusta curvatura.

Per la cervicale si può utilizzare invece la termo sciarpa, cioè una sciarpa ripiena di chicchi di grano saraceno ed una miscela di spezie (ginepro, pepe nero, rosmarino e timo) con l’aggiunta dell’o.e. di cajeput, utili al rilassamento ed al riscaldamento dei muscoli del collo. Va posizionata proprio alla base della nuca in modo che le sollecitazioni dell’auto non provochino il torcicollo ed inoltre se ci si addormenta, non si assumono posizioni errate della testa perchè non si ha più il ciondolamento laterale.
La termo sciarpa protegge anche dai colpi d’aria, ed in certi abitacoli come l’aereo sappiamo bene che la temperatura è terribilmente bassa!

Attenzione quando dobbiamo trasportare e caricare i bagagli.
Per sollevare la valigia occorre piegarsi sulle ginocchia, afferrarla con entrambe le mani e, facendo leva sulle gambe, alzarla mantenendola vicino al corpo. Bisogna evitare torsioni laterali eccessive e cercare di non inarcare troppo la schiena.

Serve aiuto? Contattaci