Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

SONO PROPRIO IN QUEI GIORNI…

Nei giorni che precedono il ciclo molte donne lamentano dolore, gonfiore, emicrania, tensione mammaria, sbalzi d’umore e ritenzione idrica. Prima di ricorrere a degli antidolorifici di sintesi che indeboliscono il fegato e danneggiano lo stomaco, prova dei rimedi naturali efficaci, e privi di controindicazioni.

Ai primi segnali di dolore le capsule di Angelica Cinese (Dong Quai) favoriscono il benessere femminile, in particolare l’infiammazione e gli spasmi a livello dell’utero; diversi studi attestano infatti che l’azione antiinfiammatoria di tale pianta agisca provocando il rilassamento dei muscoli della parete uterina, normalizzando le contrazioni e le tensioni muscolari.

Improvvisamente nei giorni che precedono il ciclo gli abiti diventano stretti ed i pantaloni si trasformano in skinny! Preparati una tisana sgonfiante così composta:

Questa miscela da bere durante la giornata svolge un’attività sgonfiante e digestiva e per favorire l’eliminazione dei liquidi che ristagnano nelle gambe, puoi aggiungervi delle gocce di EIS Drenaggio, i cui estratti di Verga D’oro, Ononide ed Ortosiphon promuovono la diuresi.

Gli sbalzi ormonali che precedono l’arrivo del ciclo causano irritabilità e cefalea. L’ansia ed il nervosismo sono dovuti infatti a modificati rapporti tra i neurotrasmettitori cerebrali e per infondere un maggior senso di rilassamento puoi ricorrere ad AxiMagnesio,  dove magnesio e vitamina B6 regalano benessere ai nervi ed all’umore.
Attacchi ricorrenti di mal di testa in fase premestruale si verificano perchè si abbassa sensibilmente la soglia del dolore e possono essere contrastati con la TM di Partenio.

Gli squilibri tra estrogeni e progesterone determinano l’aumento della prolattina, sia durante l’allattamento ma anche poco prima del ciclo; le donne sensibili a tali alternanze sono soggette a tensioni mammarie e sensibilità ai capezzoli e un rimedio naturale che contrasta tali sintomi è la TM di Agnocasto, una pianta che armonizza il bilancio ormonale, alzando i livelli di progesterone.

NON CONTARE LE PECORE!

Una volta si consigliava di contare le pecore a chi soffriva d’insonnia ed anche se non è scientificamente provato, liberare la mente da ogni pensiero con ritmi monotoni e ripetuti, aiuta sicuramente a rilassarsi.

Certo è che la vita stressante di oggi porterebbe il più delle volte a contare un gregge affollatissimo, col rischio di innervosire ulteriormente l’insonne.
Meglio allora, ricorrere ad un qualche rimedio naturale e di sicura efficacia.

Per prima cosa, occorre capire la causa di tale problema: eccessiva tensione fisica o mentale, ritmi sballati, difficoltà digestive e alimentazione scorretta, contribuiscono ad ostacolare l’addormentamento.

Puoi prepararti una tisana composta da:

Questa miscela può essere utilizzata per tutte le problematiche sopra descritte perchè contiene piante che favoriscono il rilassamento, calmano le agitazioni ed aiutano la digestione.

Puoi potenziarne però l’effetto aggiungendo nella tazza, alcune gocce di TM di Valeriana se stai attraversando un periodo particolarmente stressante, oppure di TM di Camomilla in caso gastriti o difficoltà digestive non ti facciano prender sonno.
L’MG di Biancospino è indicato se ti svegli nel pieno della notte con la tachicardia, mentre la TM di Partenio può servire quando l’emicrania ti attanaglia e non ti fa riposare bene.

Ecco 5 consigli utili:

  1. Coricati possibilmento alla stessa ora; il ritmo sonno-veglia è fondamentale.
  2. Consuma una cena leggera, povera di zuccheri raffinati, cibi piccanti ed eccessivamente elaborati.
  3. Evita fumo e alcolici.
  4. Non mangiare troppo tardi o non andare a letto con la digestione ancora in atto.
  5. Rilassa la mente pensando a qualcosa di piacevole.

IL MAL DI TESTA DEL WEEKEND

Lavori tutta la settimana con la speranza che venga presto il weekend e che succede sabata mattina? Un martellante mal di testa rovina i programmi!

Il mal di testa del weekend si può verificare o con un dolore intenso alla nuca che rende fastidioso pure i rumori e le luci, e si rischia proprio di restar bloccati a letto dal fastidio, oppure è accompagnato da una rigidità muscolare, a livello di schiena e collo, che crea un male unico.

La causa è sicuramente data dallo stress lavorativo che fa star in tensione tutta la settimana, e nel weekend, cambiando i bioritmi, crea uno squilibrio tale da contrastare il rilassamento fisico e mentale.
Generalmente, ne vanno più soggetti gli uomini e non perchè lavorino più delle proprie compagne: probabilmente si deve al fatto che le donne hanno da gestire molte più cose (figli, casa, spesa,…) per cui la loro mente è più allenata a fronteggiare i problemi e a monitorare le varie situazioni.

Non è detto che il manager soffra maggiormente rispetto agli altri lavoratori: influisce invece la sensibilità del singolo individuo e la predisposizione all’ emicrania.
Quando si “stacca la spina”, si modificano i meccanismi di adattamento ai fattori stressanti per cui esplodono tutte le tensioni accumulate durante la settimana; se poi aggiungi che il venerdì ed il sabato sera si fa bisboccia con gli amici, si consuma alcol, si va a letto più tardi e conseguentemente ci si alza dopo…beh, l’organismo affronta uno shock non indifferente!

Per evitare di rovinarti il weekend, si può assumere al mattino nei periodi di maggior impegno lavorativo, un integratore di magnesio (Aximagnesio) dall’effetto rilassante antistress.
Una buona abitudine sarebbe quella di bere durante il giorno delle tisane specifiche a base di tiglio, passiflora,arancio fiori,…ma capisco che la fretta e gli orari frenetici possono far saltare le pause. Nessun problema, si può rimediare con le tinture madri.
Per prevenire l’insorgenza del mal di testa del weekend puoi miscelare in una bottiglietta d’acqua delle gocce di  tintura madre di passiflora e tintura madre di partenio: la prima è indicatissima per liberare la mente dai pensieri e favorire la calma, mentre la seconda è specifica per le cefalee.

Durante il fine settimana è importante non stravolgere i propri ritmi, occorre fare pasti regolari e…non dormire tutto il giorno sul divano!

 

Serve aiuto? Contattaci