Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

SCOPRI COME ELIMINARE I LIQUIDI IN ECCESSO

“Uffa, i pantaloni mi tirano sulle cosce, ho le caviglie che sembrano due tronchetti e tra un po’ devo andare al mare con le mie amiche! Come faccio?”

Quante volte, guardandoti allo specchio, ti sei trovata in questa situazione? Gambe gonfie e cuscinetti localizzati sono segnali di un cattivo drenaggio che già da ora deve essere affrontato.

La guerra alla ritenzione idrica si fa su tre fronti differenti: curando l’alimentazione, facendo più attività fisica ed utilizzando prodotti naturali specifici per migliorare la diuresi.

Noi siamo ciò che mangiamo, pertanto via dalla tavola gli alimenti ricchi di zuccheri e gli alcolici in quanto si depositano in grasso, ma limita anche il sale perchè trattiene acqua.
Non esagerare coi latticini che spesso causano gonfiori e quando vai a far la spesa ricordati che i cibi confezionati sono ipercalorici.

Bere tanta acqua non è sufficiente per eliminare la ritenzione idrica. Bisogna chiedere aiuto alle piante i cui principi attivi stimolano il drenaggio.
Preparati Tisane a base di Pilosella, Ortosiphon e Tè verde da portare in ufficio o in palestra nel pratico Thermos Start-Up.

Le più pigre possono optare per dei preparati in gocce come EIS Drenaggio in cui l’estratto di Ononide e di Alisma aumentano il volume delle urine, oppure fare un’associazione di più tinture madri per arrivare più decise alla causa del problema.
Se sei gonfia per colpa degli effetti secondari della pillola, mixa le TM di Gramigna e Tarassaco dall’effetto depurativo e drenante, oppure quelle di Finocchio e di Levistico che aiutano a mantenere la pancia piatta.

Ci sono donne che fanno fatica a bere acqua durante la giornata. Per loro sono indicate tutte quelle formulazioni contenenti succhi o aromi naturali che danno un buon sapore.
Unico Dren è un concentrato di piante stimolanti il drenaggio come l’Equiseto, la Centella ed i peduncoli del Ciliegio e puoi sceglierlo tra i gusti di ananas e mirtillo.

 

COSA C’E’ SOTTO LA PANCIA?

Si parla della pancia in maniera molto generica e solamente quando è gonfia o fa male, senza preoccuparci degli organi che essa nasconde e dei loro disturbi. Vediamo invece cosa ci sta sotto:

  • FEGATO. E’ una ghiandola piuttosto grossa deputata allo smaltimento dei cataboliti e delle scorie accumulate. Produce la bile, sostanza indispensabile per poter assorbire i grassi utili all’organismo, ed il glucosio che dà energia alle cellule.
    Per mantenere il fegato in buona salute è necessario fare cure depurative per alleggerirlo dalle tossine, soprattutto ai cambi di stagione. Le TM di Carciofo e Tarassaco promuvono la purificazione, mentre quella di Cardo Mariano è indicata in caso di infiammazione epatica.
  • CISTIFELLEA. Detta anche colecisti, è un piccolo organo che riceve la bile secreta dal fegato e permette la digestione dei grassi.
  • PANCREAS. Situata dietro lo stomaco, questa ghiandola produce succo pancreatico ricco di enzimi che, assieme alla bile, rendono più digeribile il cibo e regola il livello degli zuccheri nel sangue grazie all’insulina ed al glucagone. Se il pancreas non produce abbastanza insulina, l’ormone che permette l’assorbimento del glucosio nelle cellule, s’innalzano i valori della glicemia fino alla comparsa del diabete.
    L’oligoelemento Zinco-Nichel-Cobalto (Oligolito DIA 5a) contrasta gli squilibri, mentre AxiCromo favorisce il metabolismo glucidico.
  • STOMACO. Dopo la masticazione, il cibo scende tramite l’esofago e viene raccolto in questo sacco dove avviene la sua digestione. Gli enzimi e gli acidi che rivestono la parete dello stomaco, scompongono il cibo per facilitare così l’assorbimento dei nutrienti nell’intestino.
    Se mangiamo troppo, la pancia si gonfia e per accelerare lo svuotamento si possono bere infusi a base di Finocchio, Anice verde e Menta dolce. Quando invece, si manifestano bruciore e dolori, allora è gastrite che può esser mitigata con l’ausilio delle compresse PegaStrit in cui gli estratti di Cavolo e Fico d’India alleviano la mucosa infiammata.
    Il reflusso, cioè la risalita dei succhi gastrici verso l’esofago può esser trattato con l’Estratto Concentrato di Zenzero ad azione antiacida.
  • MILZA. Posizionata vicino a stomaco e pancreas, produce anticorpi e fa da barriera per le difese organiche.

DEPURATI E RIPARTI

Approfitta del cambio dell’armadio per fare pulizia anche dentro di te. Con l’arrivo dell’autunno è necessario depurarsi e ricaricare d’energia corpo e spirito.

Per purificare la pelle la pianta top è la Bardana: essa è in grado di stimolare la funzionalità epatica con ottimi benefici a livello cutaneo. Dopo 15 giorni di trattamento circa si noteranno già i primi miglioramenti sul tuo volto che avrà meno brufoli e punti neri.
Alla TM di Bardana puoi affiancare la TM di Tarassaco per velocizzare la fuoriuscita delle tossine. Nello stesso bicchiere d’acqua unisci i due macerati da pianta fresca affinchè possano lavorare in sinergia e ripeti 2-3 volte al giorno, meglio se lontano dai pasti.

Se capita spesso di alzarti al mattino già con la pancia gonfia, intervieni prontamente con le compresse Depur Fegato a base di estratti secchi di Carciofo, Tarassaco, Cardo Mariano e Melone. Questo integratore infatti è in grado allo stesso tempo di purificare e stimolare i succhi gastrici grazie alla cinarina ed agli altri principi attivi.

L’autunno è la stagione nella quale si manifestano maggiormente i dolori a collo, schiena e gambe. La curcumina contenuta nell’estratto secco di Curcuma ha la capacità di migliorare la funzionalità del fegato e di proteggere le articolazioni.

Hai mai pensato di smettere di fumare? Potrebbe essere arrivato il momento giusto! Purifica i polmoni con l’infuso di Nasturzio (o Crescione) dalle proprietà depurative, pettorali e atabagiche; sorseggialo anche al lavoro perchè ha pure un effetto dissetante.

La depurazione intestinale è indispensabile se in estate hai assunto farmaci che hanno scombussolato i tuoi ritmi; fai una cura per almeno due mesi con PegaStress, i fermenti lattici (Lactobacillus helveticus + Bifidobacterium longum) che regolarizzano sia in caso di stitichezza che di diarrea, mentre lontano dai pasti assumi le gocce di MG di Noce che attivano così le naturali difese intestinali.

Serve aiuto? Contattaci