Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

45 ANNI E NON SENTIRLI

Il tic tac del tempo batte per tutti e quando si arriva alla mezza età qualcosa nel nostro organismo cambia. Le donne vanno più soggette a drastiche modificazioni in quanto la produzione degli ormoni da parte delle ovaie, comincia a ridursi fino alla cessazione totale delle mestruazioni.
Tale passaggio molte volte è accompagnato da notevoli disturbi che possono persistere per periodi più o meno lunghi.

Per prima cosa, il ciclo diventa irregolare a causa della fluttuazione dei livelli di estrogeni, i quali poi diminuiscono gradatamente fino alla comparsa della menopausa.
E’ questo il momento di utilizzare l’oligoelemento Zinco- Rame (DIA 5) al mattino prima di colazione e la TM di Agnocasto che in premenopausa regolano il flusso mestruale ed equilibrano gli estrogeni.

Le prime vampate cominciano a farsi sentire soprattutto di notte: ti svegli improvvisamente con il cuore che batte forte ed il corpo madido di sudore.
La Dioscorea è una pianta originaria del Messico il cui principio attivo, la diosgenina, subentrando nel controllo ormonale è utile nei disturbi associati alla menopausa quali sbalzi d’umore e vampate di calore.

Con la premenopausa cambia anche la qualità del sonno, in quanto sia le vampate che lo stato di ansia e di agitazione che caratterizza la donna in questa fase, compromettono il riposo.
Il Magnesio (AxiMagnesio) è un minerale indispensabile da integrare alla dieta come neuroregolatore, e prima di coricarti puoi utilizzare FitoFemm, uno spray sublinguale a base di Cimicifuga, Biancospino, Cardiaca e Passiflora che calma gli stati nervosi ed attenua le sudorazioni.

 

SONO PROPRIO IN QUEI GIORNI…

Nei giorni che precedono il ciclo molte donne lamentano dolore, gonfiore, emicrania, tensione mammaria, sbalzi d’umore e ritenzione idrica. Prima di ricorrere a degli antidolorifici di sintesi che indeboliscono il fegato e danneggiano lo stomaco, prova dei rimedi naturali efficaci, e privi di controindicazioni.

Ai primi segnali di dolore le capsule di Angelica Cinese (Dong Quai) favoriscono il benessere femminile, in particolare l’infiammazione e gli spasmi a livello dell’utero; diversi studi attestano infatti che l’azione antiinfiammatoria di tale pianta agisca provocando il rilassamento dei muscoli della parete uterina, normalizzando le contrazioni e le tensioni muscolari.

Improvvisamente nei giorni che precedono il ciclo gli abiti diventano stretti ed i pantaloni si trasformano in skinny! Preparati una tisana sgonfiante così composta:

Questa miscela da bere durante la giornata svolge un’attività sgonfiante e digestiva e per favorire l’eliminazione dei liquidi che ristagnano nelle gambe, puoi aggiungervi delle gocce di EIS Drenaggio, i cui estratti di Verga D’oro, Ononide ed Ortosiphon promuovono la diuresi.

Gli sbalzi ormonali che precedono l’arrivo del ciclo causano irritabilità e cefalea. L’ansia ed il nervosismo sono dovuti infatti a modificati rapporti tra i neurotrasmettitori cerebrali e per infondere un maggior senso di rilassamento puoi ricorrere ad AxiMagnesio,  dove magnesio e vitamina B6 regalano benessere ai nervi ed all’umore.
Attacchi ricorrenti di mal di testa in fase premestruale si verificano perchè si abbassa sensibilmente la soglia del dolore e possono essere contrastati con la TM di Partenio.

Gli squilibri tra estrogeni e progesterone determinano l’aumento della prolattina, sia durante l’allattamento ma anche poco prima del ciclo; le donne sensibili a tali alternanze sono soggette a tensioni mammarie e sensibilità ai capezzoli e un rimedio naturale che contrasta tali sintomi è la TM di Agnocasto, una pianta che armonizza il bilancio ormonale, alzando i livelli di progesterone.

AGNOCASTO E SINDROME PREMESTRUALE

L’Agnoscasto (Vitex agnus-castus) è una pianta medicinale utilizzata soprattutto per contrastare i disturbi femminili e son state fatte ricerche per valutarne l’efficacia e la sicurezza dei suoi principi attivi nel corso di studi clinici randomizzati e controllati.

I lavori sono stati effettuati utilizzando l’estratto di agnocasto da solo e non in combinazione con altri fitoterapici, e riguardavano l’efficacia sulla sindrome premestruale: è stata così documentata la validità dell’agnocasto sul placebo.

Gli eventi avversi associati all’assunzione di tale principio attivo sono risultati di lieve entità e generalmente poco frequenti.

La Tintura Madre di Agnocasto è l’estratto fluido che ogni ragazza può assumere in caso di dolori ed irregolarità del ciclo mestruale, diluito in un bicchiere d’acqua o all’interno di una tisana composta da:

Occorre bere 2-3 tazze al giorno di tisana in quanto favorisce il rilassamento a livello del basso ventre ed attenua i dolori.

Serve aiuto? Contattaci