Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

SANGUE AL NASO? FERMALO COSI’

Gli starnuti primaverili possono mettere a dura prova i vasi sanguigni fragili delle vie aeree. Che fare?

La perdita di sangue dal naso viene definita epistassi ed è un problema che non va sottovalutato, soprattutto se non è un episodio sporadico, ma occorre capirne l’origine e trovare la soluzione giusta.

Se è legata alle allergie da pollini, bisogna attenuare tali fastidi con integratori come Allfor-Plus in cui ortica, liquirizia e i lactobacillus favoriscono la funzionalità dell’apparato respiratorio, mentre PSC Ribes nigrum stimola la produzione di cortisone naturale dalla potente attività antinfiammatoria e di sostegno delle difese immunitarie.
Le gemme del Ribes possono essere somministrate anche ai bambini, ad un dosaggio più basso.

Quando le emorragie nasali si verificano indifferentemente tutto l’anno devi rinforzare i piccoli capillari con VegeVen Omeostat, capsule contenenti rusco, centella e salvia cinese che riducono la permeabilità a sostegno dei tessuti delle cavità delle narici.

In certi casi, la fuoriuscita di sangue è legata all’ipertensione. E’ bene allora assumere una compressa al giorno di Magnesium 375 ad effetto rilassante e bere Tisane composte da foglie di Olivo, Tiglio alburno e Cardiaca sommità che regolano la pressione arteriosa.

Un vecchio rimedio naturale della nonna inoltre è la polvere di Equiseto in quanto è un’ottima pianta remineralizzante e cicatrizzante.

FANGHI E BAGNI SNELLENTI

Avvicinandoci alla primavera, dobbiamo preparare il nostro corpo ad affrontare il cambio di stagione in maniera ottimale, eliminando i rotolini e gli inestetismi che si intravedono. L’intensificarsi dei ritmi, a lavoro e a casa, la carenza di energie tipica di questa stagione e l’accumulo di tossine obbligano a trovare una soluzione rapida per rimettersi in forma.
Puoi ricorrere quindi, all’utilizzo di rimedi ricchi di principi attivi snellenti e tonificanti, come i fanghi e le creme lipolitiche che, abbinati a infusi d’erbe, combattono il grasso sottocutaneo e migliorano la circolazione.

Il Fango Cell-Off a base di argilla ed alghe oceniche riduce e previene i ristagni idrici. Fai la prova del 9 con il classico metro da sarta: prima di cominciare il trattamento, misura i centimetri di conferenza e dopo qualche applicazione noterai sensibilmente il miglioramento.
Quando fare i fanghi? Comincia già da lunedì e ripeti per tre giorni consecutivi, massaggiando il prodotto su tutta la gamba (e volendo, anche sulla pancia) e lasciandolo in posa per 30-40 minuti circa. Per agevolare l’utilizzo, puoi indossare i pantaloncini “effetto sauna” che vengono dati in dotazione così da non sporcare i vestiti.

Dopo aver lavato il fango, applica la Crema Cell-Off di ultima generazione a cristalli liquidi studiata per contrastare la cellulite anche persistente ed accentuata. Va applicata con ampi massaggi circolari, dal basso verso l’alto, fino a completo assorbimento tutti i giorni cercando di essere il più costante possibile.

I Sali del Mar Morto, provenienti da un mare chiuso ricchissimo di minerali, tonificano i tessuti e stimolano intensamente la circolazione, oltre a favorire il drenaggio. A giorni alterni, concediti un bagno immersa nei preziosi benefici salini che contrasteranno la formazione anche delle antiestetiche venuzze blu che segnano le gambe.

Una buona abitudine per contrastare la cellulite è quella di bere tisane che alleggeriscono dai liquidi in eccesso, come la seguente:

Questa miscela di erbe va preparata come decotto, cioè facendo bollire le piante nell’acqua per alcuni minuti in modo che i loro principi attivi vengano estratti. Meglio non zuccherarla ma si può dolcificare con un pochino di miele.

Serve aiuto? Contattaci