Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

LA DIETA ANTI-CORTISOLO

Hai tentato di seguire una dieta ma la fame nervosa ti fa sgarrare di continuo? Probabilmente è colpa del cortisolo, l’ormone dello stress, che si attiva a dismisura quando non sei serena e la tua mente influisce sulle scelte alimentari.
Quando siamo tristi o eccessivamente in tensione infatti, aumenta il livello di cortisolo e la valvola di sfogo sono i dolci.

Per non allargare il girovita ed appesantire fianchi e cosce bisogna ridurre gli alimenti ad alto indice glicemico come i carboidrati raffinati, fare più moto ed agire con rimedi fitoterapici.

Al mattino fai colazione con una tazza di Tè Verde, fette biscottate integrali e frutta. Contrasta inoltre la fame nervosa con le capsule di Griffonia (5-HTP) in cui il triptofano, precursore della serotonina, evita gli sbalzi d’umore.

Non saltare i break, ma a metà mattina e pomeriggio concediti una tisana fumante. Ora in commercio, si trovano delle cialde adatte alle macchinette della Nespresso contenenti gradevoli miscele di erbe. Puoi scegliere tra una Tisana Puro Detox, Dolce Relax, Frutti di Bosco oppure di Menta, ideali anche per spuntini veloci.

Se non vuoi abbuffarti, mezz’ora prima di pranzo e cena, va benissimo l’Avena MG che rilassa e contrasta la fame compulsiva.

COME RICONOSCERE L’IPERTROFIA PROSTATICA

Molti uomini hanno paura di parlarne col proprio medico e cercano di non farci caso fintanto che il problema non diventa serio, ma agire per tempo controllando lo stato di salute della prostata aiuta a prevenire anche gravi patologie.

La prostata è una ghiandola presente solo nell’apparato genitale maschile con lo scopo di produrre parte del liquido spermatico. In condizioni normali è grande come una noce, ma col tempo può ingrossarsi e generare qualche disturbo.

I primi sintomi che potrebbero insospettire sono la sensazione di non svuotare completamente la vescica, riduzione del getto urinario e soprattutto il bisogno di andare spesso in bagno durante la notte.
Questo perchè la prostata si trova sotto la vescica e quando aumenta di volume comprime parte dell’uretra.

Il primo “tagliando” va fatto dopo i 50 anni, ma già dopo i 40 se c’è qualche avvisaglia o familiarità con l’ipertrofia.

Alcuni farmaci o quando si bevono molti liquidi prima di andare a letto possono aumentare la frequenza delle minzioni. Escluso ciò, è bene ricorrere alla fitoterapia per ridurre l’infiammazione e portare giovamento.

La pianta più indicata è l’Epilobio perchè la parte aerea contiene flavonoidi e mucillagini e chi non ha tempo o voglia di prepararsi degli infusi può ricorrere al Macerato di Pianta Fresca.

Una valida alternativa è la palma nana (Serenoa repens) in estratto secco ricca di acidi grassi e fitosteroli di cui è particolarmente concentrato l’integratore ProstaFactors.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante: i semi di Zucca ed il Polline sono ottimi rinforzanti dei tessuti, mentre le foglioline di Tè Verde con le loro catechine risultano un prezioso antiossidante.

LA DIETA DEL RIENTRO

In ferie hai staccato la spina, ti sei data alla pazza gioia ed ora ti ritrovi con il girovita allargato. Che fare? Non smettere di mangiare ma segui una dieta ipocalorica perchè solo bruciando più calorie di quelle introdotte potrai perdere peso.

Ciò non significa dover patire la fame! La voglia di ritrovare l’antica silhouette può indurti a provare diete drastiche in cui vengono eliminati completamente i carboidrati aumentando considerevolmente le proteine; certamente si dimagrisce in breve tempo, ma a fronte di una carenza di nutrienti essenziali che intaccano la massa muscolare e causano l’effetto yo-yo.

Il nostro organismo necessita di grassi come quelli forniti dal pesce e dalla frutta secca per salvaguardare il cuore e le arterie, di carboidrati (meglio se integrali) i cui zuccheri forniscono energia, di proteine per la formazione dei tessuti e di fibre che attenuano l’appetito e favoriscono il transito.

Non saltare i pasti, anzi, ai tre principali intermezza i due spuntini di metà mattina e pomeriggio per evitare le abbuffate. Inizia quindi la giornata con un’abbondante colazione a base di latte, yogurt, cereali integrali e frutta secca (aiutati coi superfrutti Açai, Giuggiole e Pitahaya).
Berry-Diet inoltre è un integratore contente Maqui, Schisandra e Goji che apportano vitalità, mentre il Lampone e la Garcinia stimolano lo smaltimento di grassi e zuccheri.

Se ti prende un languorino, fai uno spuntino leggero con un frutto fresco di stagione oppure spizzica qualche Mora di Gelso che contrasta i cali energetici ed apporta sazietà.

Prima di pranzo e cena puoi velocizzare il metabolismo con le gocce EIS Peso a base di Pirosella, Quercia marina e Matè, oppure attenua l’assorbimento calorico con il Chitosano ottenuto dai gusci dei crostacei in grado di inglobare ed inibire l’assorbimento dei lipidi.

Dimentica i fritti, i cibi precotti che contengono additivi, grassi saturi, zuccheri raffiati e conservanti, e bevi durante la giornata tazze di Tè verde dall’effetto drenante ed antiossidante.

BELLA E ABBRONZATA PIU’ CHE MAI

Ore e ore al sole per abbronzarsi il più possibile non è la strategia vincente se non vuoi ritrovarti a settembre con macchie, rughe, pelle secca e capelli sciupati.
Qualunque sia la tua meta vacanziera (mare, montagna o a zonzo per città d’arte) hai bisogno di creme e trattamenti specifici per proteggerti dai danni delle radiazioni, evitare scottature e spellature, e mantenere a lungo la tintarella.

Promuovi la melanina utilizzando, sia prima che durante l’esposizione, integratori a base di carotenoidi: Betacarotene intensifica il colore, mentre Astaxantina previene i rossori tipici delle carnagioni chiare. Tè Verde, Licopene ed Oxy Max contenente vitamina E, Selenio e Luteina sono antiossidanti utili per combattere i radicali liberi e promuovere il rinnovamento cellulare.

In spiaggia, devi scegliere l’abbronzante più indicato per il tuo fototipo, ma è consigliabile partire dalle alte protezioni (SPF 5o ed SPF 30) i primi giorni, per poi scendere alla SPF 15 o SPF 6. Il Gel Superbbronzante va sempre spalmato sotto al funzionale in quanto potenzia il colore ma non scherma dai raggi UV.
Sole e vento danneggiano inesorabilmente i capelli rendendoli secchi e crespi: indossa cappello o bandana e vaporizza sulla chioma l’Olio Capelli all’Argan che non unge ed avvolge la fibra così da evitare la disidratazione.
Dopo la doccia serale, non puoi rinunciare all’Emulsione Doposole per lenire le irritazioni e rigenerare l’epidermide.

Il sole, ad alta quota, è molto più intenso, quindi devi proteggerti con solari a schermo totale: Combi abbina una crema viso SPF 30 ad uno stick SPF 50 adatto per zone sensibili come contorno occhi e labbra, naso, nei, tatuaggi e cicatrici.

Anche in città devi fare attenzione. Prima di uscire applica sul viso pulito il Siero Antiossidante Effetto Pelle Sana che attiva la produzione di collagene, quindi la CC Cream che difende dalle macchie e da tutte le discromie cutanee.

SMETTI PRIMA DELL’ESTATE

Dire addio al fumo prima delle vacanze estive sembra un’assurdità, ma è proprio il periodo migliore perchè così ne trae beneficio anche la pelle. Tanti non rinunciano alle sigarette perchè hanno paura di ingrassare, ma giocando d’anticipo e facendo ricorso alla fitoterapia, non sarà più un problema.

I primi giorni senza nicotina sono i più duri: il tabacco infatti, serviva come scacciapensieri, spezzafame ed antistress, per cui occorre cambiare stile di vita per non ricadere in tentazione.

Per combattere la crisi d’astinenza vanno bene tutti i fitoderivati che promuovono il rilassamento, evitano la tachicardia e favoriscono la ripresa. La TM di Lavanda ha un’azione calmante sul sistema nervoso, agisce contro le emicranie ed è un toccasana come antispasmodico, mentre la TM di Cardiaca è efficace per contrastare le palpitazioni.

Anche la floriterapia è utile: il fiore di Bach Agrimony è indicato per quelli che per non sentire l’ansia e non voler far vedere un loro disagio, usano la sigaretta come valvola di sfogo.

Anni e anni di fumo hanno intossicato pelle, fegato e polmoni; una buona depurazione è necessaria per pulire tali organi ed allo stesso tempo riacquistare un colorito sano e luminoso. Le erbe più indicate sono il Nasturzio ed il Marrubio per l’apparato respiratorio, Salsapariglia e Fumaria come drenanti epatici e cutanei.

Il tabagismo ha bruciato tanta vitamina C: rinforza le difese e combatti i radicali liberi con i preziosi antiossidanti del Tè Verde e dell’Açai in grado di contrastare anche la fame nervosa.

DORMIRE BENE PER RIPARTIRE A MILLE!

Riposare bene è essenziale per ritrovarsi al mattino con l’energia necessaria ad affrontare la giornata. Durante il sonno i muscoli si rilassano, la mente si libera dalle tensioni ed il sistema immunitario recupera; inoltre, vengono attivati i processi di riparazione cellulare, le secrezioni ormonali e le funzioni detossificanti.

I primi caldi, le zanzare, lo stress al lavoro, l’apprensione per gli esami dei figli mettono l’organismo sul chi va là, determinando una certa difficoltà ad addormentarsi (insonnia iniziale) o risvegli notturni dettati da incubi o pensieri ricorrenti.

Non buttarti subito sui farmaci ipnotici, ma cerca aiuto nella fitoterapia. La TM di Passiflora ha proprietà ansiolitiche che inducono benessere mentale durante il giorno e rilassatezza serale, mentre la TM di Escolzia migliora la qualità e la durata del sonno.

L’astenia mattutina si manifesta con mancanza di forze, apatia e cattivo umore. Alcune funzioni organiche dipendono dalle ore di luce e l’organismo deve abituarsi alle nuove condizioni climatiche.
Recupera energia e vitalità con Nutrisprint, flaconcini contenenti Rodiola, Guaranà e vitamina B che danno subito la giusta carica, oppure Eleutero+ per migliorare l’attività cerebrale grazie all’efficacia di Eleuterococco, Aronia ed Olivello Spinoso.
La depressione va contrastata con EIS Serenità in cui Avena e Iperico esercitano un’azione positiva sulla psiche.

Anche il cibo e il movimento sono importanti. C’è bisogno di una dieta che combini alimenti energetici con altri che favoriscono il riposo notturno.
Via libera agli zuccheri della frutta, dei cereali integrali e di verdure e patate, stai alla larga invece da quelli raffinati perchè appesantiscono e mettono più appetito.

Assumi più vitamina C in quanto favorisce l’assorbimento del ferro, bevi Tisane depurative e sgonfianti a base di Carciofo, Viola del Pensiero e Tè Verde, ed infine fai lunghe passeggiate all’aria aperta (non nelle ore centrali) perchè la luce del sole ti farà sentire meglio.

TIME OUT ALLE RUGHE

Non è vero che le creme antirughe sono tutte uguali! Quello degli antiage è un mondo in continua evoluzione che fa della ricerca la principale fonte di sviluppo. Gli acidi estratti dalle piante ad esempio, sono principi attivi che aiutano a prevenire e correggere i segni del tempo, rigenerare le cellule e dare un aspetto più florido e sano al volto.

La Crema Idratante Amavital è una preziosissima emulsione in cui l’acido ialuronico idrata fortemente il tessuto cutaneo, mentre il Filler Contorno Occhi e Labbra consente di livellare la microrugosità cutanea tipica di queste zone, rispettandone la delicatezza.

Il retinolo favorisce il rinnovamento cellulare per ridurre progressivamante i segni dell’età. Purtroppo ad alte concentrazioni può scatenare rossori e pruriti cutanei. La Crema Antiage Giorno e Notte presenta un pool di sostanze vegetali ad azione retinolo simile ed un complesso di pre e probiotici che potenziano i meccanismi di difesa dei tessuti.
La Crema Antiage Illuminante è ricca invece di Ectoina e Acido ferulico ad effetto antiossidante che garaniscono un eccezionale luminosità e conferiscono al volto uno splendido effetto salute.
Per le borse, le occhiaie e le rughe di espressione, la Crema Contorno Occhi Premium contiene bioflavonoidi e peptidi che intervengono sulla microcircolazione e donano allo sguardo una freschezza inaspettata.

Usate in sinergia con le creme di bellezza, gli integratori naturali assicurano comfort, giovinezza e salute. Renjuva sono capsule contenenti collagene idrolizzato, condroitina solfato e acido ialuronico, componenti vitali del tessuto cutaneo e il loro declino nell’ organismo è associato all’invecchiamento. Tali sostanze lavorano inoltre in sinergia per ripristinare la viscoelasticità e ridurre i danni da photoaging.
Il Coenzima Q10 (Co En Q10 100), o ubichinone, è un cofattore che svolge un ruolo primario nel metabolismo energetico cellulare, mentre il Tè Verde, ricco di polifenoli, rappresenta un valido aiuto contro i radicali liberi che minacciano l’integrità cutanea.

ALITO PESANTE?

Hai notato che quando parli, chi ti sta di fronte si allontana? Non è sicuramente per vederti meglio o perchè parli troppo forte. Sarà forse per colpa del tuo alito?

I cibi particolarmente aromatici come quelli contenenti aglio e cipolla certamente promuovono tale inconveniente, ma non è l’unica causa.
Dopo un pasto speziato o piuttosto pesante per lo stomaco è bene:

  • ricorrere ad una incisiva igiene orale lavando i denti con il Dentifricio OS Remargin (ripeti l’operazione anche due volte);
  • assumere enzimi digestivi come Enzitime che promuovono lo svuotamento gastrico;
  • spruzzare nel cavo orale lo Spray Gola Propoli contenente l’olio essenziale rinfrescante e salva-alito di Menta.

Se questo problema ti affligge quotidianamente allora bisogna ricercare le cause. Può essere colpa di un’alimentazione scorretta o sregolata che causa nauseanti flatulenze, reflusso gastrico, gastrite ed acidità.
I fermenti lattici Axidophilus da assumere a digiuno sono fondamentali per la flora batterica adibita alla digestione.
Una dieta sbilanciata molte volte acidifica il pH dello stomaco (leggi il blog La corretta dieta alimentare? Acido-Base 1:3); l’Erba d’Orzo da sciogliere in un bicchiere d’acqua prima dei pasti ed il Tè Verde da sorseggiare durante la giornata correggono il pH riportandolo al giusto equilibrio.

La bocca amara è la sensazione che corrisponde ad una disfunzione epatica. Promuovi la depurazione con l’assunzione di tisane che alleggeriscono il fegato dalle tossine; la composizione è la seguente:

Come rinfrescante inoltre dà buoni risultati anche la Clorofilla che minimizza i cattivi odori.

Infine, gengive sanguinanti o carie non curate scatenano fenomeni di alitosi. Nell’attesa di una visita dal dentista (ed anche dopo!) è consigliabile fare sciacqui e gargarismi più volte al giorno con il Colluttorio OS Remargin in cui Colostro, Aloe, semi di Pompelmo ed oli essenziali antibatterici contribuiscono a mantenere sana la bocca.

QUANDO CORRI, ATTENZIONE A…

La corsa sicuramente è lo sport che più di tutti permette di perdere peso velocemente; vengono bruciate infatti parecchie calorie, si eliminano i liquidi in eccesso e ne rae beneficio pure la mente.
A volte però, per raggiungere l’obiettivo preposto si rischia di sovraffaticare il fisico e commetttere errori che potrebbero risultare pericolosi:

  1. Non partire senza prima aver fatto un po’ di riscaldamento; inizia con una camminata veloce e dopo 5-10 minuti comincia ad aumentare gradatamente la velocità.
  2. Utilizza scarpe adatte che ammortizzino il peso e proteggano la schiena; è facile altrimenti subire contusioni e distorsioni a carico delle articolazioni o avere mal di schiena anche nei giorni successivi.
    Per dar sollievo a ginocchia, caviglie e zona lombare dopo l’allenamento è consigliabile l’utilizzo della Pomata all’Arnica, il rimedio indispensabile per le fibre muscolari messe sotto sforzo durante la corsa.
  3. Dopo una grande sudata, ricordati di bere; è importante reidratarsi in quanto i sali minerali e le vitamine perse causano indebolimento e scarsa resistenza fisica. Metti nella sacca da jogging un tappino di Nutridiur da sostituire a quello della bottiglietta d’acqua. Esso contiene una tisana solubile drenante e dissetante composta da Centella, Tarassaco, Ononide, Asparago e Matè che favoriscono l’eliminazione dei cataboliti prodotti dall’allenamento e continuano il drenaggio.
  4. L’alimentazione non va sottovalutata dal runner; sono da preferire i cibi a basso indice glicemico ed abbondanti porzioni di frutta e verdura, importanti riserve di nutrienti.
  5. Combatti gli stress ossidativi con cicli periodici di antiossidanti quali la vitamina E 400 ed il Resveratrolo, il consumo quotidiano di Semi di Melograno che proteggono ulteriormente il cuore e bevi tazze di foglie di Tè Verde dal potere rigenerante.

RIMEDI CONTRO LE ABBUFFATE

Svegliarsi il 1° Gennaio gonfi, appesantiti e con l’alito che grida vendetta dopo aver festeggiato fino a notte inoltrata è piuttosto normale. Quando si mangia in maniera eccessiva e si beve qualche bicchiere di troppo, stomaco, fegato e intestino il giorno seguente presentano il conto.
Sicuramente pranzo e cena dovranno essere semplici e leggere (se puoi, gli avanzi riciclali tra qualche giorno) a base di frutta e verdura; sono assolutamente vietati gli alcolici e le bibite zuccherine, mentre è consigliabile alleggerire gli organi emuntori con una tisana purificante.

Preparati al risveglio una tazza di Tè Verde che ha effetto antiossidante e rigenerante per il post-sbornia; al suo interno puoi aggiungere qualche pezzettino di radice di Zenzero Candito utile per combattere la nausea.
Eliminare il gonfiore addominale e depurare il fegato è possibile grazie all’unione dei Macerati di Pianta Fresca di Carciofo e di Menta: 40-50 gocce di enrambe in un bicchiere d’acqua due volte al giorno aiuteranno anche a rinfrescare la bocca ed attenuare il fenomeno dell’alitosi.

In caso di acidità e bruciore di stomaco, il puro succo di Aloe Arborescens addolcisce la mucosa gastrica, mentre le compresse masticabili PeGastrit a base di Fico d’India, Olivo e Broccoli allentano le tensioni muscolari della pancia e favoriscono la digestione.

L’intestino deve fare i salti mortali per eliminare le scorie del cenone: prima di coricarti alla sera, mastica un cubetto di Frutta & Fibre accompagnato da un abbondane bicchiere d’acqua per aumentare la massa fecale e favorire lo svuotamento senza irritare i villi.

GREEN TEA TIME: E’ L’ORA DEL TE’ VERDE

Le statistiche parlano chiaro: il tè è la bevanda più diffusa al mondo e anche gli italiani, accaniti consumatori di caffè, hanno cominciato ad assaporare le benefiche virtù di tale liquido ambrato.

Il nome botanico di tale pianta è Camelia sinensis ed ogni fusto termina con un germoglio: man mano che si utilizzano le foglie vecchie, cioè distanti dal germoglio, diminuiscono la qualità ed il prezzo del tè, in quanto aumenta il raccolto.
I costituenti principali sono la teina, la teofillina, la teobromina, ma anche polifenoli, minerali e vitamine.
Tali componenti hanno svariati funzioni: stimolanti, diuretiche, astringenti, ipocaloriche e digestive; a tal proposito, il tradizionale uso inglese del tè alle 5 del pomeriggio ha la sua giusta motivazione in quanto serve a favorire il completo svuotamento gastrico.

Il Tè Verde si differenzia dal nero per la mancanza della fermentazione, lasciando così le foglie nella struttura originale con il caratteristico colore verde scuro. In questo modo, il tè verde mantiene integro il contenuto di polifenoli e vitamina C ad azione antiossidante.
I tè verdi inoltre, si differenziano tra loro per la diversa tostatura.

Nel blog precedente abbiamo analizzato il tè nero, ora parliamo delle differenze tra i tè verdi:

  • Tè Verde China Gunpowder presenta un gusto ricco e profumato, con un sapore leggermente amaro all’inizio, che lo rende piacevole anche a cena.
  • Tè Kukicha è un tè verde giapponese molto leggero composto prevalentemente dai rametti della pianta e dalla nervatura delle foglie.
  • Tè Sencha al Gelsomino viene ottenuto senza macinare le foglie. Dopo la raccolta viene cotto a vapore per bloccarne la fermentazione, poi le foglie vengono manipolate fino ad assumere l’aspetto di aghi di pino.
    La parola Sencha significa “tè decotto”, riferito al metodo con cui si ottiene l’infuso, il quale risulta di colore verde chiaro e dal sapore fresco e amarognolo simile al Bancha.
  • Tè Verde Matcha è molto pregiato e raro, ottenuto dalla polverizzazione delle foglie e dei germogli di tè del Tencha ed essiccate a vapore. Presenta un odore intenso, vegetale, con note marine penetranti ed un sapore dolciastro e vellutato in bocca.
    Si tratta del tè più ricco di antiossidanti e per la sua preparazione serve il Frullino in bambù, capace di mescolare la polvere fino ad ottenere una bevanda priva di grumi e con una schiumina verde chiaro conosciuta come spuma di giada.
    Questo è l’unico tè che viene bevuto in polvere mescolato ad acqua; in questo modo si assumono tutte le componenti salutari del tè (vitamine, polifenoli, caffeina, minerali).
  • Tè Bianco Pai Mu Than, una vera rarità. La sua lavorazione avviene con metodi delicati che escludono alcuni passaggi del trattamento del tè.
    E’ un tipo d tè non fermentato (quindi verde) che viene subito essiccato senza passaggi intermedi; le foglie vengono raccolte a mano e distese su graticci sotto una debole luce e quando hanno perso il 70-80 % dell’acqua contenuta, vengono essiccate a fuoco basso.
    Durante l’appassimento è necessaria grande esperienza per giudicare la quantità di acqua evaporata ed in questo senso, il tè bianco è in assoluto il più naturale ed il più ricco di antiossidanti perchè meno lavorato.
    In apparenza le foglie hanno un aspetto liscio o a scaglie, ed il colore in tazza è argento, giallo brillante, con un gusto molto delicato, aromatico e piacevole, mentre l’odore è fiorito.
  • Tè Oolong semifermentato è un tè che, in termini di gusto, è una via di mezzo tra il tè verde ed il tè nero.
    La foglia fresca è parzialmente essiccata al sole e fermenta solo in parte, per cui la parte centrale della foglia rimane intatta; dopodichè viene portata ad alte temperature al fine di rendere stabili le caratteristiche di colore, gusto e fragranza. E’ un tempo particolarmente forte e di sapore pieno.

Come si prepara il tè?
L’acqua utilizzata dovrebbe essere appena bollente e non troppo alcalina così da evitare ossidazione e precipitazione di polifenoli e rendere l’infuso insipido.
La quantità è generalmente di 2-3 gr per persona, anche se gli anglosassoni applicano la regola del cucchiaino da tè per ogni ospite più uno “per la teiera”; si lascia in infusione 3-5 minuti ricordando che se si desidera un tè poco forte conviene, dopo 2 minuti, gettare la prima tazza più ricca di caffeina che essendo un alcaloide si libera per prima e solo successivamente fuoriescono i tannini che aumentano i benefici per stomaco ed intestino.
La teiera ed il colino vanno sciacquati e mai lavati con detersivo per permettere al tannino di depositarsi sulle pareti.

Limone o latte?
Il latte si lega ai tannini diminuendo in parte la loro disponibilità e facendo così perdere al tè il suo aroma naturale, ma in questo modo vengono rilasciati gradualmente al momento della digestione del latte, prolungandone quindi nel tempo l’azione benefica.
Il limone d’altro canto, vera eresia per gli inglesi, potenzia l’azione antiossidante dei tannini.
In molti comunque, sostengono che aggiungere limone o latte nel tè, comporti una diminuzione delle proprietà salutistiche.

DOPO LE FESTE, AIUTA IL FEGATO

Esiste il detto “arriva l’Epifania che tutte le feste si porta via” ma purtroppo non ci leva la sensazione di pesantezza dovuta ai bagordi natalizi.

Chi ne soffre di più è sicuramente il fegato che, con l’accumulo di grassi e tossine, rallenta le funzioni fisiologiche del nostro organismo e quindi tocca alla fitoterapia venire in suo aiuto.

Bere la sola acqua non serve a nulla perchè è priva delle sostanze che favoriscono la pulizia, per cui consiglio una tisana depurativa così composta:

In questo caso si fa un decotto lasciando bollire 1 cucchiaio di tisana per qualche minuto e lasciar riposare per almeno una decina di minuti prima di bere. Le piante depurative hanno principi attivi amari ed essendo vietato dolcificare le tisane con lo zucchero, per renderla più piacevole puoi aggiungere un cucchiaino di DepurMiel cioè miele arricchito con oli essenziali che ne potenziano l’effetto.

Se sei sempre di corsa e non hai tempo per preparare la tisana puoi utilizzare Unico Depurativo, lo sciroppo concentrato a base di estratti secchi titolati da assumere al mattino a stomaco vuoto alla dose di 1 cucchiaio diluito in un bicchiere d’acqua.

Oltre a depurarti vuoi eliminare dei grassi accumulati? Assumi 2 capsule al giorno di Tè verde con uno o due bicchieri d’acqua per aiutare la purificazone ed avere un effetto snellente.

E’ necessario inoltre seguire una dieta ipocalorica e povera di grassi abbinata a del movimento fisico e bandisci dalla tavola tutti gli alcolici.