Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

CHE PRURITO L’ORTICARIA

Il ritorno alle vecchie abitudini ed il caldo di questi giorni scatenano reazioni cutanee piuttosto fastidiose. Rossori e prurito infastidiscono improvvisamente la pelle e l’unico sollievo lo trovi grattandoti vigorosamente.
Prima di scorticarti, analizza cosa può aver provocato tali manifestazioni e cerca i rimedi giusti nella fitoterapia.

Se si tratta di un semplice episodio, è probabile si tratti di una reazione da contatto oppure all’ingestione di cibi ricchi di nichel o altre sostanze allergizzanti come i crostacei, i pomodori, le fragole ed il cioccolato. Ultimamente risultano estremamente fastidiosi gli alimenti contenenti coloranti, conservanti, insaporitori ed esaltatori degli aromi, nascosti in etichetta dietro sigle o nomi incomprensibili.
Tali reazioni possono durare qualche ora fino a 7-10 giorni a seconda della sensibilità della persona e della concentrazione degli additivi chimici.

Quando  invece si ripresenta con una certa frequenza, può essere un meccanismo di difesa che l’organismo scatena. L’uso prolungato di certi tipi di farmaci come gli antibiotici e gli antinfiammatori, il contatto quotidiano con alcuni tessuti sintetici e l’uso di prodotti cosmetici non naturali sono le cause più diffuse.

Che fare? Fondamentale è la depurazione. Occorre pulire infatti gli organi emuntori con le TM di Carciofo, Tarassaco e Cardo Mariano ed attenuare il prurito con le gocce PSC Ribes Nigrum ad azione cortison-like.
Ad uso topico, la Pomata PS 19 è un ottimo rimedio emolliente grazie ai principi attivi di Iperico, Camomilla e Calendula, miscelati negli oli di Enotera e Rosa Mosqueta. Quando interessa il cuoio capelluto allora è utile sia lo Shampoo Doccia che la Lozione PS 19 in cui sono presenti Aloe vera e Prezzemolo dall’effetto lenitivo e rinfrescante.

Serve aiuto? Contattaci