Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

VIA LA PANCETTA

Secondo un sondaggio alcune donne hanno detto di trovare sexy l’uomo con la pancetta. Guarda caso però, i “fusti” sono quelli ad essere maggiormente ammirati ed ambiti!

Cosa fare? Forse è proprio il momento giusto per mettersi un po’ in riga!

Il sovrappeso è dato da un’alimentazione sbagliata: si mangia più di quanto si riesca a bruciare e tale abitudine fa sì che anno dopo anno la “ciambella addominale” lieviti.

Occorre dare una regolata al cibo: non consumare gli alimenti precotti, gli zuccheri raffinati, gli insaccati, i fritti e l’alcool. Riduci i carboidrati, le patate, i latticini e le carni rosse ed aumenta invece le fibre (soprattutto ad inizio pasto in quanto hanno effetto saziante), il riso ed il pesce.

Per perdere più in fretta qualche chiletto puoi ricorrere a qualche strategia green come ad esempio il consumo di Tisane dissetanti e purifcanti tipo questa:

Chi è abituato a mangiare tanto, deve assumere prima dei pasti principali delle capsule sazianti di Glucomannano, un tubero la cui alta solubilità, con l’acqua si gonfia, aumenta di volume e fa venire meno fame.

Se la causa è lo stress bisogna invece agire con fitoterapici rilassanti come la TM Passiflora, mentre per attivare la serotonina e sentirsi meglio è indicato il triptofano (5-HTP), utile quando mangi per compensare la tristezza.

Non vai a letto se prima non spilucchi qualcosa di dolce? A te serve EIS Zuccheri, una tisana già pronta in gocce a base di Gelso, Fieno greco e Momordica che agisce favorevolmente sul metabolismo dei carboidrati.

ALITO PESANTE?

Hai notato che quando parli, chi ti sta di fronte si allontana? Non è sicuramente per vederti meglio o perchè parli troppo forte. Sarà forse per colpa del tuo alito?

I cibi particolarmente aromatici come quelli contenenti aglio e cipolla certamente promuovono tale inconveniente, ma non è l’unica causa.
Dopo un pasto speziato o piuttosto pesante per lo stomaco è bene:

  • ricorrere ad una incisiva igiene orale lavando i denti con il Dentifricio OS Remargin (ripeti l’operazione anche due volte);
  • assumere enzimi digestivi come Enzitime che promuovono lo svuotamento gastrico;
  • spruzzare nel cavo orale lo Spray Gola Propoli contenente l’olio essenziale rinfrescante e salva-alito di Menta.

Se questo problema ti affligge quotidianamente allora bisogna ricercare le cause. Può essere colpa di un’alimentazione scorretta o sregolata che causa nauseanti flatulenze, reflusso gastrico, gastrite ed acidità.
I fermenti lattici Axidophilus da assumere a digiuno sono fondamentali per la flora batterica adibita alla digestione.
Una dieta sbilanciata molte volte acidifica il pH dello stomaco (leggi il blog La corretta dieta alimentare? Acido-Base 1:3); l’Erba d’Orzo da sciogliere in un bicchiere d’acqua prima dei pasti ed il Tè Verde da sorseggiare durante la giornata correggono il pH riportandolo al giusto equilibrio.

La bocca amara è la sensazione che corrisponde ad una disfunzione epatica. Promuovi la depurazione con l’assunzione di tisane che alleggeriscono il fegato dalle tossine; la composizione è la seguente:

Come rinfrescante inoltre dà buoni risultati anche la Clorofilla che minimizza i cattivi odori.

Infine, gengive sanguinanti o carie non curate scatenano fenomeni di alitosi. Nell’attesa di una visita dal dentista (ed anche dopo!) è consigliabile fare sciacqui e gargarismi più volte al giorno con il Colluttorio OS Remargin in cui Colostro, Aloe, semi di Pompelmo ed oli essenziali antibatterici contribuiscono a mantenere sana la bocca.

COME SMALTIRE GLI STRAVIZI

In vacanza, ci hai dato dentro con lauti pasti, cocktail e happy hour alcolici ed ora ti senti appesantita? Con un po’ di impegno, qualche rinuncia e gli integratori giusti ritroverai la silhouette perduta.

I cibi raffinati ricchi di amido, i fritti, i dessert e le leccornie varie tendono a gonfiare lasciandoti quella sensazione di aver un pallone al posto dello stomaco, per non parlare poi delle bibite zuccherine.
L’alcol invece viene assorbito dal fegato dove in parte si accumula creando problemi epatici ed in parte si trasforma in grassi che si depositano nei punti critici.
Dopo alcuni giorni è normale sentirsi appesantiti, notare gonfiore sotto gli occhi ed avere difficoltà digestive accompagnate da bruciori gastrici.

Prima regola: mangiare sano e seguire una dieta detox. Non saltare i pasti e compresi i due spuntini di metà mattina e pomeriggio che evitano le abbuffate di pranzo e cena.
Evita i piatti contenenti grassi saturi (insaccati, formaggi stagionati,…) e quelli idrogenati che si trovano nei dolci da forno, nei gelati, come in hamburgere, patatine e salse da condimento.
Abbonda con le fibre, mentre la frutta consumala lontano dai pasti per evitare che fermenti e gonfi la pancia.
Assolutamente vietato l’alcol e se partecipi ad un aperitivo con gli amici, ordina uno smoothie o una spremuta di frutta fresca, tenendoti lontana dagli stuzzichini.

Bevi almeno 1,5 o 2 litri di acqua durante la giornata e per facilitarti le cose, preparati un infuso drenante e sgonfiante per eliminare i liquidi stagnanti localizzati. La composizione è la seguente:

La fame nervosa che attanaglia quando si riprende l’attività lavorativa e si ripresentano gli stress quotidiani puoi calmarla con l’assunzione delle capsule di Açai, bacche tonificanti che bilanciano la dipendenza da zuccheri a livello mentale.

Inoltre:

  • Cerca di cucinarti le pietanze così da renderti conto degli ingredienti utilizzati e delle loro calorie.
  • Abbassa il quantitativo di sale, sostituendolo con le spezie per insaporire i piatti. Non ingrassano e non trattengono i liquidi.
  • Attenzione a conservanti, coloranti e glutammato leggendo bene le etichette.
  • Mastica lentamente in modo da sveltire la digestione addominale.
  • Depura l’organismo per facilitare il lavoro di fegato, reni ed intestino.

 

STRATEGIE ANTICELLULITE

Disintossicano, drenano e combattono la ritenzione idrica: la natura ti offre tanti rimedi utili per favorire l’eliminazione della cellulite ed evitare i ristagni idrici nei tessuti.
Non serve infatti mangiare ananas ed insalata tutti i giorni per stimolare la diuresi, ma occorrono degli integratori specifici e dei trattamenti locali mirati per eliminare la “pelle a materasso”.

Per cominciare, bevi una tazza di tisana due o tre volte al giorno così composta:

L’infusione di tale miscela è in grado di depurare l’organismo dalle scorie accumulate dall’alimentazione scorretta o dall’uso di farmaci, drena in quanto favorisce gli scambi intra ed extracellulari, tonifica la circolazione ed attenua la sensazione di gonfiore addominale.

Localmente, applica 2-3 volte alla settimana il Fango Iodase, un trattamento specifico a base di alga Laminaria e dei fitoestratti naturali di Ananas, Cipresso ed Edera. La formulazione inoltre è arricchita di Fosfatidilcolina veicolata, un attivo capace di emulsionare finemente i grassi e rimodellare la linea del corpo in modo efficace e rapido.

Quotidianamente (e soprattutto tra un fango e l’altro) massaggia Iodase Cell: al mattino applica il siero di veloce e rapido assorbimento, è un vero concentrato anticellulite, alla sera invece spalma la crema ricca di estratti vegetali che promuovono il drenaggio e tonificano il microcircolo.

HO ESAGERATO COI DOLCI ED ORA HO LA CISTITE!

Hai fatto caso che quando mangi troppi zuccheri poi avverti un fastidio alle vie urinarie? Ebbene sì, troppi dolci provocano la cistite.

I microrganismi che vivono sul nostro corpo in presenza di un eccesso di zuccheri proliferano e colonizzano la vescica , l’organo in cui viene raccolta l’urina ed i sintomi sono fastidio e dolore durante la minzione, difficoltà ad urinare e bruciore.

Subito vanno eliminati gli zuccheri dalla tua alimentazione (caramelle, pane, pizza, biscotti, bibite gassate e dessert) in modo da togliere nutrimento a tutti i patogeni, poi assumi estratti naturali di Mirtillo Rosso in capsule oppure in pratici stick bevibili come il Cistoshield che, oltre ad annientare i microrganismi, ne favorisce l’espulsione.
Non dimenticare al mattino di fare colazione con yogurt naturale e le Bacche di Cranberry: sono gustose e fanno da scudo alle vie urinarie.

Quando il fastidio sarà passato, per evitare una ricaduta assumi una capsula al mattino prima di colazione di Candinorm, i fermenti lattici specifici per alzare le difese organiche e migliorare la flora batterica vaginale.
Una buona abitudine sarebbe quella di completare la purificazione con una tisana depurativa: un infuso composto da Tarassaco foglie, Cardo Mariano sommità, Equiseto pianta, Ononide radice e Menta Piperita foglie da mettere in una bottiglietta d’acqua e da bere durante la giornata.
Per una maggiore praticità si possono altrimenti assumere le compresse di Depur Fegato che contengono comunque principi attivi spazzini delle tossine.

Durante l’infiammazione evita certi cibi: gli zuccheri raffinati come detto prima, ma anche pomodori, salame, cioccolato, caffè ed alcolici perchè possono essere irritanti e cerca di bere parecchio per mantenere pulita la vescica il più possibile.

 

Serve aiuto? Contattaci