Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

SINDROME DA RIENTRO

Torni dalle ferie e sei più stanco di quando dei partito; com’è possibile? Probabilmente non hai mai staccato la spina oppure anche in vacanza ti sei dedicato a mille cose e corpo e mente si sono affaticati.
Rispetto al passato gli italiani si concedono non più di una o due settimane di stacco dal lavoro e ciò non è sufficiente a scaricare gli stress accumulati durante l’anno per cui si rientra con la testa pesa, i nervi a fior di pelle, l’intestino in tilt ed una fiacca generale.

La concentrazione post vacanze può esser stimolata assumendo 1-2 sticks bevibili di Eleuteo+ i cui estratti di Eleuterococco, Aronia, Tulsi ed Olivello spinoso danno la giusta carica mentale senza innervosirti ulteriormente. Lasciane qualcuno anche sul posto di lavoro ed aprilo quando le batterie cominciano a scaricarsi.

Appena qualcuno ti urta, scatti? Hai bisogno di 1 compressa al giorno di Magnesium 375, un integratore altamente biodisponibile di questo minerale importantissimo per il sistema nervoso.
Il deficit di magnesio infatti favorisce il rilascio degli ormoni dello stress (catecolamine e corticosteroidi) con conseguente irritabilità, emicrania e difficoltà ad addormentarsi.

Il cambio delle abitudini alimentari sono massacranti per stomaco ed intestino che si ritrovano a lavorare con pietanze nuove ed orari diversi.
Sensi Colon Relax è un rimedio naturale composto dagli estratti secchi di Melissa, Finocchio, Camomilla e dall’olio essenziale di Menta Piperita efficaci in caso di meteorismo e gonfiore intestinale.

Il fito-carburante per l’organsmo quando è a terra e non può permettersi di stare nell’ozio è la Spirulina, un’alga verde ricca di sali minerali e vitamine (soprattutto di ferro) che dà energia, già dal mattino appena svegli.

STANCHEZZA ED ANEMIA

L’anemia è la carenza di ferro che si manifesta molte volte con stanchezza ed apatia, e soprattutto in questo periodo di caldo ed umidità le batterie si scaricano ulteriormente.
Tale patologia viene determinata da una riduzione di emoglobina all’interno dei globuli rossi, con conseguente carenza di ossigeno circolante nel sangue.

Quali sono le cause principali? Le più comuni sono maggiormente riconducibili ad una dieta alimentare povera di ferro, acido folico, vitamina C e del complesso B, in particolare della B12.
Le donne però ne vanno più soggette in quanto il ciclo mestruale, comportando una perdita di sangue, favorisce l’anemia.
A tal proposito, devono prestare particolare attenzione anche tutti coloro che soffrono di emorroidi.

I sintomi possono essere spossatezza, pallore, difficoltà digestive, mal di testa, gengive sanguinanti, perdita di capelli, mani e piedi tendenzialmente freddi.

Iron Complex è un integratore ad alta concentrazione di ferro abbinato ad acido folico, rame, vitamine C e B12 che ne favoriscono l’assorbimento a livello ematico.

Occorre modificare i comportamenti a tavola. Tale minerale si trova in alimenti di origine animale come le carni rosse, ma anche nei pesci, in particolare merluzzo e salmone; è presente inoltre nelle verdure a foglia verde ed in quasi tutta la frutta, ma il ferro dei vegetali è meno biodisponibile perchè legato a molecole complesse.
Proprio in funzione di ciò, i vegetariani sono una categoria a rischio di anemia!

Quando il caldo accentua la stanchezza, puoi contrastarla con l’assunzione di compresse di Spirulina, un’alga verde-azzurra proveniente dalle Hawaii altamente ricca di ferro, betacarotene ed altri nutrienti che danno forza ed energia.
Questo integratore può essere assunto anche durante la gravidanza e l’allattamento.

Consigli utili:

  • limita l’assunzione di tè, caffè, cioccolato ed alcolici perchè ostacolano l’assorbimento del ferro;
  • accompagna carne e verdure con succo di limone, in quanto la vitamina C in esso contenuto ne contribuisce la fissazione nel sangue;
  • l’acido folico presente nelle verdure si deteriora con le lunghe cotture, per cui ogni tanto mangiale anche crude.

STRESS DA LAVORO

Lo stress è un disagio che si manifesta con ansia, pesantezza, malumore ed insonnia. Esso dev’esser considerato anche come un elemento positivo, un campanello d’allarme che il nostro corpo fa squillare per far capire che è ora di darci un freno!

A circa un mese dalle sudate ferie, la maggior parte degli italiani si trova in questa situazione ed all’interno dell’ambiente di lavoro, l’aria comincia a farsi soffocante.

Se hai problemi con un collega lavativo, non sbottare ma cerca di avere un dialogo chiarificatore per stabilire i reciproci compiti; se a voce è difficile, fallo per mail.
Di fronte a delle critiche, pretendi motivazioni oggettive con dati alla mano, altrimenti prendi da una parte l’accusatore e chiedi spiegazioni mantenendo self control.
Domandare consigli ai più esperti o fare gioco di squadra, è comunque un’ottima strategia per instaurare buoni rapporti coi colleghi.

Con il superiore, la regola fondamentale è quella di non lamentarsi: lui si aspetta che risolvi i problemi, non che complichi le cose, e se c’è qualcosa che non va, mettilo al corrente con già una possibile soluzione.
Lo stress fa rispondere con una certa impulsività ed il capo può percepire insicurezza o superficialità: ricapitola ciò che sta dicendo (così da evitare equivoci) ed esponi il tuo ragionamento in maniera garbata e senza peccare di presunzione perchè, in fin dei conti, lui sta sopra di te!

Sei tu il capo? La chiarezza di ruoli e mansioni ed il coinvolgimento del team sono le basi per la buona riuscita del lavoro.
Quando un tuo sottoposto sbaglia, non far scenate davanti a tutti ma riprendilo in modo discreto.
Ricordati che sei tu che comandi, per cui dà ordini precisi e non lasciar correre, ma affronta i problemi  e risolvi la situazione.

Qualunque sia il tuo ruolo, la fitoterapia schiera piante adattogene pronte a venir in tuo soccorso!
Un mese prima delle ferie assumi come antistress 2 capsule al giorno di Rodiola, mentre se hai i nervi a fior di pelle e fatichi a digerire sciogli tutte le mattine 2 misurini di Magnesium Fizz abbinato alla TM di Lavanda che distendono i muscoli rilassano il tratto addominale.
Quando l’umore è sotto i piedi e soffri d’insonnia, deglutisci una compressa di Demalin i cui estratti secchi di Griffonia, Iperico e Passiflora intervengono favorevolmente sul sistema nervoso centrale.

5 cose da non fare:

  1. Non gettarti ancor di più sul lavoro ma prenditi delle pause.
  2. Non sfogarti con le sigarette ma fallo con il sesso e lo sport.
  3. Non chiuderti in casa ma esci con gli amici.
  4. Non buttarti sul cibo ma bevi degli smoothies.
  5. Non stordirti con fb e giochi virtuali, piuttosto leggi un libro o ascolta musica.

SPIRITO DI ADATTAMENTO

L’omeostasi è la tendenza naturale di ogni organismo vivente a conservare la propria stabilità funzionale. Questo equilibrio è mantenuto nel tempo, anche al variare delle condizioni esterne o interne, grazie a specifici meccanismi di autoregolazione.

L’allostati è invece l’insieme dei processi che l’individuo attiva di fronte alle modificazioni dell’ambiente per mantenere stabile il proprio equilibrio; si tratta quindi di una serie di eventi che coinvolge l’uomo determinando risposte fisiologiche e comportamentali, finalizzate all’adattamento.

Le piante adattogene favoriscono il ripristino dell’equilibrio omeostatico, regolando le fluttazioni allostatiche ed agendo come normalizzatrici, in quanto sostengono la naturale capacità di gestire lo stress.
Tali vegetali correggone le alterazioni sia in difetto che in eccesso e, diversamente dagli stimolanti, non impongono una reazione forzata, nè hanno effetto eccitante.

Un individuo che possa fare affidamento sulla buona capacità del proprio organismo di mantenere stabilità ed equilibrio, è in grado di affrontare gli eventi con serenità d’animo e prontezza.
Talvolta capita di trovarsi improvvisamente in situazioni stressanti tali per cui necessitiamo di un supporto esterno, senza compromettere la naturale lucidità.
Eleteuro+ è una formulazione composta da piante adattogene e toniche che non impone all’organismo una reazione forzata, ma promuove risposte efficaci ed immediate per la soluzione del problema: Eleteurococco, Codonopsis, Tulsi, Aronia ed Olivello spinoso garantiscono un’azione sinergica per fronteggiare stress temporanei o prolungati.

Quando serve: ai cambi di stagione, in situazioni di debolezza, durante l’attività sportiva, per supportare le attività mnemoniche, e in tutti i casi di esaurimento fisico e mentale.

 

STANCHEZZA PRIMAVERILE

Le prime giornate primaverili che si fanno più soleggiate e cominciano ad allungarsi, comportano una stanchezza generale che determina svogliatezza ed apatia.

Il motivo di tale spossatezza pare proprio sia dovuto all’aumento delle ore di luce e della temperatura che sorprendono il nostro organismo, il quale si deve adattare per fronteggiare nuovamente gli impegni quotidiani.

Al mattino, fai una buona colazione con cereali integrali e Polline, ed assumi le compresse di Spirulina, l’alga ricca di sali minerali e vitamine (compreso ferro e betacarotene), indispensabili per la nostra energia. Tali nutrienti non fanno sentire la stanchezza e non mettono appetito.

Per la primavera è utile l’estratto secco di Eleuterococco, un ottimo adattogeno in grado di migliorare la resistenza fisica e psichica, mentre il 5 HTP è un integratore a base di Griffonia il cui principio attivo (il triptofano) è un precursore della serotonina, l’ormone che attiva tutte le funzionalità dell’uomo.

Durante la giornata, se ti senti fiacca preparati uno smoothie! Versa nel mixer pezzetti di frutta e verdura di stagione accompagnati da yogurt naturale; otterrai una bevanda morbida e vellutata, piuttosto densa e ricca di vitamine e minerali sazianti ed energetici, ideali in ogni momento della giornata.

Approfitta delle belle giornate per fare un po’ di sport all’aria aperta, stimolando le endorfine che favoriscono il benessere psicofisico.

Cura l’alimentazione: riduci i lipidi e dai più spazio ai cibi a basso indice glicemico come il riso ed i cereali integrali che prolungano la sensazione di sazietà.
Utilizza nella composizione dei tuoi piatti più verdura e legumi, mentre la frutta mangiala lontano dai pasti.

APATIA E STANCHEZZA

“Ci sono mattine che non prendo il via, neanche se mi spingono!” Capita in certi periodi, come durante i primi tepori primaverili, di svegliarsi e non avere la carica giusta per affronatre la giornata.
Ciò si ripercuote sul fisico con scarsa energia oppure apatia mentale, dove anche il più semplice ragionamento richiede uno sforzo sovrumano.

Per ricaricare le batterie servono dei tonici come Vitalerbe, flaconcini contenenti Ginseng, Rosa Canina, Maca, Cola, Guaranà e Ontano i cui principi attivi entrano in circolo subito per darti la giusta carica e farti sentire meno la stanchezza durante la giornata.

Coloro che sono avanti con l’età e che necessitano invece di un adattogeno più “tranquillo”, l’integratore giusto è Gelévital Senior, i cui sali minerali e vitamine provengono dal mondo delle api: miele, polline, propoli e pappa reale, con l’aggiunta della papaia dall’attività antiossidante e protettiva delle cellule neuronali.
Questo prodotto è indicatissimo anche in caso di ipertensione, in quanto non è un eccitante e non provoca tachicardia.

Se invece sei uno di quelli che nemmeno la seconda sveglia riesce a buttar giù dal letto, assumi prima di uscir di casa una palettina di Ginseng Estratto Molle tal quale o diluito in acqua. Questo “tiramisù” è eccezionale in tutti quei momenti di stanchezza estrema, ma bisogna prestar attenzione a non abusarne.

Per ritrovare la lucidità mentale è utile Eleutero+, pratici sticks bevibili contenenti Eleuterococco, Codonopsis, Tulsi, Aronia ed Olivello spinoso che aumentano l’energia e migliorano la memoria, mentre per i giovanissimi è indicatissimo l’MG di Betulla Bianca semi che agisce sulla concentrazione scolastica, dando ottimi risultati sulle performance mentali.

AIUTO, E’ ARRIVATO L’AUTUNNO

Non ci sono più le mezze stagioni, ma quando arriva l’autunno chissà perchè ce ne accorgiamo!
In questo periodo l’umidità, il calo delle temperature e le intemperie condizionano il nostro organismo sia a livello fisico che psicologico, facendoci vivere delle giornate piuttosto irrequiete e doloranti.

Le articolazioni vanno soggette a doloretti che rendono faticosi anche i più semplici movimenti. Se siamo soggetti a problemi articolari, si può utilizzare in prevenzione ArtiLinfa, un integratore a base di linfa di betulla con l’aggiunta dei gemmoderivati di equiseto, ribes nero, pino, vite e betulla, oltre all’oligoelemento rame.
La linfa di betulla depura l’organismo eliminando le tossine, mentre i gemmoterapici tonificano e proteggono le articolazioni.

Con il cambio di stagione si riacutizzano alcune malattie infiammatorie che interessano la pelle come le dermatiti e la psoriasi. Fitodrena C è il drenante cutaneo da assumere a giorni alterni che aiuta a preservare la salute della pelle.

Le giornate s’accorciano ed il grigio dell’autunno ci rende tutti più tristi: combatti l’umore altalenante con Demalin dove l’iperico, la griffonia e la passiflora evitano che la depressione ci travolga.

E la stanchezza? Ah, non ne parliamo! Al mattino a colazione un flaconcino di Vitalerbe darà la giusta carica per affrontare la giornata lavorativa o gli impegni scolastici; ogni flaconcino contiene ginseng, guaranà, maca, cola, ontano e rosa canina dalle proprietà adattogene e rivitalizzanti.

Con l’arrivo dell’autunno puntuali arrivano anche i primi raffreddamenti: previeni mal di gola, tosse, catarro e febbre con EIS Difese, un integratore in gocce a base di echinacea e di altri fitoderivati atti ad alzare le difese naturali dell’organismo.

E come dice il proverbio: “Prevedere per provvedere e prevenire”.

STRESS DA FINE VACANZE

Ricominciare a lavorare o mettersi nuovamente sui libri dopo le vacanze, non è per niente semplice. Lo stress da rientro può causare infatti, stanchezza, nervosismo e cattivo umore.

Ne soffriamo più o meno tutti e dipende da come abbiamo gestito le ferie! Chi ha approfittato delle vacanze per rilassarsi, staccare la spina dai problemi quotidiani e non ha stravolto i propri bioritmi, non avrà grossi problemi a ritornare alle vecchie abitudini.
Quelli che invece si sono dati alla pazza gioia con orari sregolati, pasti ipercalorici, aperitivi e cocktail sicuramente avranno maggiori difficoltà a riprendere il lavoro.

Per rientrare a regime la Rodiola rosea è un’ottima pianta adattogena che stimola il sistema nervoso ed aiuta a superare la fatica sia fisica che mentale, oppure l’Eleuterococco dalle proprietà immunostimolanti e toniche a livello generale.

Aiutiamo anche il fegato con preparati depurativi per eliminare le scorie accumulate per cui mescoliamo in 1,5 lt d’acqua un misurino di Depurazione ed uno di Drenaggio dal gusto gradevole e quindi piacevole da bere anche in ufficio. Il primo contiene piante a principi attivi amari come carciofo, bardana e tarassaco, mentre il secondo stimola la diuresi e con essa l’eliminazione delle tossine grazie alla spirea, all’equiseto ed al sorbo.

Fai fatica ad addormentarti la sera? Le compresse Notte plus a base di escolzia, valeriana e passiflora favoriranno l’addormentamento e la melatonina in esse presente darà ritmo alle ore di sonno-veglia.

Se il problema principale invece è il risveglio mattutino, allora i flaconcini Vitalerbe daranno la giusta carica per affrontare la giornata di studio o di lavoro: ginseng, cola e guaranà a colazione sono la benzina che ti darà lo sprint in più!

Serve aiuto? Contattaci