Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

PELLE RIBELLE

L’arrivo della primavera si manifesta nei soggetti più sensibili anche con l’acutizzarsi di problemi cutanei come la psoriasi.

Chiazze rossastre e rotonde, delimitate da bordi netti e pruriginosi si fanno più evidenti, soprattutto su gomiti, ginocchia e cuoio capelluto, ma in alcuni casi, possono interessare tutto il corpo.
Con il tempo, le placche tendono ad unirsi e ricoprirsi di squame bianche; la causa è dovuta ad uno stress che genera infiammazione che a sua volta determina una proliferazione delle cellule dell’epidermide.

Cosa fare? Sicuramente c’è una predisposizione genetica sulla quale non si può fare molto! Possiamo invece intervenire direttamente sulla pelle quando fa prurito e contrastare lo stress.

La detersione deve essere effettuata con il Sapone di Aleppo in cui olio d’oliva e olio d’alloro mescolati insieme secondo un’antica ricetta, puliscono la pelle in maniera delicata.

PS19 Pomata, grazie agli oli di enotera e rosa mosqueta ed agli oli essenziali di incenso e tea tree, svolge un effetto protettivo di barriera che limita la disidratazione cutanea e il contatto con agenti esterni irritanti; gli estratti di aloe e calendula inoltre stimolano la rigenerazione cellulare e la ricostituzione epiteliale.

La PS19 Lozione è indispensabile quando la desquamazione ed il prurito interessano il cuoio capelluto. La sua composizione fluida ricca di emollienti penetra facilmente tra i capelli arrivando fino alla cute infiammata, determinando quindi un immediato sollievo.
Non unge, non puzza e viene assorbita velocemente.

Come integratore è consigliatissimo Florase Derma in quanto la passiflora ha azione adattogena, la bardana stimola il drenaggio cutaneo, l’oenotera promuove la rigenerazione cellulare, zinco e betacarotene sono antiossidanti ed infine i fermenti lattici mantengono alte le difese.

 

SALVIAMO LA PELLE

La pelle è una preziosa barriera di protezione nei confronti dei microrganismi e dello smog che circonda l’individuo. Con l’avanzare dell’età essa tende a perdere tono ed elasticità e ciò comporta, non solo un problema estetico, ma anche una ridotta funzionalità.

Le temperature rigide di questi giorni abbinate al vento disidratano la cute e soprattutto le più sensibili e delicate vanno soggette a lesioni. La Crema Salvapelle, ricca di sostanze funzionali derivate dalla Calendula e dall’Echinacea, dona immediato sollievo e idratazione profonda, contribuendo a ripristinare il naturale equilibrio idrolipidico.

Questa crema è ideale anche per coloro che vogliono essere abbronzati tutto l’anno e vanno avanti a suon di lampade a raggi UV; riesce infatti ad attenuare il rossore e ridare morbidezza alla pelle.

In piena maturità, il manto cutaneo può essere interessato da problematiche derivate da condizioni generali non ottimali, in particolare endocrine e immunitarie, come le tendenze iperglicemiche, o la fisiologica carenza estrogenica menopausale, che priva i tegumenti della protezione eutrofica ormonale.
La Crema Salvapelle risulta utile quando anche le mucose presentano lesioni che indeboliscono la barriera protettiva, oppure in presenza di fissurazioni tra le dita di mani e piedi, nelle pieghe inguinali, o come preventivo applicata in zone particolarmente esposte a irritazioni o infezioni come ad esempio nelle piaghe da decubito.

COSMESI NATURALE PER LA PELLE IRRITATA

Smog, stress, utilizzo di cosmetici sbagliati o troppo aggressivi, espongono la pelle ad arrossamenti, irritazioni e desquamazioni. Se a questi fattori sommiamo inoltre i danni dovuti al sole, al vento ed al freddo, occorre proteggere il viso per impedire infiammazioni serie.

Quando la pelle risulta particolarmente suscettibile ad irritazioni nei confronti di agenti atmosferici o ai cosmetici, siamo in presenza di ipersensibilità cutanea.
Visibilmente, il volto appare arrossato e può presentare desquamazioni, mentre al tatto la cute è calda e secca. Se poi sono parecchio evidenti dei reticoli venosi rosso-violacei concentrati sulle guance e vicino al naso, siamo in presenza della couperose.
Gli sbalzi di temperatura, il sole, un’alimentazione ricca di cibi piccanti ed alcool, come pure problemi digestivi possono aggravare la situazione e se non s’interviene in tempo, può evolvere nella più pericolosa rosacea (leggi allora anche il blog specifico!).

I cosmetici che occorre spalmare sulla pelle devono essere altamente delicati, idratanti e protettivi, senza conservanti ed il più semplici possibile.

La Crema viso all’Aloe vera Bio si prende cura in maniera molto dolce della cute sensibile che presenta problemi di secchezza ed arrossamenti, proteggendola dall’invecchiamento; gli estratti di Aloe sono ricchi di mucillagini che coccolano la cute sottile e delicata, creando un film protettivo che rinforza le naturali difese.

Per una pelle che oltre ad arrossamenti manifesta desquamazioni e prurito, occorre massaggiare generosamente il Fluido Idratante Nutriente FarmaMamma, utile in tutte quelle situazioni in cui è necessario idratare, nutrire, riparare e stimolare la naturale rigenerazione cutanea. Il plus infatti di questo cosmetico è il miele di Manuka contenuto in alta percentuale che entra in sinergia con l’olio di Mandorle, il Burro di Karitè e la vitamina E.

 

PER CHI SI GRATTA IN TESTA

La cute è un’area delicata molto sensibile e spesso soggetta ad irritazioni. La polvere, l’inquinamento, i cappelli indossati per molte ore e lo stress sono tra le cause di irritazione, ma soprattutto le formulazioni aggressive di shampoo e lozioni sono tra i fattori scatenanti il prurito.

Quando ci laviamo i capelli (o la cute per chi soffre di calvizie) il rischio è quello di utilizzare prodotti che rischiano di alterare il mantello acido che ricopre il cuoio capelluto; esso ha la funzione di proteggere la nuca per evitare che si secchi e si squami, diventando sempre più sensibile.

E’ difficile allora riuscire a non grattarsi, provocando un’ulteriore infiammazione che pian piano s’avvia a diventare cronica.

Prima di lavarti la testa con uno shampoo qualsiasi, controlla bene gli ingredienti e scegli prodotti dalle formulazioni delicate, senza schiumogeni aggressivi, conservanti chimici, ma ricchi invece di sostanze addolcenti e riequilibranti.
Lo Shampoo Igienizzante contiene numerose sostanze funzionali come il luppolo, la malva, il timo, il cajeput in abbinamento alle cellule staminali vegetali che sono adatte ad un cuoio capelluto irritato perchè lo rigenerano e lo proteggono. Oltretutto questo prodotto dona un’immediata sensazione di freschezza e di pulizia.
Non occorre usarne molto, anzi poco shampoo diluito in un po’ dacqua creerà una giusta emulsione facile da massaggiare (non con le unghie ma solo con i polpastrelli) e da lavare accuratamente.

Dopo il lavaggio, a completare l’azione equilibrante c’è il Trattamento Sebo Urto. Si tratta di una lozione facile e pratica da applicare ricca di tea tree oil ed altre sostanze funzionali che esercitano un’attività sebo normalizzante.
Il prodotto va utilizzato sempre prima dell’asciugatura, per cui non deve essere lavato.

Attenzione anche quando passi al phon: se la sua temperatura è alta non deve essere tenuto troppo vicino ai capelli perchè, oltre a danneggiarli, potrebbe irritare la cute; la spazzola che utilizzi deve avere i dentini arrotondati o morbide setole naturali che non graffino e non diano ulteriore prurito.

 

SOS BIJOUX

Da anni ormai la moda ci insegna che il dettaglio fa la differenza e ci sono negozi di accessori che propongono una vasta scelta di bijoux: collane, bracciali, orecchini, charms e tanto altro ancora.
Per orientarsi nella scelta giusta, occorre prestare enorme attenzione al materiale con cui sono fatti questi gioielli di bigiotteria in quanto vengono indossati, a volte per parecchie ore, e possono dare reazioni allergiche alla pelle.

Il Codice del Consumo, in vigore dal 2005, dichiara che la bigiotteria commercializzata nel nostro Paese deve avere un’etichetta che dichiari il produttore o l’importatore, i materiali utilizzati e le sostanze potenzialmente pericolose, compresa la presenza di metalli che, seppure entro i limiti, potrebbero causare allergie:

  • il Nichel può esser presente negli orecchini e nei piercing (quindi in aree di pelle perforate) se non rilasciano più di 0,2 microgrammi per cm2 alla settimana, mentre per le altre zone del corpo il limite è di 0,5;
  • da settembre 2012 la UE ha vietato l’impiego di Piombo superiore o uguale allo 0,05% in peso dell’oggetto indossato;
  • per quanto concerne il Cadmio invece da fine 2011 l’UE ha vietato la presenza totale in ogni articolo di bigiotteria perchè è altamente tossico e cancerogeno.

Qualora il contenuto di questi metalli fosse maggiore del limite consentito, ma potremmo allargare il discorso anche ai coloranti ed ai collanti presenti negli articoli, queste microparticelle potrebbero penetrare sottocute e dare origine ad allergie o peggio.

Aumentano sempre di più le persone che manifestano dermatiti allergiche da contatto al Nichel: ezemi, arrossamenti, pustole, gonfiori, accompagnati o meno da prurito. Mescolato poi al sudore della pelle, la zona interessata tende ad allargarsi e ad aggravare la situazione.
Il Nichel è presente in tantissimi oggetti coi quali quotidianamente veniamo a contatto, come pure negli alimenti e  nei cosmetici ed il nostro organismo accumulando questo metallo, diventa sempre più sensibile ed intollerante.
Gli orecchini ed i piercing invece sono più pericolosi perchè  il perno che va inserito nella pelle perforata può dare origine a delle infezioni.

Se ci si accorge di avere delle zone arrossate e che fanno prurito, occorre eliminare qualsiasi gioiello di bigiotteria e detergersi con il PS19 Shampoodoccia, dopodichè sulla parte interessata va spalmata la PS 19 pomata per calmare l’irritazione; se il prurito interessa la cute ed il cuoio capelluto c’è PS 19 lozione,uno spray che non unge i capelli e può essere utilizzato tutti i giorni. Questa è una linea di prodotti specifici per le dermatiti ed i pruriti cutanei, a base di Aloe vera dall’attività antinfiammatoria.
Per allontanare gli allergeni dall’organismo occorre depurare il fegato in modo deciso: EIS pelle è un estratto in gocce le cui piante danno benefici a livello cutaneo e durante le crisi pruriginose occorre assumere il PSC Ribes nigrum che svolge un’azione cortison-like.

Quando acquisti i bijoux:

  • controlla sempre l’etichetta accompagnatoria su cui deve esser precisato il materiale e la provenienza. Non fidarti di bancarelle o negozi di dubbia serietà nei quali potresti trovare merce contraffatta;
  • non indossare la bigiotteria per molte ore al giorno e dopo averla tolta, puliscila accuratamente, in modo particolare orecchini e piercing;
  • in caso di reazioni allergiche gravi o infezioni, rivolgiti ad un medico.

 

TRECCINE AFRO E ALOPECIA

Un’acconciatura che in spiaggia, da qualche anno, è diventata un must è quella delle treccine afro che realizzano le sapienti mani delle donne africane.

Sicuramente, durante la vacanza, i capelli staranno più in ordine, ma al rientro c’è il rischio di ritrovarsi la chioma rovinata, indebolita o addirittura più rada.
Le treccine afro infatti, possono provocare la cosiddetta “alopecia da trazione”: la tensione prolungata traumatizza il bulbo fino a provocare la caduta del capello stesso.

Il cuoio capelluto inoltre, resta scoperto in ampie strisce e risulta esposto, molte volte senza un’adeguata protezione, ai raggi solari, rischiando la scottatura.

E non è finita: il sole, il sudore, la sabbia e l’acqua del mare tendono ad alterare il pH della pelle, aumentando la produzione di sebo. Poichè i capelli con le treccine vengono lavati con minore accuratezza, è più facile che la proliferazione batterica promuova forfora, micosi e dermatiti.

Se sei una patita delle treccine afro, evita quelle che vengono eseguite troppo strette, ma preferisci quelle più morbide, in modo da non traumatizzare troppo la cute ed i capelli.

Durante l’esposizione al sole è bene utilizzare dei protettivi solari specifici per i capelli, oppure bandane e cappelli di tessuto traspirante. Non dimenticare infine, la detersione: usa gli oli lavanti, tipo l’olioderbe all’aloe, per pulire sia i capelli dalla sabbia che eliminare l’eccesso di sebo e rinfrescare la cute.

L’amico per… la pelle

Di sicuro è una delle più importanti scoperte specifiche per i problemi della pelle in naturopatia; sto parlando dell’olio di Crisalide del Baco da Seta,  apprezzato sia in medicina sia in dermatologia.

L’olio di Crisalide del Baco da Seta è stato messo a punto e sperimentato all’inizio del XX secolo da una squadra di dermatologi di una Università spagnola, su persone con problemi di dermatite, eczema e psoriasi con risultati inaspettati.
Il processo di estrazione dell’olio di Crisalide è molto complesso perché in natura contiene proteine, vitamine liposolubili e idrosolubili, aminoacidi essenziali, acidi grassi omega 3 e omega 6 permettono che questo prodotto sia ritenuto una panacea eudermica; gli si riconoscono, di fatto, proprietà di accelerazione sul ricambio delle cellule epiteliali ed è attivo come coadiuvante in tutti i problemi della pelle.

La scoperta dell’olio di Crisalide avvenne per caso in Corsica, nei primi anni del 900, quando un medico in servizio nella fabbrica di seta si accorse che quando le donne addette all’estrazione del baco da seta dal bozzolo si tagliavano accidentalmente, le loro ferite si cicatrizzavano rapidamente e senza lasciare segni.
Inoltre, nonostante il lavoro manuale, avevano delle mani particolarmente morbide e “setose”. Interessato, insieme al farmacista del paese, decise di studiare il fenomeno. Seguendo dei criteri scientifici scoprì che i benefici erano dovuti al liquido oleoso contenuto del baco da seta.
L’olio fu così testato su pazienti affetti da scottature e psoriasi, successivamente il processo di estrazione è stato brevettato.

L’olio di Crisalide è efficace per la nutrizione, protezione, idratazione e perdita di tono della pelle, sia del viso che di tutto il corpo, anche dei bambini.

Venerdì 12 aprile: test delle INTOLLERANZE ALIMENTARI

Vuoi sapere quali sono gli alimenti che ti creano disagi e fastidi nella vita di tutti i giorni? Vuoi conoscere quali sono le sostanze contenute nei tuoi cosmetici che ti danno allergia?
Prendi appuntamento per fare il vega test; la consulenza ti darà la possibilità di testare 245 sostanze con le quali abitualmente veniamo a contatto ed alla fine ti verrà rilasciato l’elenco completo degli elementi analizzati, i relativi consigli alimentari ed un’indicazione personalizzata di integratori e cosmetici.
Tutto ciò costa € 45,00 e dura 1 ora di tempo.
E’ obbligatoria la prenotazione; a presto!!!