Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

DIETE LAST MINUTE

Per poter indossare il bikini e sfoggiare una pancia piatta come la tavola da surf, questi sono gli ultimi giorni utili. Attenzione però alle diete lampo last minute perchè potrebbero nascondere insidie ed effetti secondari indesiderati.
C’è infatti chi ingurgita solo vegetali sconditi a pranzo e cena, privandosi drasticamente di tanti nutriente essenziali per la vitalità dei vari organi; tali abbuffate rischiano di gonfiare o fermentare e causare infiammazioni intestinali.
C’è anche chi pensa di mangiare solo cibi light, mentre in realtà se si legge con attenzione l’etichetta si scopre che contengono edulcoranti, conservanti e grassi ipercalorici.

Meglio allora consumare tre pasti al giorno bilanciati tra carboidrati, proteine e fibre ed intervallati da due spuntini leggeri, il tutto accompagnato dal giusto apporto di acqua.

Se vengono a mancare gli zuccheri, il cervello a poco a poco si spegne perchè viene privato della sua fonte di sopravvivenza e, soprattutto se non si è ancora in ferie, si va incontro a grossi cali di concentrazione.

Le proteine sono indispensabili per la forza e i muscoli quindi, che siano di origine animale o vegetale, non devono mancare sulla tavola.

Fai una colazione abbondante con latte e cereali integrali, come spuntino rinuncia agli junk food (caramelle, snack, dolcetti e salatini vari) preferendo yogurt con l’aggiunta delle bacche di Goji, oppure ad un semplice frutto fresco; a pranzo organizzati con un piatto veloce a base di riso con verdure o pesce, mentre per cena puoi dedicare più tempo nella preparazione di pietanze più elaborate e sfiziose ma con un occhio alle calorie.

Per raggiungere lo scopo della prova costume puoi abbinare ai tre pasti le compresse dell’integratore Dimaki: quella rossa della colazione è composta dagli estratti energizzanti e adattogeni di Caffè Verde, Goji e Rodiola, quella verde da assumere prima di pranzo è a base di Garcinia, Gymnema, Ananas e Zenzero utili per diminuire l’appetito, ridurre il gonfiore e bruciare più in fretta, mentre prima di andare a letto non dimenticarti della blu i cui principi attivi della Fucoxantina, Avena, Melissa e Carciofo velocizzano il metabolismo notturno.

4 GENNAIO: LA CORSA AI SALDI

Ragazze, finalmente è il nostro momento! La data fatidica dello shopping è arrivata ed ora si parte con l’assalto ai negozi.
Brand rinomati o marchi anonimi non importa, ogni tanto è necessario per la salute lasciarsi andare con la carta di credito e portare a casa il vestito o le scarpe che tanto si desiderava, senza dimenticare l’accessorio che impreziosisce il tutto.

Il problema è che dopo le feste ed esserti abbuffata, hai arrotondato la tua linea e quindi vedi che il pantalone che ti piaceva tanto non s’allaccia oppure che l’abito che stai provando ti fascia eccessivamente.

Cosa fare? O acquisti solo tubini shaping che mascherano i rotolini assotigliando il girovita oppure da domani segui questi consigli:

  1. Metti in 1,5 litri di acqua un misurino di Zero Drenaggio da bere durante la giornata così inizi da subito ad eliminare i liquidi che ristagnano sulle gambe.
  2. Mezz’ora prima dei pasti principali deglutisci 1 compressa di DimaGoji donna che ti aiuta a placare la fame (soprattutto quella nervosa) e favorisce l’aumento del metabolismo con conseguente riduzione dell’assorbimento delle calorie.
  3. Lascia in ufficio Dimagoji ventre; due misurini di questo granulare sciolto in acqua velocizzano la digestione e favorisce lo sgonfiamento.
  4. Una o due volte la settimana fai un trattamento con Iodase Fango anticellulite a base di alghe e di Fosfatidilcolina veicolata che tolgono la “buccia d’arancia” e determinano una riduzione in centimetri delle cosce.
  5. Massaggia tutte le mattine su pancia e fianchi il Fluido Concentrato Iodase Deep Impact F ed alla sera invece la Crema Iodase Deep Impact F ad effetto snellente e rimodellante.

Non dimenticarti inoltre di fare un po’ di sana attività fisica, anche solo una camminata a passo veloce, per bruciare qualche caloria in più.

A COSA FA BENE IL MARE

Una vacanza al mare fa bene a tutti, grandi e piccini, giovani ed anziani; l’importante è saper fare delle scelte giuste.

Questi sono i 5 benefici che giovano alla nostra salute:

  1. Per dimagrire. L’aria di mare è ricca di iodio che va a stimolare la tiroide ed accelera il processo di combustone degli alimenti; in questo modo si bruciano più in fretta i grassi e gli zuccheri. Se poi ci abbiniamo una dieta alimentare bilanciata il risultato sarà garantito.
  2. Per la circolazione e la cellulite. E’ consigliabile fare lunghe passeggiate in mare perchè il terreno sabbioso offre una base instabile ai nostri piedi, coinvolgendo tutti i muscoli a fare uno sforzo ulteriore per mantenere il corpo in equilibrio.
    Le onde svolgono una sorta di massaggio continuo in grado di stimolare la circolazione e favorire il drenaggio di liquidi e scorie.
  3. Per la pelle. Il sole fa bene perchè ossigena la pelle, regolarizza la produzione di sebo e giova a coloro che soffrono di psoriasi e dermatiti. L’importante è proteggersi con dei solari che filtrano i raggi ultravioletti nocivi, consentendo un’abbronzatura sicura e duratura.
  4. Per le ossa e le articolazioni. Il caldo asciuga dall’umidità e toglie dolore alle giunture ed allo stesso tempo il sole stimola la produzione di vitamina D che va a rinforzare le ossa.
  5. Per l’umore. L’insieme dei 4 benefici precedenti non può che contribuire al miglioramento dello stato emotivo.

TRAVEL GYM

Sei un fissato dello sport? Oppure con la scusa della vacanza sei uno di quelli che non muove più un muscolo? Nessun problema, anche con la valigia potrai allenarti e mantenere il fisico in perfetta forma!
Prima di cominciare, spalma sull’addome la crema o il siero Iodex (kit Iodex uomo) ad azione riducente e rimodellante, così che i principi attivi di tale prodotto penetrino maggiormente in profondità nelle adiposità localizzate.

Il travel gym consiste in una serie di esercizi da eseguire con l’aiuto della tua valigia ovunque ti trovi: riempila con gli indumenti che ti sei portato in vacanza, fino al raggiungimento del peso a te consono o a seconda della fatica che vuoi fare (anche vuota potrebbe essere già un inizio!)  e comincia ad eseguire i seguenti esercizi:

  1. In piedi con le gambe divaricate, abbraccia la valigia e stringila al petto. Piega le ginocchia ed abbassati fino ad avere le cosce parallele al pavimento, cercando di non inarcare la schiena e ripeti questi piegamenti.
  2. Mettiti in ginocchio con la valigia di piatto sulla spalla destra, tenendola ferma sui due lati con le mani. Tendi addominali e glutei e solleva la valigia sopra la testa, facendola poi scendere sulla spalla sinistra. Continua l’esercizio alternando tra spalla destra e sinistra.

Magari, prima di partire, potresti chiedere al tuo personal trainer di consigliarti qualche esercizio da eseguire con la valigia durante la vacanza così da non perdere la tua tonicità muscolare.

BAGNI DERIVATIVI

Sai cosa sono i bagni derivativi? E’ una tecnica depurativa che consiste nel rinfrescare la zona inguinale (da entrambi i lati) sia nell’uomo che nella donna, per almeno 10 minuti; grazie alla frizione e al conseguente raffreddamento delle zone intime si contribuisce a riattivare la circolazione, il sistema linfatico e digestivo, aiutando così il fisico ad eliminare le tossine.
In poche parole, bagno derivativo significa bagnarsi regolarmente il sesso con acqua fredda per un tempo determinato.

I bagni derivativi fanno parte di molte tradizioni ancestrali/popolari e son stati ri-scoperti in occidente da Louis Kuhne. In un periodo in cui era sofferente di una grave malattia ai polmoni, egli ha avuto la fortuna di osservare un gatto che per guarire rapidamente da una frattura ha utilizzato una “miracolosa cura” a suon di leccate sul proprio sesso (e sulla gamba rotta). Kuhne, osservando la rapida guarigione del gatto ha quindi provato a replicare la cura sul porprio corpo ed è guarito rapidamente dalla sua afflizione con quelli che da allora sono stati denominati “semicupi con frizione” o “bagni derivativi”.

La tecnica del bagno derivativo si basa sull’idroterapia, che è nota per i suoi enormi vantaggi terapeutici fin dagli albori della civiltà. L’idroterapia utilizza  esclusivamente l’acqua per alleviare il dolore, aumentare la mobilità ed in generale, migliorare il funzionamento complessivo del corpo. Tale metodo comprende numerose tecniche con acqua calda o fredda, le quali talvolta si alternano,  per stimolare reazioni del corpo.
L’idroterapia mira ad ottenere la guarigione del corpo. Essa infatti riattiva la circolazione e può essere utilizzata per dirigere il sangue in qualsiasi parte del corpo, o per farlo ritrarre.
Secondo Kuhne, il calore della persona (proveniente dal movimento, dalla digestione, dallo stress, dallo shock ecc …) spinge i grassi depositati e le tossine generate dallo stomaco e dall’intestino verso la periferia del corpo dove non possono più  essere eliminati. Il principio di funzionamento dei bagni derivativi è quello di rinfrescare l’inguine per 10 minuti al giorno o più, a seconda della condizione iniziale ed i risultati che si intendono perseguire. Questo processo crea una vibrazione  nella fascia (il tessuto connettivo che copre tutti gli organi interni), la quale accelera l’eliminazione delle tossine e dei grassi.

Applicazone dei bagni derivativi:

  • Affaticamento: alcune applicazioni possono bastare a togliervi la sensazione di affaticamento muscolare.
  • Artrosi: non curano certamente l’artrite e i dolori, ma danno un grosso sollievo.
  • Cellulite: smobilitano i ristagni linfatici.
  • Emorroidi: fortemente lenitivi sulla parte infiammata.
  • Escrescenze varie: verruche, granulazioni, asperità e gonfiori possono andar via con i bagni derivativi.
  • Estremità fredde o calde: regolano la temperatura corporea.
  • Gambe: gambe pesanti, formicolii, gonfiori e varici, venule blu, troveranno giovamento.
  • Influenza: è il terapeuta a tenere sotto la controllo la malattia e i bagni derivativi esercitano un’azione straordinaria quando è in fase acuta, quando la gola è dolorante, gli occhi lacrimano e la febbre provoca il mal di testa.
  • Insonnia: i bagni derivativi migliorano la qualità dela sonno.
  • Libido e Menopausa: aiuta a risolvere i problemi della sfera sessuale.
  • Mestruazioni: i bagni derivativi possono restituire la giusta regolarità ed eliminare i dolori.
  • Peso e Volume: snelliscono coloro che sono troppo voluminosi e danno peso e volume a coloro che sono troppo magri.
  • Sport: si favorisce il recupero muscolare.
  • Stitichezza: danno maggiore ritmo per un”evacuazione quotidiana.

Per avere un beneficio duraturo ed ottimale è necessario dedicare alcuni minuti della nostra giornata ai bagni derivativi con una certa costanza, evitando di fare il bagno o la doccia subito dopo e prestando attenzione a mantenere la propria temperatura corporea sufficientemente calda, creando così contrasto con la zona frizionata.

Per effettuare i bagni derivativi quotidianamente ed in modo pratico, è stato creato Bikun cioè un cuscinetto anatomico (di forma simile ad un sellino della bicicletta), costituito da un involucro in film TPU da 300 micron saldato ad alta frequenza a disegno e riempito con circa 100 g di gel scambio termico.
Il procedimento consiste nel raffreddare il cuscinetto gel per almeno  60 minuti in congelatore; applicarlo successivamente sulle zone inguinali e intime inserendo il prodotto nell’apposita custodia di tessuto; abbiate cura di non adagiarlo direttamente sulla pelle, perché solo così otterrete il sollievo e il beneficio  del bagno derivativo.

Le applicazioni possono essere fatte più volte al giorno anche durante il riposo e i momenti di relax, ma anche un’ora prima dell’allenamento sportivo per avere più energia o dopo per alleviare i dolori.

 

 

 

Riattiva il tuo organismo

Sapete che il 40% delle tossine che assorbiamo a causa dell’inquinamento, di pesticidi, dei coloranti, dei conservanti, dei solventi, …penetrano all’interno dell’organismo attraverso la respirazione?
Il 10% di esse vengono assorbite dalla pelle, il resto si trova negli alimenti che consumiamo.
Sintomi quali il sentirsi stanchi, essere più sensibili alla minima infezione, avere problemi di digestione o soffrire spesso di mal di testa possono indicare che siamo al limite di quanto possiamo sopportare.

Quando va tutto bene, i nostri organi incaricati della pulizia, gli organi emuntori, filtrano le tossine e se ne liberano; il problema sorge quando la loro presenza supera un certo limite.
Gli organi purificatori non riescono più ad eliminarle e quindi le tossine si accumulano e disturbano il funzionamento normale dell’organismo che, sottoposto ad uno sforzotroppo gravoso, si indebolisce.
Questo fenomeno può comportare, a lungo termine, dei rischi per la salute.

E’ per questo motivo che è fondamentale sostenere e aiutare il nostro sistema di disintossicazione per un funzionamento più efficace, in modo da eliminare rapidamente queste sostanze nocive per l’organismo.

Colorazione giallastra della pelle? Gonfiore? Diarrea o stitichezza? Cefalea? Prurito? Fatica cronica? Indebolimento delle difese immunitarie?
Forse è il momento di disintossicare il fegato!

Il fegato è l’organo principale deputato alla disintossicazione di tutto l’organismo ed è per questo, continuamente sottoposto ad un superlavoro (pasti ricchi in grassi, addittivi alimentari, coloranti artificiali, aromi artificiali, pesticidi, alcool, inquinamento) che può portare ad un suo indebolimento.

Le possibili soluzioni:

  • Limitare il contatto con le tossine.
  • Combattere lo stress.
  • Alimentazione sana.
  • Esercizio fisico.
  • Effettuare cure disintossicanti.

Un ottimo prodotto depurativo è Metodren Fegato, composto da estratti secchi di carciofo, cardo mariano, tarassaco e melone dalle proprietà stimolanti, disintossicanti, antiossidanti e rigeneranti; si presenta in compresse da assumere preferibilmente lontano dai pasti.
Per coloro che vogliono un effetto più drenante ecco allora Metodren Detoxine, costituito invece da betulla, regina dei prati, carciofo, tarassaco, bardana, viola del pensiero, finocchio, tè verde, sambuco, tamarindo e mela.
E’ uno sciroppo da diuire in 1,5 l di acqua da bere durante la giornata e si presenta in due varianti: con fucus o senza fucus.
Il fucus è un’alga ricca di iodio capace di attivare il metabolismo stimolando la funzione tiroidea. E’ controindicato quindi per tutte quelle persone che hanno problemi alla tiroide.

Per venire incontro alle esigenze del pubblico, in modo che lo sciroppo possa esser gustato durante la giornata, Metodren Detoxine è disponibile in 5 gusti:

  1. Tè verde
  2. Pesca-Limone
  3. Mirtillo
  4. Mela (senza fucus)
  5. Litchi-Limone (senza fucus)

A voi la scelta!