Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

METTI AVANTI LE LANCETTE

Stanotte sposteremo avanti di un’ora le lancette ed è probabile che da domani cominceremo ad accusare, chi più e chi meno, problemi di insonnia.

Irritabilità, nervosismo, stanchezza e fatica ad addormentarsi potranno verificarsi anche in coloro che normalmente hanno riposi notturni regolari ed esaustivi, pertanto è bene conoscere alcune strategie per far fronte allo stress che il cambio dell’ora comporta.

Dormire bene è fondamentale per essere in buona salute e non è sufficiente prendere un ipnotico di sintesi prima di coricarsi perchè comunque questo non garantirebbe un sonno riposante.

Per prima cosa, presta maggiore attenzione all’alimentazione: mangia leggero, prediligendo riso, pesce, zuppe o vellutate. Consuma poca carne, diminuisci i carboidrati, non bere caffè nè bevande zuccherine, elimina del tutto l’alcol.

Per facilitare la digestione puoi prepararti una Tisana così composta da bere come dopo pasto:

Se soffri di acidità e bruciori di stomaco puoi aggiungere le gocce Calma Plant che contengono Angelica e Verbena dalle proprietà sgonfianti ed addolcenti della mucosa gastrica.

I bambini potrebbero risentire maggiormente del cambio dell’ora e per evitare che facciano i capricci somministra loro le gemme del  Fico e del Tiglio: al di sopra dei 3 anni di età, puoi infatti già rivolgerti alla gemmoterapia che dà ottimi riscontri ed è priva di rischi.

Quando necessiti di maggiore regolarità è necessaria la melatonina: Notte è un integratore in compresse che contiene Escolzia, Valeriana e 1 mg di melatonina che aiuta a ritrovare il normale ritmo circadiano.

 

BENTORNATA PRIMAVERA

Siamo ufficialmente in primavera, la stagione della fioritura, dei primi caldi e dell’allungarsi delle giornate ma che per tanti italiani coincide anche con l’acutizzarsi di certe patologie quali stanchezza, stress, mancanza di concentrazione e nervosismo.
La fitoterapia allevia questi disturbi in maniera dolce ma efficace e può prestar soccorso a tutte le età!

Contro l’astenia sono importanti i sali minerali e le vitamine estratte naturalmente e non di origine sintetica: Gelévital Classic è un integratore liquido a base di miele, polline e pappa reale, un alimento completo che dà sostegno e forza a tutta la famiglia; per i bimbi piccolini è ottimale Nutrivital Junior, vero concentrato di frutta e verdura in grado di fornire i nutrienti necessari per affrontare la stanchezza.

Il cambio di stagione può rendere irascibili i soggetti più sensibili. Il fungo Reishi (o Ganoderma) oltre a rinforzare le difese organiche, svolge un’efficace azione adattogena, mentre durante la giornata si può sorseggiare una tisana rilassante così composta:

  • 25 g Biancospino fiori e foglie;
  • 25 g Primula fiori;
  • 20 g Lavanda fiori;
  • 15 g Melissa foglie;
  • 15 g Verbena foglie.

Quando l’astenia si manifesta sui banchi di scuola o al lavoro con sovente abbassamento della concentrazione è utile la TM Rodiola rosea che evita i cali durante la giornata, abbinata a CogniMind, un integratore a base di Bacopa che sostiene la mente nelle situazioni di sovraccarico.

MAGGIO, MESE DELLE SPOSE

Statisticamente maggio è il mese in cui si celebrano più matrimoni. Sarà perchè non fa nè troppo caldo nè troppo freddo, i fiori sono nel massimo splendore e le locations si prestano benissimo a far da contorno.
Se anche tu hai stabilito la data in questo periodo, ecco alcuni consigli per arrivare al giorno fatidico senza stress ed in perfetta forma.

  1. Tieni sotto controllo l’ansia con Tisane rilassanti a base di Melissa, Passiflora e Cardiaca. L’Iperico è molto indicato per tenere alto l’umore e non lasciarsi abbattere dai contrattempi che purtroppo si verificano, ma può contrastare con alcuni farmaci (tipo la pillola) per cui è bene chiedere al medico.
  2. Non aumentare di peso proprio adesso! Gli abiti fascianti non perdonano e quelli stile impero non possono essere una scusa valida. Quotidianamente assumi una capsula di Berry Diet Complex in cui i frutti rossi di Goji, Maqui e Schisandra contrastano la fame nervosa, mentre Garcinia a Lampone chetone si occupano dello smaltimento di grassi e zuccheri.
    Bevi inoltre le gocce drenanti di Pilosella TM per alleggerirti dei liquidi in eccesso.
  3. Sotto al vestito, le gambe devono essere snelle e toniche. Alterna il Fango alla Crema Cell-Off (se hai problemi di tiroide usa invece solo l’Olio Secco privo di Iodio) che riducono la circonferenza.
  4. Prenditi cura dei capelli lavandoli con lo Shampoo e la Maschera Nutriente al miele ed olio di Mandorle dolci bio e rinforzali con l’assunzione del Miglio Selvatico Marrone da aggiungere alla tua dieta.
  5. Non arrivare al giorno delle nozze con una pelle segnata e stanca. Neanche la più brava make up artist può fare miracoli!
    Oltre alla quotidiana detersione con la Crema di Sapone, proteggi il volto con la DD Cream Superidratante che previene la formazione delle macchie in quanto contiene anche i filtri solari. Se vuoi rivitalizzare l’epidermide inoltre, abbina il Fluido Riparatore Antirughe alla sera, quando c’è una maggior attività cellulare.

DIFENDITI DAL MAL DI TESTA CON IL BEANIE HAT

Gli sbalzi di temperatura sono le cause scatenanti del mal di testa più diffuse in questo periodo. Passare da un ambiente freddo ad uno caldo o viceversa infatti provoca alterazione nei vasi, nelle terminazioni nervose o nelle fibre muscolari con conseguenti dolori.

L’emicrania e la cefalea sono i due principali tipi di mal di testa: la prima si sviluppa generalmente ai lati del cranio con dolore pulsante, mentre la seconda attanaglia la fronte come un cerchio ed il dolore è di tipo continuo.
Proteggere la nuca ed il collo quando si esce è importante ma a volte non è sufficiente. Chi va soggetto a mal di testa dovrebbe assumere a giorni alterni a digiuno gli Oligolito DIA 3 (Manganese-Cobalto) e DIA 4 (Rame-Oro-Argento)  che lavorano sul terreno dell’organismo, mentre come sostegno sono indicati i Gemmoderivati di Tiglio per rilassare a livello psico-fisico e Vite per la sua attività antinfiammatoria.

Quando il dolore è già presente, la Tintura Madre di Partenio è il rimedio più indicato e ad essa si può associare EIS Articolazioni in cui Ribes nero, Frassino, Ginepro e Zenzero sono utili se ci sono disturbi reumatici.
Gli o.e. di Lavanda e Camomilla favoriscono il rilassamento muscolare ma essendo altamente concentrati è meglio diluirne 1-2 gocce in un cucchiaino di Crema Neutra da massaggiare sulle tempie ed alla base di nuca e collo.

Vuoi un rimedio d’emergenza? Prova a sgranocchiare 1-2 Fave di Cacao la cui teobromina in esse presenti aiuta a minimizzare il dolore alla testa.

Prima di coricarti inoltre gusta una tisana fumante così composta:

Le proprietà antidolorifiche di Artiglio, Salice e Spirea abbinate a quelle rilassanti e distensive della Melissa daranno un immediato conforto.

REGOLE D’ORO PER STARE IN FORMA

In queste due settimane, hai contato quanti pranze, cene, aperitivi e feste hai in agenda? Sicuramente più di quante il tuo fisico possa reggere per non appesantirsi. Trovare scuse per non partecipare è sbagliato, ma non è altrettanto giusto mangiare a dismisura per poi ritrovarsi a fare i conti con i sensi di colpa!
Meglio organizzarsi day-by-day e adottare valide strategie che non ti facciano lievitare.

Non accetare nello stesso giorno due inviti a meno che tra uno e l’altro non trovi il tempo per fare una lunga corsa sul tapis.
Inizia la giornata con una colazione genuina e ricca di nutrienti: dimentica cappuccino e brioche e gusta invece un vasetto di yogurt naturale nel quale puoi aggiungere cereali e frutta secca come Goji, Pitahaya rossa, Giuggiole, More di Gelso bianche e Semi di Albicocca dolci che ti faranno sentire meno la fame nelle ore successive.
Diluisci poi in una bottiglietta d’acqua uno stick di Drena&Depura i cui principi attivi di Karkadè, Mango, Verga d’Oro, Schisandra, Fumaria e Ribes Nero purificano dalle scorie ed eliminano i liquidi in eccesso.

Se l’invito è a pranzo, la cena dovrà essere priva di carboidrati ed estremamente leggera, accompagnata da una buona tisana rilassante e digestiva come la seguente:

Viceversa, se hai in programma una cena, il pranzo dovrà essere ipocalorico ma saziante per evitare languorini pomeridiani.
Non lasciarti tentare dalle stuzzicherie dell’aperitivo, ma ordina solo dell’acqua. Al ristorante, scegli come antipasto un piatto a base di verdure ad effetto riempitivo, mentre la portata principale (meglio proteine che carboidrati e mai tutti e due nello stesso pasto) deve essere priva di intingoli grassi e facile da digerire.
Rinuncia al dessert (al massimo mangia un frutto di stagione) e concediti giusto un bicchiere di vino per il brindisi.

Sbagliatissimo saltare i pasti per cui, se il giorno dopo subentrano i sensi di colpa, fai un po’ di movimento e diluisci in un litro di acqua 3 cucchiaini di EIS Peso i cui estratti di Pilosella, Quercia Marina, Tarassaco, Matè, Ribes Nero e Lmone o.e. aumentano il metabolismo e favoriscono la rimise en forme.

INGRASSI PER COLPA DELLO STRESS?

Fai sport tutti i giorni, hai rinunciato alle caramelle gommose, addirittura prendi le scale invece dell’ascensore eppure non hai perso nemmeno un chilo? Sarai mica stressata?

Quando si attraversano particolari fasi della vita in cui gli impegni si accavallano uno sull’altro, i problemi sembrano insuperabili ed ogni minima cosa ci fa innervosire l’organismo attiva dei meccanismi di difesa che mandano in tilt il nostro autocontrollo.

La maggior parte delle persone si butta sul cibo, sopratutto quello contenente zuccheri come biscotti, merendine e snack cioccolatosi, ma c’è anche chi preferisce il gusto salato di pane, pizza, crackers e salatini. Le tentazioni hanno un unico denominatore comune: gli amidi.
Tutto ciò succede perchè i carboidrati gratificano immediatamente regalando benessere e relax; allo stesso tempo però danno dipendenza in quanto causano il picco glicemico determinando una sorta di remind del cibo per cui più ne mangi, più ne desideri…e più ingrassi!

Per superare la costante voglia di carboidrati e gestire meglio lo stress, è necessario assumere al mattino a giorni alterni Oligolito DIA 5a, fiale contenenti gli oligoelementi Zinco-Nichel-Cobalto che contrastano la voglia del dolce, ed Oligolito Magnesium utile quando si ha i nervi a fior di pelle.

Prima dei pasti principali, deglutisci 1-2 capsule di Açai dall’effetto antiossidante e dimagrante, mentre dopo cena beviti una gradevole tisana rilassante che permetta di farti riposare meglio. Io la farei così:

Nelle pause di lavoro, non lasciarti tentare dalle ghiottonerie dei distributori automatici, ma placa la fame masticando 1-2 Fave di Cacao che ti faranno recuperare concentrazione ed energia.

RIMEDI DOLCI PER L’ACIDITA’ E IL GONFIORE

Bruciori, acidità, pesantezza allo stomaco, dolore, eruttazioni e nausea sono i sintomi più comuni che caratterizzano la pancia quando lo stomaco non lavora bene.
I disturbi gastrici possono essere di tipo funzionale (dispepsia e reflusso) oppure organica (gastrite e ulcera) in cui si hanno infiammazioni e lesioni alle mucose. Spesso la seconda è una conseguenza della prima, ovvero un malfuzionamento dell’apparato digerente che nel tempo arreca danni agli organi preposti.

Il maggior responsabile dei problemi gastrici è l’Helicobacter pylori, un batterio che riesce a sopravvivere all’acidità gastrica e la procedura più comune per debellarlo è la terapia antibiotica che però annienta la flora batterica e non evita le recidive.
Un vero toccasana per la mucosa gastrica invece è il Miele di Manuka 400+ MGO assunto prima dei pasti principali ed in grado di neutralizzare tale batterio.
Per velocizzare la digestione ed attenuare i bruciori basta sciogliere in bocca una compressa di PeGastrit che protegge la mucosa, tampona l’iperacidità ed evita il meteorismo.

Ansia, stress e ritmi di vita frenetici comportano difficoltà digestive: quando infatti si mangia in fretta, deglutendo velocemente un boccone dopo l’altro si rallenta la digestione. Bisogna invece masticare lentamente proprio perchè in bocca avviene la prima scomposizione degli alimenti.
E’ bene allora bere una tisana anti-stress a metà mattina e pomeriggio per rilassare mente e fasci muscolari.
La composizione è la seguente:

Dopo i pasti per azzerare gli eventuali sintomi di pesantezza e bruciore si possono aggiungere ad un bicchiere d’acqua 40-50 gocce di Camomilla TM.

In ogni caso comunque, per non dover continuamente ricorrere a rimedi erboristici nè tanto meno a farmaci gastroprotettivi o antiacidi, occorre modificare l’alimentazione e lo stile di vita.
Son da preferire i cibi semplici che facilitano lo svuotamento gastrico, limitando il consumo di alcol, caffè  e cioccolata ad effetto irritante e tutti gli alimenti acidi come il pomodoro.
La frutta inoltre va consumata come spuntino tra un pasto e l’altro: se viene mangiata da sola si digerisce molto più velocemente che se lasciata come pietanza finale in quanto staziona più a lungo nello stomaco dando origine a fastidiose fermentazioni.

ANCHE LA DIETA VA IN VACANZA?

Finalmente sei in ferie e la voglia di lasciarti andare completamente a relax e divertimenti è tanta. Attenzione però a non esagerare per non buttare all’aria gli sforzi fatti per avere un fisico perfetto.

La colazione a buffet mette a dura prova il tuo self control: cappuccino, croissant, biscotti, pane, formaggi, marmellate, uova, affettati,…sono una continua tentazione a cui è difficile resistere.
L’ideale sarebbe quello di bere una tazza di latte, caffè o spremuta abbinata a yogurt e frutta di stagione, ma se ti accorgi di avere esagerato, sappi che avrai tutta la giornata davanti per rimediare, con pasti più leggeri e sport.

Gli spuntini di metà mattina e pomeriggio devono essere leggeri con frutta fresca e tisane dissetanti a base di Karkadè dall’attività diuretica.
Se ti va un gelato, scegli il ghiacciolo oppure i gusti alla frutta che hanno meno calorie di quelli alle creme, se però ti tentano stracciatella, fior di latte, cioccolato e relative varianti, concediti una coppetta in sostituzione di un pasto oppure dopo un dinner light.

7 giorni di vacanza, 7 giorni di happy hour? Per la linea, anche no! Cocktail analcolici coloratissimi, bicchieri di vino o birre ghiacciate accompagnati da stuzzichini, pizzette e goloserie varie sono una vera bomba per cosce e girovita, per non parlare di fegato ed intestino.
Un qualche aperitivo è consentito, ma che sia molto semplice (es. un bianchetto) trattenendoti dalle tentazioni servite sul bancone.
A cena ordina un piatto proteico (carne o pesce) con verdure per non sovraccaricare fegato e stomaco.

Quando ti accorgi di avere esagerato a cena, prima di andare a dormire fai una lunga passeggiata e poi beviti una tisana rilassante e digestiva così composta:

E se ti capita una serata alcolica? Il giorno dopo aiuta fegato e reni a respirare con Nutridiur, una tisana depurativa e drenante istantanea: basta sostituire al tappo della bottiglietta d’acqua un active cap ed otterrai un cocktail fitoterapico gradevole da bere che ti farà smaltire gli eccessi del giorno prima.

INSONNI NOTTI ESTIVE

L’estate porta notevoli cambiamenti all’uomo: l’aumento delle temperature diurne ed il tramonto posticipato influenzano i ritmi biologici e gli appuntamenti quotidiani, andando a scombinare la normale routine.
E’ naturale infatti, trascorrere più tempo all’aperto, fare sport nel tardo pomeriggio, cenare dopo le 20 e chiacchierare con gli amici godendosi il refrigerio serale, ma tutto ciò va a scapito della qualità e della durata del sonno.

Cosa si può fare?
Stare troppe ore al sole fa sì che il corpo accumuli calore che deve essere eliminato attraverso la sudorazione; questo processo determina la perdita di sali minerali importanti quali Magnesio e Potassio, causando i fastidiosissimi crampi muscolari notturni.
Durante il giorno pertanto, è consigliato bere tanta acqua o magari degli infusi di frutta freschi come Frutti di Bosco, Mora e Karkadè o Anice e Lemongrass.

La cena riveste un ruolo fondamentale sulla quantità e sulla qualità del sonno: se è troppo abbondante o ricca di grassi saturi e zuccheri raffinati, si sovraccarica lo stomaco di lavoro e quando si va a letto, la digestione è ancora in atto.
Meglio mangiare cibi leggeri, come proteine magre (pesce o carni bianche) accompagnate da vegetali di stagione.
No a formaggi ed insaccati, dessert e cioccolata, alcolici e bevande contenenti caffeina e teina. Dopo cena è utile una buona tisana digestiva e rilassante così composta:

Se si sta attraversando un periodo particolarmente stressante, si possono assumere delle gocce di Tintura Madre di Escolzia diluite in acqua o addizionate alla tisana dopo pasto. Tale rimedio fitoterapico infonde calma e favorisce l’addormentamento.

Fare sport, soprattutto in estate per la prova costume, è importante ma meglio non praticarlo alla sera perchè viene prodotta energia che si arriva a smaltire troppo tardi.

Per chi vuole concedersi un piacevole momento di benessere, un ottimo consiglio è quello di immergersi in una vasca di acqua tiepida arricchita con l‘Olio da Bagno Relax: gli oli essenziali di Neroli, Verbena e Gelsomino rilassano da tutte le tensioni e tolgono quel senso di pesantezza che si è accumulato durante la giornata.

SONO PROPRIO IN QUEI GIORNI…

Nei giorni che precedono il ciclo molte donne lamentano dolore, gonfiore, emicrania, tensione mammaria, sbalzi d’umore e ritenzione idrica. Prima di ricorrere a degli antidolorifici di sintesi che indeboliscono il fegato e danneggiano lo stomaco, prova dei rimedi naturali efficaci, e privi di controindicazioni.

Ai primi segnali di dolore le capsule di Angelica Cinese (Dong Quai) favoriscono il benessere femminile, in particolare l’infiammazione e gli spasmi a livello dell’utero; diversi studi attestano infatti che l’azione antiinfiammatoria di tale pianta agisca provocando il rilassamento dei muscoli della parete uterina, normalizzando le contrazioni e le tensioni muscolari.

Improvvisamente nei giorni che precedono il ciclo gli abiti diventano stretti ed i pantaloni si trasformano in skinny! Preparati una tisana sgonfiante così composta:

Questa miscela da bere durante la giornata svolge un’attività sgonfiante e digestiva e per favorire l’eliminazione dei liquidi che ristagnano nelle gambe, puoi aggiungervi delle gocce di EIS Drenaggio, i cui estratti di Verga D’oro, Ononide ed Ortosiphon promuovono la diuresi.

Gli sbalzi ormonali che precedono l’arrivo del ciclo causano irritabilità e cefalea. L’ansia ed il nervosismo sono dovuti infatti a modificati rapporti tra i neurotrasmettitori cerebrali e per infondere un maggior senso di rilassamento puoi ricorrere ad AxiMagnesio,  dove magnesio e vitamina B6 regalano benessere ai nervi ed all’umore.
Attacchi ricorrenti di mal di testa in fase premestruale si verificano perchè si abbassa sensibilmente la soglia del dolore e possono essere contrastati con la TM di Partenio.

Gli squilibri tra estrogeni e progesterone determinano l’aumento della prolattina, sia durante l’allattamento ma anche poco prima del ciclo; le donne sensibili a tali alternanze sono soggette a tensioni mammarie e sensibilità ai capezzoli e un rimedio naturale che contrasta tali sintomi è la TM di Agnocasto, una pianta che armonizza il bilancio ormonale, alzando i livelli di progesterone.

GONFIA COME UN PALLONE!

Ti capita spesso di svegliarti al mattino con un addome pronunciato come se avessi un pallone al posto dello stomaco? Questo fastidio fa già partire col piede sbagliato la giornata, creando malessere e pesantezza.

Se il gonfiore addominale mattutino si manifesta sporadicamente, è probabile che sia colpa di ciò che hai mangiato la sera precedente ma se il fenomeno si ripresenta ad ogni risveglio allora devi modificare sicuramente le abitudini quotidiane, sia in fatto di alimentazione che stile di vita.

Escludendo problematiche di intolleranze ed allergie varie, occorre eliminare dalla dieta tutti quegli alimenti ricchi di grassi idrogenati, zuccheri raffinati, coloranti, conservanti e tutti i cibi precotti, facili per il microonde ma difficili per lo stomaco.
La colazione deve essere leggera ma saziante per non farti venire attacchi di fame al lavoro: una tazza di latte o un vasetto di yogurt naturale con l’aggiunta di cereali integrali e superfrutti (Goji, Schisandra, Açai, More di Gelso) garantiscono la giusta energia fino all’ora di pranzo. In caso di intolleranze ai latticini, puoi ricorrere ai derivati della soia.

Nella pausa, mangia un frutto di stagione ed a pranzo preparati un piatto a base di carboidrati, mentre a cena via libera alle proteine, accompagnando entrambi i pasti alle verdure. La frutta subisce un processo digestivo lento per cui mangiata a fine pasto, rallenta la digestione ed origina fermentazioni e flatulenze.

La digestione parte dalla bocca grazie alla ptialina, un’enzima presente nella saliva che favorisce la scissione soprattutto dei carboidrati, quindi di pasta, pane, cereali e patate.
La seconda tappa avviene nello stomaco, in ambiente acido dato dai succhi gastrici e dalla pepsina, un’enzima importante per le proteine di carne, pesce e uova.
Il capolinea è nell’intestino dove si ha la scomposizione dei grassi ad opera dei succhi gastrici provenienti da stomaco, fegato e pancreas.

Per favorire la digestione puoi bere una tisana dopo i pasti così composta:

Tale miscela è indicata anche per eliminare i gas addominale, evitare le fermentazioni e calmare gli spasmi causati da nervosismo e stress. Bevine una tazza dopo ogni pasto, oppure preparane 2-3 tazze al mattino e versala in thermos da sorseggiare al lavoro.

In caso di intestino rallentato, sciogli una bustina di PegaStress direttamente in bocca prima della colazione; si tratta di fermenti lattici vivi e vitali che vanno in soccorso alla tua microflora intestinale per dare maggiore regolarità, soprattutto nei momenti di maggiore stress o nei cambi di stagione.

CUORE BALLERINO

La tachicardia è quella patologia che sopraggiunge bruscamente in cui il cuore comincia a battere all’impazzata, scombussolando tutto l’organismo e lasciando senza fiato.

Uno choc improvviso, uno sforzo intenso, un’emozione inaspettata possono accelerare il battito cardiaco, per cui è fondamentale capire l’origine del problema e trovare l’adeguata soluzione.

Se stai attraversando un periodo di forte stress lavorativo, deglutisci tutti i giorni una compressa di Magnesium 375, l’integratore ad alta concentrazione di Magnesio in grado di regolare l’attività del muscolo cardiaco.
Modifica inoltre lo stile di vita: organizza la tua giornata alternando il lavoro a momenti di svago e relax, cerca di non caricarti troppo di responsabilità e non portar a casa i problemi, ma stacca la spina.

La tachicardia può esser legata all’ipertensione. Assumi le gocce EIS Pressione diluite in un bicchiere d’acqua, 3 volte al giorno i cui estratti di Prunella, Biancospino, Olivo ed Eucomnia, abbinate agli oli essenziali di Mandarino e Maggiorana garantiscono la regolarità.
Massaggia mattina e sera sul corpo l’Olio degli Angeli, una miscela di oli vegetali impreziosita dagli oli essenziali rilassanti di Arancio, Verbena, Neroli, Camomilla e Gelsomino che donano serenità di giorno e favoriscono il sonno la sera.

Difficoltà nella digestione, problemi di reflusso gastroesofageo o una forte acidità di stomaco possono scatenare l’accelerazione del battito, soprattutto prima di coricarti.
Deglutisci prima di cena 1 cucchiaino di Bio-Strath Elixir, uno sciroppo a base di plasmolisato di lievito vegetale che favorisce la digestione e addolcisce la mucosa gastrica.
Dopo il pasto, bevi una tisana così composta:

Riduci inoltre, il consumo di caffè, thè, cioccolato e bibite contenenti caffeina in quanto agitano ed acidificano lo stomaco.

Quando ti alleni o fai qualche sforzo, è naturale sentire il cuore battere molto velocemente e quando poi ci si ferma, lentamente il ritmo torna regolare. Se la tachicardia invece persiste, significa che hai esagerato nell’intensità.
Per non incorrere in problemi cardiaci ricordati che, qualsiasi sport tu faccia, devi allenarti ad una frequenza non superiore al 70% di quella massima, calcolata sottraendo a 220 la tua età.
Ad esempio, se hai 40 anni, fai 220 – 40 = 180 che è la tua frequenza massima; a questa devi poi calcolare il 70% e così risulta 126, che sono i battiti al minuto ideali per il tuo allenamento.