Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

CAPELLI AL VENTO

Non c’è niente di più brutto che un capello spento, opaco e sopratutto privo di morbidezza e vitalità. Te ne accorgi quando passi una mano in mezzo alle ciocche e le dita restano impigliate tra gli steli, oppure quando si alza il vento e la tua chioma resta immobile come un’impalcatura.

Il primo segreto per avere capelli brillanti e setosi parte dal lavaggio: utilizza lo Shampoo Nutriente e Protettivo all’estratto biologico di miele e mandorle dolci che assicurano volume e corposità ed il risultato è una chioma morbida, idratata e luminosa,  piacevole da accarezzare.

Dopo avere sciacquato accuratamente lo shampoo, è importante l’impiego della Maschera Nutriente e Protettiva che contrasta l’effetto crespo e previene il fenomeno delle doppie punte.

Non è necessario lavarli tutti i giorni perchè rischi di stressarli ulteriormente, tranne che sei fai sport quotidianamente oppure se sei spesso esposta a polveri e smog.

Attenzione all’asciugatura: non usare il phon troppo caldo e tienilo ad una certa distanza in modo da non “bruciarli”. Durante l’asciugatura, il getto va indirizzato sempre dalle radici alle punte in modo da non sollevare le squame.

Per regalare un’extra di brillantezza ai capelli, puoi ricorrere ai Cristalli Liquidi, un prezioso siero che liscia e mantiene ben salde le cuticole eliminando efficacemente l’effetto sciupato e secco. Bastano poche gocce di prodotto solamente sulle lunghezze e sulle punte per garantire morbidezza e setosità.

 

CAMBIO VITA, MI FACCIO LA TINTA!

Hai mai pensato di dare una svolta alla tua vita, ma ti è mancato il coraggio di farlo fino in  fondo?
Si passano momenti n cui si è stanchi di tutto, le persone ci deludono e si ha voglia di lanciare un segnale forte per anunciare il cambiamento:  è giunta l’ora di fare la tinta.

Le donne generalmente, quando c’è qualcosa che non va, la prima cosa che modificano del proprio aspetto è il taglio o il colore del capello per rendere chiaro a tutti che è il momento della riscossa!

Come scegliere la tonalità? Se è la prima volta che si fà  la tinta bisogna considerare il fatto che la nuance scelta non sia quella giusta. Un errore infatti, che fanno molte signore, è quello di scegliere toni troppo scuri che potrebbero indurire il  volto e rendere lo sguardo più cupo.
Se non è questo l’effetto che si vuole dare, è meglio optare per una tinta della stessa tonalità e vedere come prende sul capello per poi, eventualmente, la volta successiva acquistare una confezione un punto più scuro.

Potresti osare altrimenti un tocco di rouge! Se il tuo colore è già ramato potresti accentuarne il riflesso, oppure un colpo di pazzia: rosso acceso o rosso mogano.

Difficile invece schiarirli: se sei bionda puoi rendere la tua chioma più dorata e brillante, tolgiendo quel grigiore che invecchia e così la tua immagine ne trarrà sicuramente vantaggio.

Le Tinte Naturalcolor sono prive di ammoniaca e testate al Nichel, Cromo e Cobalto, tutte sostanze che potrebbero dare allergie; sono inoltre composte da proteine della seta e del germe di grano che rispettano i capelli e li rendono più morbidi e luminosi.
Troverai una vasta gamma di nuance: sono ben 27 infatti le tonalità a tua disposizione, suddivise in serie naturale, dorata, mogano e rosso-rame.

PER CHI SI GRATTA IN TESTA

La cute è un’area delicata molto sensibile e spesso soggetta ad irritazioni. La polvere, l’inquinamento, i cappelli indossati per molte ore e lo stress sono tra le cause di irritazione, ma soprattutto le formulazioni aggressive di shampoo e lozioni sono tra i fattori scatenanti il prurito.

Quando ci laviamo i capelli (o la cute per chi soffre di calvizie) il rischio è quello di utilizzare prodotti che rischiano di alterare il mantello acido che ricopre il cuoio capelluto; esso ha la funzione di proteggere la nuca per evitare che si secchi e si squami, diventando sempre più sensibile.

E’ difficile allora riuscire a non grattarsi, provocando un’ulteriore infiammazione che pian piano s’avvia a diventare cronica.

Prima di lavarti la testa con uno shampoo qualsiasi, controlla bene gli ingredienti e scegli prodotti dalle formulazioni delicate, senza schiumogeni aggressivi, conservanti chimici, ma ricchi invece di sostanze addolcenti e riequilibranti.
Lo Shampoo Igienizzante contiene numerose sostanze funzionali come il luppolo, la malva, il timo, il cajeput in abbinamento alle cellule staminali vegetali che sono adatte ad un cuoio capelluto irritato perchè lo rigenerano e lo proteggono. Oltretutto questo prodotto dona un’immediata sensazione di freschezza e di pulizia.
Non occorre usarne molto, anzi poco shampoo diluito in un po’ dacqua creerà una giusta emulsione facile da massaggiare (non con le unghie ma solo con i polpastrelli) e da lavare accuratamente.

Dopo il lavaggio, a completare l’azione equilibrante c’è il Trattamento Sebo Urto. Si tratta di una lozione facile e pratica da applicare ricca di tea tree oil ed altre sostanze funzionali che esercitano un’attività sebo normalizzante.
Il prodotto va utilizzato sempre prima dell’asciugatura, per cui non deve essere lavato.

Attenzione anche quando passi al phon: se la sua temperatura è alta non deve essere tenuto troppo vicino ai capelli perchè, oltre a danneggiarli, potrebbe irritare la cute; la spazzola che utilizzi deve avere i dentini arrotondati o morbide setole naturali che non graffino e non diano ulteriore prurito.

 

SILICIO PER LE OSSA

Il silicio è un minerale importantissimo non solo per le ossa ma anche per le articolazioni, per il tessuto connettivo, per la pelle, le unghie ed i capelli.

La carenza di questo elemento può causare l’osteoporosi, quindi è fondamentale per le signore che entrano in menopausa e per tutti gli anziani, arricchire la propria dieta alimentare con integratori a base di silicio, a cicli di 2-3 mesi due volte l’anno.
I cereali integrali sono gli alimenti più ricchi di questo minerale ma purtroppo trovano poco spazio sulle nostre tavole ed allora occorre assumere delle compresse di Equiseto, il vegetale che maggiormente contiene silicio.

L’equiseto (Equisetum arvense, conosciuto anche come coda cavallina) è una pianta infestante dei nostri campi con radici sotterranee difficili da estirpare, ma la droga è rappresentata dalla parte aerea, ovvero fusto e foglie che al tatto sono piuttosto resistenti in quanto ricche di minerali.

Nell’equiseto, oltre al silicio, si trovano anche calcio, manganese, zinco e vitamine D e K che rientrano nella composizione delle unghie e dei capelli e nei cambi di stagione gli integratori con questo vegetale diventano un ottimo alleato per l’uomo.

 

SOLE E CLORO, NON AVRETE IL MIO SCALPO

E’ bello d’estate giocare sotto il sole a calcetto o beach volley con gli amici, oppure fare lunghe nuotate in piscina, ma dobbiamo stare attenti perchè il sole, la salsedine ed il cloro tendono a sfibrare i capelli, così come il vento li inaridisce.
Tutti questi elementi infatti, assottigliano il capello riducendo il contenuto proteico del fusto con conseguente formazione  delle doppie punte ed indebolimento.

Se fai un tuffo in mare, l’acqua salata che è alcalina contrasta con la cheratina dei capelli che invece è acida, ed il sole aggrava la situazione!

Per proteggere la tua chioma se non vuoi indossare nè cappello nè bandana, puoi spalmarti la Crema capillare che fa l’effetto barriera nei confronti dei raggi solari ed evita che il vento inaridisca le punte.
La crema capillare è indicatissima anche in piscina per difendere i capelli dai danni del cloro: massaggiata prima di indossare la cuffietta, eviterà che gli steli diventino sfibrati e perdano la loro naturale lucentezza.

 

 

BANDIERA BLU

La “Bandiera Blu” è un certificato internazionale di qualità ambientale istituito nel 1987 dalla FEE (Found for Environmental Education – organizzazione internazionale non governativa  e no profit) ed è un riconoscimento che viene assegnato ogni anno alle migliori località balneari in 46 Stati europei ed extraeuropei.

Queste mete turistiche partecipano volontariamente alla valutazione tramite la compilazione di un questionario sulla qualità del mare, sulla depurazione delle acque reflue e lo smaltimento dei rifiuti, sull’accessibilità delle spiagge e degli stabilimenti balneari, sull’educazione alle tematiche ecologiche, accompagnando il tutto da una documentazione che riporta dati ufficiali e firmata dal sindaco del Comune.

Tutti i questionari vengono poi analizzati sia dalla FEE nazionale che internazionale, che dalle Capitanerie di porto, ma la valutazione finale spetta ad una giuria nazionale con il contributo di enti istituzionali come il dipartimento per lo Sviluppo e la competitività del turismo ed il ministero delle Politiche agricole e forestali, e di organismi privati (tipo i Sindacati balneari) e la Federazione italiana nuoto.
La FEE certifica tutte le valutazioni in modo corretto e trasparente.

Ciò che interessa maggiormente è la qualità dell’acqua cioè si deve garantire l’assenza di discariche nelle vicinanze delle spiagge, l’allacciamento per almeno l’80% alle fognature delle acque reflue ed un idoneo sistema di raccolta differenziata e di gestione dei rifuti.

E’ bene rispettare la natura per cui cerchiamo di non inquinare l’ acqua della località prescelta per le nostre vacanze. Attenzione ai cosmetici che utilizziamo, controlliamo che siano biodegradabili affinchè non lascino residui quando ci tuffiamo in mare ed inoltre recuperiamo i flaconi vuoti.
Uno shampoodoccia biodegradabile che a me piace molto è lo Schiumaderbe perchè purifica la pelle grazie agli oli essenziali in esso contenuti, disciolti in olii idrofili che lo rendono biodegradabile oltre il 90%.
Addirittura è consigliato a tutti coloro che trascorrono le vacanze in barca perchè lo puoi utilizzare anche con l’acqua di mare.

 

 

LO CHIGNON PER L’ESTATE

Hai i capelli lunghi e non sai come raccoglierli? La tendenza dell’estate 2013 è lo chignon realizzato in diversi modi:

  • Stile charleston. Chignon basso, alla base del collo, ispirato agli anni ’30.
    I capelli devono essere il più possibile lisci, quindi prima bisogna applicare la Crema Lisciante e procedere col brushing (se non ti ricordi come si fa, leggi il relativo blog!!!); traccia poi, una riga laterale e raccogli i capelli nello chignon, fissando le ciocche con delle forcine.
  • Alto. Quest’acconciatura è stile anni ’60.
    A testa in giù, si raccolgono i capelli in una coda alta al centro della testa; si cotona leggermente la lunghezza della chioma e si fissa con la lacca. Infine, si arrotola la coda su se stessa in uno chignon alto che deve restare gonfio  e voluminoso.
  • Asimmetrico. Questo look è da anni ’80.
    Dopo il brushing, traccia una riga laterale, raccogli i capelli dal lato opposto alla riga in uno chignon basso, appena sotto l’orecchio. Dopo aver fissato i capelli con le forcine, puoi far uscire delle ciocche ai lati del viso.
  • Bandeau. Stile ballerina.
    Dividi i capelli con una riga al centro della testa, procedi col brushing, poi applica i Cristalli Liquidi per renderli lucenti e brillanti ed infine raccoglili in uno chignon basso. Una volta fissato, annoda un nastro in raso o in seta, oppure una fascia colorata.

 

CAPELLI LEGATI CON IL FOULARD

Il foulard è l’accessorio dell’estate 2013.

Non si mette al collo, ma si utilizza piegato a fascia larga e, poi, si annoda dietro la nuca per tenere in ordine i capelli, non solamente in spiaggia, ma anche, per esempio, quando si passeggia in città.

Un foulard più piccolo si può usare, invece, per legare la coda di cavallo, oppure ancora dare un tocco di personalità allo chignon.

Prima di indossarlo, utilizzate su tutta la lunghezza del capello la crema capillare, una crema appunto altamente spalmabile e morbida che renderà più setosa la chioma. Non unge, non secca e non puzza per cui può essere usata come prodotto finale prima di creare il vostro look dell’estate.

TRECCINE AFRO E ALOPECIA

Un’acconciatura che in spiaggia, da qualche anno, è diventata un must è quella delle treccine afro che realizzano le sapienti mani delle donne africane.

Sicuramente, durante la vacanza, i capelli staranno più in ordine, ma al rientro c’è il rischio di ritrovarsi la chioma rovinata, indebolita o addirittura più rada.
Le treccine afro infatti, possono provocare la cosiddetta “alopecia da trazione”: la tensione prolungata traumatizza il bulbo fino a provocare la caduta del capello stesso.

Il cuoio capelluto inoltre, resta scoperto in ampie strisce e risulta esposto, molte volte senza un’adeguata protezione, ai raggi solari, rischiando la scottatura.

E non è finita: il sole, il sudore, la sabbia e l’acqua del mare tendono ad alterare il pH della pelle, aumentando la produzione di sebo. Poichè i capelli con le treccine vengono lavati con minore accuratezza, è più facile che la proliferazione batterica promuova forfora, micosi e dermatiti.

Se sei una patita delle treccine afro, evita quelle che vengono eseguite troppo strette, ma preferisci quelle più morbide, in modo da non traumatizzare troppo la cute ed i capelli.

Durante l’esposizione al sole è bene utilizzare dei protettivi solari specifici per i capelli, oppure bandane e cappelli di tessuto traspirante. Non dimenticare infine, la detersione: usa gli oli lavanti, tipo l’olioderbe all’aloe, per pulire sia i capelli dalla sabbia che eliminare l’eccesso di sebo e rinfrescare la cute.

Venerdì 21 giugno: check up gratuito di pelle e capelli

Conosci lo stato dei tuoi capelli e della tua pelle?
Affidati ad una consulente Le Kuth e richiedi un check up GRATUITO.
Claudia si prenderà cura di te per circa 20/30 minuti, durante i quali potrai avere consigli personalizzati.
Per maggiori informazioni oppure per prenotare direttamente l’orario che preferisci, inviami una mail al seguente indirizzo: info@officinaliserboristeria.it
L’ invito è rivolto anche agli uomini.
Non perdere l’ occasione!!!

Sai fare il “brushing” ai capelli?

Vorreste avere una chioma fluente col capello liscio ed invece vi ritrovate un cespuglio in testa che non riuscite a domare? La tecnica in voga adesso è il brushing.

Il brushing è un metodo nuovo di asciugare i capelli con phon e spazzola e l’aggiunta di qualche prodotto specifico naturale che non rovini la lunghezza e non secchi le punte. Il risultato sarà una capigliatura liscia e perfetta, senza l’effetto “piattume” che intristisce il viso.

Per prima cosa, occorre lavare i capelli con lo shampoo lisciante, dall’effetto anti crespo e fortificante a base di semi di Lino e Ginkgo biloba, poi ammorbidirli con l’apposito balsamo lisciante dalle proprietà setificanti e ristrutturanti.
Poi, sui capelli ancora umidi, si applica la crema lisciante senza risciacquo che protegge e toglie l’elettricità statica.

A questo punto si passa all’asciugatura.
Con una spazzola cilindrica, si prende una ciocca per volta e la si avvicina al phon tiepido ed il verso dell’asciugatura va dalle radici fino alle punte; per fissare la piega è necessario un breve getto d’aria fredda.

Se si vuol rendere più lucenti i capelli (ed avete ancora un po’ di tempo!), potete passarvi sulle mani alcune gocce dei cristalli liquidi dagli estratti bio di mandorle dolci e di açai. Questo siero ristrutturante illuminante, effetto seta, renderà più morbidi e splendenti i vostri capelli.

Venerdì 24 maggio, consulenza GRATUITA di cute e capelli

Conosci lo stato dei tuoi capelli e della tua pelle?
Affidati ad una consulente Le Kuth e richiedi un check up GRATUITO.
Claudia si prenderà cura di te per circa 20/30 minuti, durante i quali potrai avere consigli personalizzati.
Per maggiori informazioni oppure per prenotare direttamente l’orario che preferisci, inviami una mail al seguente indirizzo: info@officinaliserboristeria.it
L’ invito è rivolto anche agli uomini.
Non perdere l’ occasione!!!