bardana radice Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

DETOX MOOD

Sebbene non sia ancora finita l’estate, devi mettere in atto le strategie detox per purificare l’organismo dopo gli stravizi delle vacanze.

Se ti sei lasciata spesso coinvolgere negli aperitivi alcolici occorre concentrarti sul fegato: sicuramente è lui che in questo momento soffre di più! Devi pertanto sfruttare i principi attivi amaro-tonici che la natura mette a disposizione.

La Tisana del momento la preparerei così:

Trattandosi di droghe coriacee, va preparata come decotto cioè metti un cucchiaio di questa miscela in una tazza d’acqua fredda, portata ad ebollizione per almeno 5 minuti e poi lasciata intiepidire a fuoco spento per una decina di minuti. In questo modo vengono estratte le sostanze attive benefiche per il fegato.
Il sapore è amarognolo e se proprio la tisana non va giù, meglio optare per dei preparati in compresse come Micoxan Detox in cui sono presenti i funghi epatoprotettori polyporus e pleurotus abbinati alla vitamina C che li rende maggiormente biodisponibili.

Se in vacanza hai avuto qualche problemino di salute ed hai fatto cure farmacologiche, devi depurare l’intestino perchè è l’organo che viene messo più in sofferenza.
Florase Colon Help è un integratore che contiene lattobacilli che promuovono la funzionalità e la chlorella, un’alga “spazzina” capace di rimuovere le scorie accumulate.
Molto attuale inoltre è la polvere di Zeolite, un minerale di origine vulcanica, derivante da trasformazioni molto lunghe della lava.
Essa possiede una struttura cristallina regolare e microporosa con una quantità molto importante di volumi vuoti interni. Questa microporosità sta alla base della capacità di “intrappolare” grandi quantità di metalli pesanti e di tossine al suo interno.

Fotografia di La Loge Beauté

NIENTE PIU’ AFTE IN BOCCA

Le afte sono delle piccole lesioni che si formano all’interno della bocca causando dolore mentre si parla o si mangia.
Come riconoscerle? Sono piccole abrasioni dolorosissime quando vengono a contatto con saliva o cibo e non sono contagiose.

Se capitano sporadicamente può essere dovuto a qualche alimento ingerito a cui si è intolleranti o a effetti secondari di farmaci assunti; se la cosa si ripete con una certa ciclicità allora siamo in presenza di un calo delle difese immunitarie dovuto a stress o carenze di micronutrienti.

Come trattarle? Quando la causa è dovuta all’alimentazione o ad integratori occorre purificare il fegato con le compresse di EPAKeep in cui Schisandra, Amla, Berberis e Fillanto stimolano le capacità intrinseche di detossificazione limitando l’impatto delle sostanze pericolose per gli equlibri biologici locali e sistemici.

Presta maggiore attenzione a ciò che mangi ed inserisci nella dieta una Tisana purificante e drenante così composta:

Si prepara come decotto facendo quindi bollire 1 cucchiaio di questa miscela in una tazza d’acqua per circa 5 minuti poi si lascia riposare per almeno 10 minuti.

Le afte possono essere invece un segnale di forte stress. Nell’integratore Micosan Somax il fungo Hericium contribuisce a ripristinare il normale funzionamento del sistema nervoso e immunitario ed assieme alle vitamine B 6 e B 12 contrasta i cali psicologici.
Florase Colon Help è indispensabile per pulire l’intestino da tutte le scorie grazie alla presenza dell’alga Chlorella, la Boswellia ha azione antinfiammatoria ed i fermenti favoriscono la ripresa dell’organismo.

Ad uso topico, grande importanza ha Gastropasta Remargin Colostrum in cui l’Aloe e gli oli essenziali disinfettanti stimolano la rigenerazione dei tessuti lesi ed accelerano la guarigione.

 

 

 

 

BELLA DENTRO E FUORI

Stress e tossine lasciano segni evidenti sulla pelle e sui capelli e l’autunno ci mette del suo per renderli ancor più visibili. Abbina trattamenti cosmetici mirati alla depurazione e vedrai che risultati!

La purificazione è la base per raggiungere gli obiettivi preposti in poco tempo ed allora parti con un decotto che allontani dagli organi emuntori le scorie e favorisca la ripresa. La composizione è:

Tale miscela migliora la salute della pelle e del cuoio capelluto, favorisce il drenaggio ed elimina il gonfiore.

Per rendere più efficaci i trattamenti funzionali occorre fare una pulizia generale: lo Scrub Detossinante viso e corpo Coffee’n Tea Nero ha finissimi microgranuli che asportano delicatamente le impurità e dopo massaggia generosamente su tutto il corpo la Crema Sublime Madre Perla ricca di Omega3 e 6 dall’azione antiossidante e tonificante.
Al viso riserva invece una vera delizia per la tua pelle! La Crema Antiage Illuminante i cui pre e pro biotici potenziano i meccanismi di difesa cutanei, l’acido ialuronico idrata, mentre ectoina e acido ferulico regalano luminosità.

Via le gambe a palloncino. Prima della stagione fredda fai lunghe passeggiate o pedala all’aperto almeno mezzora al giorno ma per riattivare il microcircolo ed eliminare i cuscinetti, prima di uscire applica su cosce e polpacci la crema Benex Anticellulite.

E i capelli? L’integratore MiglioCres apporta più nutrienti dall’interno, mentre lo Sciampo-Crema effetto Detox seguito dall’Impacco specifico rimuovono sebo e forfora, migliorando l’ossigenazione della cute.

 

DEPURAZIONE = PULIZIA

La primavera è la stagione ideale per fare un po’ di pulizia e per affrontare al meglio l’arrivo del bel tempo. Il nostro organismo infatti, produce costantemente tossine e materiali di scarto (come il sudore) che vengono eliminate tramite gli organi emuntori come fegato, reni e cute.

Anche se abbiamo un’alimentazione piuttosto corretta, non siamo immuni alle microparticelle nocive che si trovano nell’aria, ai metalli pesanti ed ai conservanti che compongono certe materia prime, come pure agli agenti chimici tossici (inclusi farmaci) che ingeriamo.

La depurazione è una pratica indispensabile per mantenerci in buona salute e la fitoterapia ci dà validi strumenti per interagire e sostenere gli organi emuntori durante la loro attività.
I rimedi più semplici sono rappresentati dalle tisane, cioè miscele di più erbe che, entrando in sinergia tra di loro, svolgono al meglio la propria attività terapeutica.

Il fegato è l’organo che maggiormente spazza via le tossine e che, per effetto di complesse attivazioni enzimatiche, libera radicali liberi; questi, a loro volta, attraverso processi di coniugazione, verranno neutralizzati o eliminati dagli organi emuntori.
Affinchè tutto proceda correttamente, bisogna che tutti gli organi pulitori funzionino al meglio e che anche il nostro stile di vita sia il più sano possibile per facilitare le cose.

Un’ottima composizione per il fegato è un decotto così composto:

Il principio attivo del Cardo Mariano è la silimarina che svolge un’azione epatoprotettiva, epatorigeneratrice e coleretica, Carciofo e Tarassaco coadiuvano l’attività depurativa, il Boldo è utile in caso di congestioni epatiche e la Liquirizia è antinfiammatoria e digestiva.

Per estrarre al meglio i principi attivi di tali piante occore fare una decozione, cioè far bollire le piante nell’acqua per alcuni minuti e poi lasciarle raffreddare per una decina di minuti.
Ricordo che le tisane depurative tendenzialmente sono molto amare proprio per effetto dei principi estratti e non vanno dolcificate con lo zucchero raffinato perchè contrasta l’efficacia del preparato.

Per potenziare l’apparato renale puoi aggiungere all’interno della tisana depurativa il Gemmoderivato di Betulla Bianca Linfa, gocce che incrementano il flusso urinario senza scompensare il bilancio idrico dell’organismo. La betulla è in grado di facilitare l’eliminazione di azotati e cloruri, effettuando anche un’azione antinfiammatoria.

A sostegno dei reni, bisogna bere molto, non associare cibi troppo salati o troppo proteici così da non produrre eccessivi cataboliti come purine, ossalati, acidi urici,… Questo per evitare inoltre, che quei sali precipitino e diano origine a calcolosi.

La pelle ormai viene considerata un vero apparato e su di essa si manifestano tutti i malesseri che nascono da un cattivo funzionamento dei vari organi emuntori.

Una tisana specifica per andare a purificare il tessuto cutaneo potrebbe essere così composta:

La Bardana è deputata al drenaggio, migliora l’attività epato-biliare con tropismo a livello cutaneo, incrementando l’eliminazione dei cataboliti tossici. Regola inoltre, la secrezione sebacea in conseguenza dell’attività diaforetica, per cui è particolarmente indicata nel trattamento di pelli impure e acneiche.
La Viola Tricolor e la Fumaria regolano la produzione di sebo, la Salsapariglia depura e contribuisce a migliorare le malattie della pelle accelerandone il processo di guarigione, e la Menta dolce contrasta il sapore sgradevole della tisana, apportando freschezza e gusto al palato.

NON LASCIARLI CADERE TUTTI

I capelli rappresentano un elemento importante per l’immagine delle persone e rappresentano la parte del corpo che, più di ogni altra, si è prestata alla trasformazione, al gioco ed alla sperimentazione, determinando mode e tendenze.
Talvolta però rappresentano scocciature quando non stanno come vorremmo o quando sono reduci da una vecchia tinta, fino a diventare un grosso problema quando s’indeboliscono e cadono.

La perdita di un limitato numero di capelli durante la giornata è un evento naturale, ma se il fenomeno s’intensifica, si può verificare un diradamento consistente.

La vita del capello è suddivisa in tre fasi:

  1. Anagen dove si ha la formazione del capello.
  2. Catagen è il periodo di transizione.
  3. Telogen è la fase di riposo nella quale il capello resta attaccato alla cute tramite il suo follicolo fin quando la radice non riprenderà l’attività, producendone uno nuovo, il quale, a sua volta, farà cadere quello vecchio.

La caduta dei capelli può essere temporanea se si manifesta in condizioni particolari di stress, in concomitanza con l’uso di certi farmaci, durante la gravidanza e post parto, oppure causata da anoressia o altri fattori e, una volta risolti, si ha il suo arresto.
Può essere invece androgenetica quando la caduta è progressiva negli anni determinata da una componente ormonale e genetica. Gli ormoni androgeni assottigliano i follicoli piliferi , mentre i fattori genetici influenzano l’età della comparsa e la gravità.

L’alopecia colpisce soprattutto gli uomini, ma anche le donne possono andarne soggette soprattutto in seguito alla menopausa con i cambiamenti ormonali che si verificano durante tale periodo.

Per contrastare la caduta dei capelli è quindi necessario capire quali sono le cause: stress, disfunzioni ormonali, trattamenti farmacoligici, carenze alimentari, oppure se è una questione genetica. In quest’ultimo caso, non si può ahimè fare molto!

Come base, si può utilizzare Hair Formula, un integratore bilanciato di minerali e vitamine atte a irrobustire il follicolo e lo stelo del capello.
E’ adatto a uomini e donne ed è utile anche per ritardare l’incanutimento precoce dei capelli.

Ad esso, si affianca un ottimo antistress quale l’estratto secco di Rodiola rosea che stimola il sistema nervoso, svolgendo un’attività antifatica e di adattamento e l’Oligolito Magnesium per favorire il rilassamento psicofisico.

Per regolare il livello ormonale occorre assumere gli oligoelementi Zinco-Rame (Oligolito DIA 5) e le donne dovranno affiancare loro il gemmoderivato di Lampone, mentre gli uomini il gemmoderivato di Sequoia che riequilibrano l’individuo in maniera molto dolce ma efficace.

Non potendo sospendere le cure farmacologiche, è fondamentale la depurazione.
Prepara un decotto così composto:

La tisana risulterà piuttosto amara ma potrai dolcificarla con un po’ di miele.

Altri consigli sono:

  • utilizza prodotti delicati e non aggressivi ad uso topico;
  •  fai 2-3 lavaggi a settimana;
  •  se hai i capelli lunghi, non tenerli spesso legati perchè rischi di indebolirli ulterioremente.

DOPO L’ANTIBIOTICO, COSA DEVO FARE?

Ti sei ammalato ed hai dovuto ricorrere ad una cura con antibiotici? Ora devi rinforzare il tuo organismo per evitare ricadute o problemini secondari…

L’antibiotico si sa, ammazza tutti i microrganismi, sia quelli dannosi che quelli benefici per l’uomo e così ci ritroviamo esposti, senza più difese, a qualsiasi altro patogeno presente intorno a noi.
Per prima cosa, è necessaria una cura coi fermenti lattici Enterodophilus specifici dopo l’antibioticoterapia: si comincia con 2 capsule al mattino prima di colazione deglutite con un bicchiere d’acqua fresca, e dopo una settimana circa continuare con una sola al giorno.
L’associazione di questi fermenti lattici è utile per far ripartire la tua flora batterica intestinale in modo che ti protegga dall’attacco di altri virus che potrebbero scatenare diarree, problemi alle vie urinarie, herpes o ricadute.

Questa volta è bene assumere un buon fitoterapico per il tuo sistema immunitario: EIS Difese sono delle gocce composte da Echinacea, Astragalo, Eleuterococco, Baptisia, Aloe e dall’olio essenziale di Timo serpillo. Mettine un cucchiaino da caffè in un bicchiere d’acqua tre volte al giorno, possibilmente lontano dai pasti.

Per eliminare tutti i residui del farmaco assunto, purifica fegato ed intestino. Bevi una tisana depurativa composta dalle radici di Gramigna, Bardana, Curcuma e Tarassaco ed aggiungi 30-40 gocce di Gemmoderivato di Noce.
Preparane almeno 2 tazze al giorno così da garantire una migliore eliminazione delle tossine.

E la vitamina C? Assumi una compressa al giorno di C-Genom DNA che ti garantirà una maggiore protezione ed eviterà un nuovo contagio.

 

Serve aiuto? Contattaci