artiglio del diavolo Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

INDOSSA LA MANTELLA E TIENI CALDA LA SCHIENA

Il mal di schiena che attanaglia molti italiani in questi giorni è dovuto principalmente all’umidità, alla pioggia, al freddo ed agli sbalzi di temperatura che favoriscono i dolori alle articolazioni.

La colonna vertebrale sorregge tutto il corpo e permette di compiere movimenti essenziali come camminare, alzarsi, sedersi, voltare la testa e fare spostamenti. Posture sbagliate, la sedentarietà, i traumi improvvisi ed il sovrappeso ne compromettono la funzionalità.
L’unico modo per difendersi dall’autunno è quello di cercare di limitare il più possibile le occasioni in cui ci si espone all’umidità, nociva per le ossa ed il sistema nervoso periferico.

Per combattere il mal di schiena sono molto utili le erbe antinfiammatorie come la Boswellia e la Spirea Ulmaria TM, ma per attenuare immediatamente il dolore è migliore l’Artiglio del Diavolo.

Gli anziani che lamentano acciacchi frequenti devono assumere per 1-2 mesi i gemmoderivati di Ribes nero ed Abete ad azione lenitiva o di Pino che facilita i movimenti.

Il Gel all’Artiglio del Diavolo contribuisce a riscaldare la zona indolenzita grazie alla presenza dell’olio essenziale di Zenzero, mentre quelli di Cannella e Garofano chiodi hanno effetto anestetizzante locale.
Chi ha fretta, in alternativa può rimediare con i Cerotti all’Artiglio del Diavolo che aderiscono perfettamente e rilasciano principi attivi per diverse ore.

CON L’UMIDITA’ SON DOLORI

L’umidità e la pioggia sono condizioni climatiche che favoriscono i dolori a carico di ossa ed articolazioni. Si tratta di infiammazioni che risentono delle variazioni di temperatura e che causano indolenzimento e rigidità nei movimenti.
Le zone più soggette a tali problemi sono spalle, bassa schiena e ginocchia.

I reumatismi autunnali possono essere di due tipi:

  • Artrosi, il più diffuso, quando l’infiammazione colpisce i tessuti molli che proteggono le estremità delle ossa, la cui funzione è quella di ammortizzare i pesi e ridurre l’attrito tra di loro durante i movimenti. L’avanzare dell’età ed il sovrappeso determinano una riduzione di tali cuscinetti e le ossa, venendo a contatto tra di loro, provocano dolore.
    Solamente durante la condizione di riposo si trova sollievo.
  • Artrite reumatoide quando si ha un’alterazione del sistema immunitario che causa gonfiore e indolenzimento alle articolazioni. A differenza del precedente, il dolore è continuo.
    Nel tempo si ha la distruzione delle cartilagini, una maggiore fragilità ossea ed a volte anche deformità.

Il rimedio naturale sintomatico più indicato per attenuare i dolori reumatici è Arpagodol il cui principio attivo è l’Artiglio del diavolo ad assorbimento intestinale dove esplica maggiormente i suoi benefici. Per irrobustire invece i tessuti molli e rallentare la loro degenerazione è necessario utilizzare l’MSM (Metilsulfunilmetano) oppure Osteo-AR a base di Condroitina e Glucosamina solfato.

L’umidità e le variazioni di temperature causano più indolenzimenti nelle persone anziane le quali dovrebbero assumere ciclicamente il Ribes nero MG ad azione cortison-like abbinato alla Vite vergine Mg per proteggere i connettivi.
Non si possono trascurare gli oligoelementi: Rame-Oro-Argento (Oligolito DIA 4) garantisce una maggior efficacia dei gemmoterapici andando proprio a lavorare sul “terreno” dell’organismo.

 

I PICCOLI PROBLEMI DELL’ETA’

Arrivati ad una certa età, ecco che si manifestano piccoli disturbi che fino a poco prima non c’erano o venivano sopportati benissimo. Vediamo i più 5 acciacchi più frequenti ed i rimedi che la fitoterapia può offrire:

  1. Insonnia. Spesso capita di andare a letto e far fatica a prendere sonno oppure a risvegliarsi più volte durante la notte; il top è l’insieme dei due problemi.
    Il prodotto giusto è Notte Senior, un integratore alimentare a base di Valeriana, Biancospino, Griffonia, Arancio e Melatonina che permette di addormentarsi prima, mantiene il sonno più a lungo ed evita risvegli precoci.
    Bastano solo 30 gocce prima di coricarsi e non avendo alcol, vengono ben tollerate dallo stomaco.
  2. Ipertensione. La pressione arteriosa è la spinta esercitata dal sangue sulle pareti delle arterie durante lo scorrimento al loro interno. Con l’età, le vie arteriose tendono ad indurirsi ed a restringersi ed il sangue, facendo più fatica a passare, determina un aumento della pressione.
    E’ il caso di assumere 2 compresse al giorno di Prexosan in quanto Eucommia, Olivo, Biancospino ed Ibisco evitano gli sbalzi di pressione e regolano il battito cardiaco.
  3. Reumatismi. I dolori ossei e muscolari creano notevoli disagi nei movimenti corporei e più si sta fermi più il male diventa cronico; oltre quindi a passeggiate o lunghe pedalate, si consiglia l’assunzione di integratori a base di Artiglio del diavolo che danno sollievo alle articolazioni e favoriscono la flessuosità corporea.
  4. Memoria scarsa. Con l’invecchiamento, i neuroni che si sviluppano nel cervello si sviluppano più lentamente causando difficoltà e perdita progressiva della memoria; CogniMind sostiene le attività della mente e contrasta i processi di senescenza grazie alla presenza della Bacopa, della Melissa e delle favolose bacche di Goji.
  5. Osteoporosi. Questo è un problema che interessa soprattutto le donne e si ha quando le ossa cominciano a perdere minerali (soprattutto calcio) determinandone la fragilità.
    Assumere il calcio da solo non è sufficiente perchè senza la vitamina D non viene assorbito e fissato, per cui l’integratore Osteocoral è l’ideale in quanto si trovano presenti sia il Calcio corallino che la vitamina D, oltre alla Soia che abbassa le incidenze delle fratture ossee e all’Equiseto che invece è ricco di Silicio dall’azione rimineralizzante.

 

 

ARTROSI ALLE MANI

Hai difficoltà a cucire un bottone o ad infilare un ago? Le dita delle mani sono rigide ed intirizzite già dal mattino? Provi calore o noti del gonfiore a livello di mani e  polsi? Potrebbe essere un inizio di artrosi alle mani.

Soprattutto dopo una certa età, è facile che subentri un’infiammazione dolorosa alle mani che ostacola il normale svolgimento dei lavori di casa e progressivamente può degenerare creando deformità alle dita. Ciò avviene perchè si consumano le cartilagini che rivestono le ossa e le donne ne vanno più soggette perchè hanno le articolazione più piccole rispetto all’uomo.
E’ inutile dire che chi fa lavori manuali è più a rischio, ma anche gli sportivi e tutti coloro che hanno già una predisposizione genetica per questo problema.

Quando si comincia ad avere qualche doloretto è bene agire con degli antinfiammatori naturali come le compresse di Arpagodol dove l’Artiglio del diavolo abbinato al Metolose (un polimero naturale gastroresistente) è maggiormente efficace ed attivo per donare immediato sollievo.
Da protrarre anche per tutto il periodo autunnale, consiglio l’abbinamento di MG Ribes nero da assumere al mattino, e MG Pino la sera, per contrastare l’insorgere di ulteriori infiammazioni e proteggere le articolazioni.

Marine Cartilage contiene 15% di condroitinsolfato, oltre alla gluosamina ed al calcio, fondamentali per irrobustire le cartilagini e le ossa.

In caso di sindrome del tunnel carpale, bisogna aggiungere alla dieta alimentare la Vitamina B-6 (o piridossina) perchè è proprio la sua carenza a favorire questa condizione; alcuni studi hanno dimostrato che il suo apporto è in grado di alleviare i sintomi nell’85% dei casi.

L’argilla poi è sempre utile: un bell’impacco di Argilla verde accelera la guarigione, ed una volta lavata, sulle mani e sui polsi occorre applicare la Pomata AR per attenuare il dolore.

L’importante è non stare fermi durante il giorno con le mani: fare degli esercizi per sciogliere le articolazioni (circonduzione con i polsi, muovere le dita, aprire e chiudere le mani a pugno,…) ed inoltre evitare di affaticarvi troppo nei lavori domestici cioè non insistere se siete doloranti ma fate delle pause, non caricatevi eccessivamente con le buste della spesa e se scrivete al computer ogni tanto fate ginnastica alle dita.

Serve aiuto? Contattaci