arnica Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

LA GYM IN ACQUA SE TI FA MALE LA SPALLA

Hai fatto le grandi pulizie prima di partire per le vacanze con notevole sforzo a livello delle spalle ed ora sei dolorante?
Un po’ di ginnastica in acqua ti può aiutare a ritrovare la scioltezza nei movimenti. Questi esercizi li devi eseguire in mare, immersa fino alle spalle, sia con il braccio relativo alla spalla indolenzita che con l’altro:

  1. Tieni il braccio aderente al busto, gomito piegato a 90°, dita delle mani chiuse; ora sposta l’acqua a destra e sinistra. In questo modo riattivi i muscoli della cuffia dei rotatori che, nei casi di infiammazione, non vengono stimolati in modo adeguato.
  2. Solleva il braccio disteso in diagonale fino a portarlo fuori dall’acqua tenendo il pollice verso l’alto. La spinta idrostatica dell’acqua riduce notevolmente la forza di gravità, per cui facilita i movimenti senza gravare sull’articolazione infiammata.
  3. Immagina di doverti allacciare il reggiseno dietro la schiena; piega il braccio, appoggia il dorso della mano sui glutei (o dove riesci) e spingilo poi dolcemente verso l’alto con l’altra mano. Questo movimento ti aiuta a recuperare la rotazione interna del braccio.
  4. Col busto flesso in avanti, fai oscillare il braccio disegnando cerchi sempre più ampi, in senso orario ed antiorario, oppure avanti e indietro, destra e sinistra come un pendolo. E’ l’ideale per migliorare la mobilità dell’articolazione.

Alla sera, per lenire il dolore fate un massaggio sulla spalla con la pomata di arnica. L’arnica, infatti, è un’ ottima pianta antinfiammatoria muscolare e gli oli essenziali di cannella e chiodi di garofano che completano il prodotto, danno un sollievo immediato.

 

 

GOMITO DEL TENNISTA

L’epicondilite o gomito del tennista è un malessere di cui soffrono tante persone che usano molto le braccia (per cui, non solo i tennisti!).

Se gochiamo a racchettoni in spiaggia e sovraccarichiamo il gomito, i tendini adiacenti agli epicondili laterali o esterni s’infiammano e se continuiamo a giocare sopportando il dolore, potremmo aggravare il trauma.

L’epicondilite può manifestarsi con movimenti bruschi o poco controllati nella vita di tutti i giorni. Le signore che vanno a fare la spesa e portano pesi in maniera maldestra, ma anche in autobus col braccio in tensione nella presa della maniglia devono fare attenzione.
I sintomi si avvertono con fastidi durante i movimenti ripetuti del polso ed il dolore si propaga al braccio e talvolta anche alla mano. In alcuni casi il dolore si può avvertire anche con il braccio a riposo oppure di notte.

Come terapia naturale si possono fare degli impacchi d’argilla verde per contrastare l’infiammazione: uno spessore omogeneo d’argilla da tenere in posa per un’oretta o tutta notte migliorerà la situazione; dopo aver lavato via l’impiastro è bene massaggiare la pomata di arnica oppure il gel freddo di arnica, in quanto l’arnica è un’ottima pianta antinfiammatoria muscolare e gli olii essenziali che arricchiscono il preparato aiutano ad alleviare fin da subito il dolore.
Chi invece gradisce un massaggio più intenso, può ricorrere all’olio di arnica che dovrà essere cosparso bene e lasciato assorbire.

In ogni caso, se soffriamo di epicondilite:

  • è  bene sospendere l’attività sportiva che comporta l’utilizzo del braccio;
  • non far lavorare troppo il gomito, ma non lasciarlo nemmeno immobile;
  • alla prima comparsa dell’indolenzimento, mettere subito del ghiaccio;
  • usare una benda o una guaina elastica per comprimere la zona lesionata;
  • quando possibile, alzare il gomito al livello delle spalle per prevenire o diminuire il gonfiore.
Serve aiuto? Contattaci