Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

COME DIFENDERSI DALLE ZANZARE

Le fastidiosissime zanzare caratterizzano le calde serate estive ed è proprio al crepuscolo che diventano maggiormente aggressive.
Le zone più suscettibili alle pizzicate sono gambe, braccia, mani e piedi dove possono comparire ponfi pruriginosi.

Con la puntura, la zanzara inietta sotto cute il veleno ricco di sostanze irritanti responsabili di gonfiore, arrossamento e dolore.
Non bisogna rinunciare alle cene in giardino nè agli happy hour con gli amici, ma qualche accortezza in più non guasta:

  1. Evitare il più possibile i profumi in quanto i loro aromi attirano gli insetti.
  2. Vaporizzare sulle parti esposte Bio 90, la lozione naturale repellente e non sgradevole all’olfatto; per i bambini (soprattutto i neonati che non si possono difendere) è indicato Geranio Colonia Bimbi che non unge e lascia la pelle fresca e protetta.
  3. In casa, utilizzare le zanzariere e quando si esce, non indossare pantaloni corti e canotte.
  4. Stare lontani da serbatoi d’acqua stagnante (ad esempio i sottovasi).
  5. Se la pizzicata scatena un’intensa infiammazione, rivolgersi al medicoo al Pronto Soccorso più vicino.

PICNIC IN CAMPAGNA

Se per Ferragosto hai organizzato un picnic in campagna o al fresco in un parco, fai attenzione ai piccoli insetti che s’annidano nella vegetazione, in particolare le zecche.

Questo piccolo animaletto che si confonde nell’erba e tra le foglie si attacca alla pelle e, tramite un morso, si nutre del sangue. Attraverso proprio il morso, le zecche possono trasmetterci dei virus responsabili di malattie più o meno gravi.
I sintomi vanno da una piccola lesione cutanea, a gonfiori e pruriti, fino alla comparsa della febbre.

Le zecche quindi, non sono solo un problema di cani ed altri animali da compagnia, ma anche di noi esseri umani. In ogni caso, cosa bisogna fare:

  • Se non andate in un parco pubblico ma in aperta campagna, vestirsi con abiti appropriati, cioè camicia e pantaloni lunghi, niente sandali ma piuttosto scarpe chiuse.
  • Spruzzarsi addosso un prodotto repellente antizanzare, tipo lo Spray bifasico 1 to 1, che può essere utilizzato anche sul plaid su cui vi sdraiate, che sull’erba circostante.
  • In caso di pizzicata, non bisogna schiacciare la zecca, ma bisogna cercare di estrarla il più velocemente possibile perchè le probabilità di contrarre un’infezione sono più alte se il parassita resta più a lungo sottopelle.
  • La zecca non va tolta con le mani ma con una pinzetta, cercando di estrarla con fermezza in modo che il parassita non rimetta in circolo il sangue eventalmente già succhiato.
    Una volta tolta la zecca, disinfettare la parte ed applicare il Gel di aloe arricchito con oli essenziali di tea tree e di lavanda, spalmandolo bene anche nelle zone attigue al morso.
  • Se non si hanno pinzette a portata di mano, meglio andare direttamente da un medico che procederà con l’estrazione.
  • Al rientro dal picnic, è doveroso fare la doccia e lavarsi pure i capelli per allontanare la presenza di eventuali parassiti.
  • I 15 giorni successivi al morso sono i più critici perchè la zecca, se non viene tolta, potrebbe continuare ad inoculare il virus.

Lo stesso trattamento va fatto anche ai nostri animali perchè potrebbero esser loro stessi portatori di zecche!

SCACCIA LE ZANZARE

Le zanzare sono un incubo delle serate e delle nottate estive perchè ci massacrano con le loro pizzicate e quel ronzio di sottofondo rende impossibile il relax.

Per fortuna, la natura ci offre dei validi rimedi per tener lontani questi insetti. Molti prodotti naturali sono a base di oli essenziali di citronella e di geranio ed in commercio si trovano valide alternative a partire dai repellenti in spray da nebulizzare sulla pelle.

Il Fluido rinfrescante di FarmaMamma è un repellente a base di Ledum Palustre ed Aloe ed è adatto sia per adulti che per bambini, con una gradevole profumazione fresca data dagli oli essenziali di basilico e menta romana. Nello Spray Bifasico 1 to 1 invece, all’olio di Neem vengono miscelati gli oli essenziali di citronella, lavanda, basilico,eucalipto e menta ed è talmente attivo che può essere vaporizzato anche sulle superfici o negli ambienti.

Se poi ci troviamo sprovvisti di tali repellenti e veniamo punti, per attenuare il dolore c’è il Mini-Roll lenitivo costituito dal gel di aloe e dall’olio essenziale di katrafay, utile per tutti i tipi di pizzicate.

Ricordati che:

  • Il sudore e gli odori intensi attirano le zanzare. Dopo aver fatto la doccia, non utilizzare profumi e deodoranti forti, ma acque molto delicate.
  • Chi è spesso vittima di pizzicate, deve preferire abiti in tessuti naturali, come cotone e lino per favorire la traspirazione ed evitare un’eccessiva sudorazione.
  • L’acqua stagnante in giardino o sui balconi, come nei sottovasi, è l’habitat ideale per la proliferazione delle zanzare.