anice verde Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

GONFIA COME UN PALLONE

Ti senti  la pancia gonfia come un pallone anche se hai mangiato un’insalatina? Hai pesantezza e dolori addominali? Per fortuna non è niente di grave ma questi fastidi possono compromettere la normale attività quotidiana e la fitoterapia ti aiuterà a stare meglio.

Se capita occasionalmente puoi ricorrere ad un integratore d’emergenza come EnziTime, compresse masticabili le cui maltodestrine fermentate forniscono naturalmente enzimi utili per la digestione.

Le Tisane sgonfianti dopo pasto sono sempre molto apprezzate e con questo caldo le puoi bere anche fredde.
Tra le mie preferite ad esempio c’è questa:

Un bravo erborista però deve risalire alla causa di tale disagio e trovare la soluzione.
La consulenza personalizzata che propongo prevede queste domande: da quanto tempo noti il gonfiore? Cosa mangi? Lo noti anche a stomaco vuoto? Come va l’intestino? Come riposi?
In base alle risposte, ci saranno soluzioni mirate.

Soffri di pancia gonfia da tanto tempo? Può essere causato da uno stress, un problema psico-emotivo, un cambiamento dello stile di vita a cui ancora non ti sei adattata.
Florase Ansia contiene fermenti lattici che migliorano la digestione abbinati all’estratto secco di griffonia dall’effetto adattogeno in quanto agisce positivamente sulla mente e solleva dai pensieri ricorrenti.
Assunto prima di coricarti migliora decisamente la qualità del sonno.
Per rallentare i ritmi e rilassare la muscolatura addominale sono importanti le TM Lavanda e Melissa, gocce da versare in acqua e bere durante la giornata.

Il gonfiore molte volte è causato da una disbiosi intestinale con forte produzione di gas, infiammazione dei tessuti, malassorbimento dovuto ad intolleranze e scorretta dieta alimentare, ed infine dalla modificazione del transito.

L’alterazione del microbiota fa sì che ci sia una proliferazione di patogeni e di conseguenza si manifesta la disbiosi intestinale.
Anzitutto occorre ridurre i FODMAP cioè gli alimenti contenenti zuccheri, lattosio e glutine. Rivolgiti quindi ad un nutrizionista per avere un parere più specifico.

Il protocollo prevede prima la pulizia dell’intestino con Enterelle Plus i cui ceppi di probiotici svolgono attività antibatterica, antifungina ed antiparassitaria; il trattamento andrebbe fatto per circa 1 mese.
In seguito, occorre ricolonizzare tale organo con Adomelle in quanto i lattobacilli ed i bifidobatteri hanno azione purificante, antinfiammatoria ed immunomodulante.

 

 

 

 

 

COSA C’E’ SOTTO LA PANCIA?

Si parla della pancia in maniera molto generica e solamente quando è gonfia o fa male, senza preoccuparci degli organi che essa nasconde e dei loro disturbi. Vediamo invece cosa ci sta sotto:

  • FEGATO. E’ una ghiandola piuttosto grossa deputata allo smaltimento dei cataboliti e delle scorie accumulate. Produce la bile, sostanza indispensabile per poter assorbire i grassi utili all’organismo, ed il glucosio che dà energia alle cellule.
    Per mantenere il fegato in buona salute è necessario fare cure depurative per alleggerirlo dalle tossine, soprattutto ai cambi di stagione. Le TM di Carciofo e Tarassaco promuvono la purificazione, mentre quella di Cardo Mariano è indicata in caso di infiammazione epatica.
  • CISTIFELLEA. Detta anche colecisti, è un piccolo organo che riceve la bile secreta dal fegato e permette la digestione dei grassi.
  • PANCREAS. Situata dietro lo stomaco, questa ghiandola produce succo pancreatico ricco di enzimi che, assieme alla bile, rendono più digeribile il cibo e regola il livello degli zuccheri nel sangue grazie all’insulina ed al glucagone. Se il pancreas non produce abbastanza insulina, l’ormone che permette l’assorbimento del glucosio nelle cellule, s’innalzano i valori della glicemia fino alla comparsa del diabete.
    L’oligoelemento Zinco-Nichel-Cobalto (Oligolito DIA 5a) contrasta gli squilibri, mentre AxiCromo favorisce il metabolismo glucidico.
  • STOMACO. Dopo la masticazione, il cibo scende tramite l’esofago e viene raccolto in questo sacco dove avviene la sua digestione. Gli enzimi e gli acidi che rivestono la parete dello stomaco, scompongono il cibo per facilitare così l’assorbimento dei nutrienti nell’intestino.
    Se mangiamo troppo, la pancia si gonfia e per accelerare lo svuotamento si possono bere infusi a base di Finocchio, Anice verde e Menta dolce. Quando invece, si manifestano bruciore e dolori, allora è gastrite che può esser mitigata con l’ausilio delle compresse PegaStrit in cui gli estratti di Cavolo e Fico d’India alleviano la mucosa infiammata.
    Il reflusso, cioè la risalita dei succhi gastrici verso l’esofago può esser trattato con l’Estratto Concentrato di Zenzero ad azione antiacida.
  • MILZA. Posizionata vicino a stomaco e pancreas, produce anticorpi e fa da barriera per le difese organiche.

LA RISCOSSA DELLE CINQUANTENNI

Il settimanale People ha incoronato Sandra Bullock con i suoi 50 anni compiuti, la più bella del 2015. In barba alle più giovani, sexy e ritoccate dal bisturi, è lei la donna simbolo, con il suo look acqua e sapone, dalla vita poco mondana e tradita e dal marito, a cui tutte dovremmo ispirarci.
Tale successo è dovuto ad un’alimentazione equilibrata, attività fisica quotidiana e trattamenti di bellezza efficaci.

In previsione dell’estate, prepara il tuo beauty programma per essere in forma, nonostante i tuoi anta.
Elimina le tossine accumulate da smog, fumo, farmaci e dieta sbilanciata che rendono evidenti rughe, colorito spento, gonfiori e cellulite.
Impara a mangiare in modo sano e depurati con Bilixir prima dei tre pasti principali, in cui Curcuma, Boldo, Cardo e Tarassaco allontaneranno le scorie dal fegato.

Se non vuoi una pancia a palloncino, abituati a bere dopo pranzo e cena tisane a base di semi di Carvi e Anice verde altamente sgonfianti e per ridurre gli edemi diluisci in acqua il Bevibile Benex in quanto Mirtillo nero, Ippocastano, Centella ed Ortosiphon favoriscono il drenaggio ed il microcircolo.
Sulle zone adipose inoltre, massaggia la Crema Rimodell-Cell in cui la fosfatidilcolina, il Caffè verde e l’escina bruciano i cuscinetti e ridisegnano la silhouette.

Mantenersi giovani significa prendersi cura della propria pelle mattina e sera con rituali che aiutano a valorizzarti e proteggerti dai radicali liberi.
Dopo il bagno energizzante mattutino con il Docciaschiuma con Brio Tierras de Andalucia, nutri il corpo con l’Olio Massaggio Argan di veloce assorbimento e ricco di attivi elasticizzanti.
Pulisci quindi il volto con il Latte Detergente e Tonico Amavital ed applica il Trattamento Compattezza e Protezione Giorno in cui l’oro colloidale dà più luminosità e freschezza.

Occupati della chioma con l’Olio Capelli Argan che la protegge dal sole e dalle aggressioni degli agenti atmosferici, mantiene inalterato il colore ed evita la secchezza.
Ricordati che durante la notte le cellule lavorano di più. Prima di coricarti, il Trattamento Rinnovamento Intensivo corregge i segni di stanchezza e ripara i tessuti danneggiati favorendo la rigenerazione cutanea.

Il nostro corpo produce radicali liberi: blocca l’ossidazione con Resveratrol in cui l’estratto di vino rosso favorisce e prolunga la giovinezza.

PIANTE PER IL GONFIORE ED IL REFLUSSO

Un problema sempre più diffuso nel mondo moderno è quello legato all’apparato digerente: meteorismo, gastrite e reflusso sono sinonimi di un suo cattivo funzionamento.
Lo stomaco è un organo in grado di accogliere il bolo alimentare e di scinderlo in molecole più piccole grazie all’intervento di acidi ed enzimi; alcune sostanze più semplici (alcol, acqua e zuccheri) vengono assorbite immediatamente, mentre le restanti scendono nell’intestino per essere poi scomposte ulteriormente.

Lo stress a cui siamo sottoposti quotidianamente rallenta il transito del cibo, riduce la formazione degli enzimi digestivi e determina iperacidità ed infiammazione dello stomaco. Lo stile di vita frenetico che genera ansia e tensione, il consumo di cibi di qualità più scadente, l’utilizzo di farmaci ed antibiotici ed infine la sedentarietà sono le cause principali.

Prima di prendere rimedi a caso, occorre capire qual è il problema.
La cattiva digestione o dispepsia è dovuta al rallentamento della funzionalità dello stomaco con relativo senso di pienezza e bruciore. Tutti gli esperti dell’alimentazione consigliano di masticare molto lentamente in quanto una prima demolizione del cibo avviene proprio in bocca ad opera della saliva e dei suoi enzimi.
Possono essere utili:

Lo stomaco è ricoperto da una mucosa che ha lo scopo di proteggere dall’acidità ma quando stress, abuso di alcol e sigarette, cibi irritanti e farmaci aumentano la produzione di acido, si infiamma e si genera la gastrite. In questo caso, servono piante ricche di mucillagini come la Malva fiori e foglie e l’Altea radice o addolcenti come la Camomilla fiori.

Il reflusso è determinato dalla non chiusura dello sfintere gastroesofageo con conseguente ritorno del contenuto gastrico nell’esofago; lo stomaco infatti non si svuota ed il cibo che ristagna fermenta producendo gas acidi che risalgono verso l’alto. Le radici di Zenzero come procinetico e di Liquerizia trovano un valido impiego per tale disturbo con ottimi benefici sulla mucosa.

SINDROME DA OVAIO POLICISTICO

L’ovaio policistico si manifesta quando delle cisti di varie dimensioni si sviluppano all’interno delle ovaie, determinando sbalzi o addirittura assenza del ciclo, irsutismo dato da una iper produzione di ormoni maschili, oppure obesità.
Le ragazze infatti che soffrono di tale sindrome hanno cellule resistenti all’azione dell’insulina che  impediscono l’utilizzo degli zuccheri del sangue, i quali pertanto vengono accumulati come grasso.

Questa patologia è anche una delle cause principali di infertilità o di aborti spontanei.

Ormai è noto da tempo che il problema dell’ovaio policistico è legato all’insulino-resistenza, ovvero all’incapacità dell’organismo di metabolizzare correttamente i carboidrati. Ciò comporta l’insorgenza di disturbi al funzionamento dell’utero.
Per questo motivo il primo e solitamente unico trattamento per la sua risoluzione (i tempi sono ovviamente condizionati dalla gravità della situazione) è una regolazione alimentare con il miglioramento della funzione insulinica.

Cosa si può fare?
Assumi tutte le mattine, prima di colazione 1 fiala di Oligolito SI-ME, trattenendo il contenuto in bocca per almeno qualche minuto; questa preparazione alimentare è costituita da un mix di oligoelementi utili negli squilibri associati alla sindrome metabolica.

A colazione o a pranzo, occorre deglutire 1 compressa di AxiCromo che favorisce il metabolismo di zuccheri e grassi, mentre, durante la giornata, puoi prepararti una tisana così composta:

Tale miscela così accelera lo smaltimento degli zuccheri introdotti con l’alimentazione ed aiuta la digestione.

Per riequilibrare la donna a livello ormonale, si può alternare il Si-Me con l’Oligolito DIA 5 (Zinco-Rame) assumendo una fiala di ciascuno a giorni alterni e puoi aggiungere alla tisana le gocce di Mg Rubus idaeus; il Lampone infatti è in grado di ripristinare la regolarità femminile.

Bisogna a questo punto, correggere la dieta quotidiana.

  1. Colazione: non va saltata assolutamente per cui, associa senza esagerare carboidrati integrali, grassi e proteine. Via libera a yogurt intero senza zuccheri aggiunti, poco miele, spremute senza dolcificanti, latte intero o di soia, fiocchi di cereali integrali, muesli (semi oleosi), confetture senza zucchero, uovo alla coque, affettati come bresaola o tacchino (non di maiale perchè, normalmente la sua carne contiene macromolecole di colesterolo in forma degenerata, istamina ed ormone della crescita produttore di adiposità), formaggio, tofu, frutta secca (uvetta, goji, noci,…) e frutta fresca tra cui la banana che aiuta facilmente ad arrivare a pranzo senza la fame da lupo!
  2. Metà mattina: 1 frutto se ne senti il bisogno, oppure spremute o centifrugati senza dolcificarli; bevi acqua o tisane.
  3. Pranzo: carboidrati integrali sempre accompagnati da proteine vegetali o animali, riso semintegrale, frutta e verdura meglio se all’inizio del pasto.
  4. Metà pomeriggio: 1 frutto se ne senti l’esigenza oppure 1 yogurt; saltuariamente è consentito un piccolo dolce o un gelato.
  5. Cena: deve essere leggera, scarsissima di carboidrati e consumata almeno 3 ore prima di andare a dormire; preparati una zuppa di legumi e verdure, proteine leggere (pesce pescato o carni bianche), tofu, seitan e verdura cruda o cotta. E’ permessa una fetta di pane integrale.
    La pizza per cena, i carboidrati in generale (comprese le bibite zuccherate), gli amidi (riso e patate) impediscono l’immissione nel sangue dell’ormone della crescita, come conseguenza dell’aumento del livello di insulina. Ciò danneggia la fase anabolica notturna essenziale per diminuire la massa grassa (lipolisi) a favore di quella magra.
    La stanchezza del mattino è spesso la conseguenza di una cena sbagliata.

Banditi fruttosio, dolcificanti, caramelle, chewing-gum, bevande zuccherate o light, soda, cola, dolci a cena e dopocena. Preferire i carboidrati integrali dove non si trovano zuccheri aggiunti.

Pratica ogni giorno esercizio fisico aerobico (camminata veloce, corsa, bicicletta,…) prima o almeno 90 minuti dopo i pasti.

 

 

Serve aiuto? Contattaci