anemia Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

+ CALDO = – ENERGIA

La canicola estiva è fastidiosa per tutti: stanchezza diurna e difficoltà a prender sonno sono malesseri comuni a tanti di noi ed in attesa delle vacanze, cerchiamo di affrontarla nel modo migliore!

  • Prendi sali minerali e vitamine. Spesso alla base della spossatezza si nota una carenza di micronutrienti essenziali per le nostre funzioni vitali.
    Col caldo tendenzialmente si mangia di meno ed è facile sentirsi degli zombie già dal mattino; Alga Klamath con Alga Spirulina è un integratore naturale completo in quanto, questi due vegetali, sono ricchi di minerali e vitamine bilanciati capaci di mantenere vitale l’organismo.
    Nelle donne in estate, vengono spesso riscontrati casi di anemia ed è importante quindi introdurre il giusto quantitativo di ferro con Anemivita in cui è presente anche la vitamina C e l’acido folico per favorirne l’assorbimento. Va benissimo anche in gravidanza ed allattamento.
    I vegetariani invece devono stare attenti alla carenza della vitamina B12 che è naturalmente presente nella carne, nel pesce, nelle uova e nei derivati del latte. Essendo assente nei cibi di origine vegetale, è importante per questa categoria aumentare le scorte con le compresse Vitamina B 12 oppure di tutto il complesso B (B-Genom).
  • Per gli sportivi, il magnesio. Neanche il caldo ferma i patiti del fitness. Fare sport anche in estate va bene ma l’importante è non esagerare perchè con la sudorazione vengono eliminati importanti nutrienti come il magnesio.
    Il concentrato è Magnesium 375 ad elevata biodisponibilità per la produzione di energia, ma se soffri di crampi muscolari è meglio abbinarlo al potassio (Magnesium K) in quanto normalizza il bilancio idrico e svolge un’azione tonificante sull’organismo.
  • Piante adattogene per l’uomo. Spesso i maschi con il caldo vanno incontro a stress psicofisico che si riflette sia durante il lavoro che nell’ambito sessuale.
    L’estratto secco di Ginseng dà tono ed energia e fa sentire meno la fatica ma è controindicato per coloro che soffrono di tachicardia e pressione alta.
    Il fungo cordyceps è un ottimo adattogeno ed abbinato alla vitamina C che ne potenzia l’efficacia (Micoxan Energy), allevia l’affaticamento ed incrementa il testosterone, senza avere effetti collaterali.

 

STANCHEZZA: HAI CONTROLLATO IL FERRO?

La spossatezza di questi giorni non sempre è stress da rientro. Forse la quantità di ferro nell’organismo non è sufficiente pertanto possono comparire astenia generalizzata, ma anche pallore, inappetenza, unghie e capelli fragili.

Questo minerale è il componente principale dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi che, oltre a colorare il sangue, permette il trasporto dell’ossigeno.

L’anemia interessa soprattutto le donne in quanto le mestruazioni determinano una perdita di sangue (e di ferro) costantemente ogni mese durante l’età fertile. Flussi abbondanti e cicli ravvicinati inoltre peggiorano la situazione.

L’organismo ottiene ferro dal cibo: una dieta sbilanciata e p0vera di tale minerale può favorire una carenza nutrizionale. Oltre agli ortaggi, ai legumi, alla frutta (fresca e secca) occorre consumare regolarmente carne, soprattutto rossa.

Nonostante si mangi correttamente, a volte i livelli di ferro restano bassi a causa di alcune sostanze (fitati e ossalati) che ne rendono difficoltosa l’assimilazione. Per superare tale problema, basta versare qualche goccia di limone sui cibi poichè la vitamina C ne facilita l’assorbimento.

Quando le riserve sono veramente poche si può ricorrere all’integratore Iron Complex in cui rame e acido folico rendono il ferro più disponibile.

Le adolescenti a causa di irregolarità ormonale tendono ad avere mestruazioni abbondanti come pure le over 40 che si avvicinano alla menopausa con cicli ridotti, devono intervenire con la Vitamina K e la Borsa del Pastore TM. Questi rimedi sono in grado di fermare le perdite eccessive di sangue.

Attenzione anche ai disturbi intestinali, come la sindrome del colon irritabile, che alterano la microflora responsabile dell’assorbimento dei nutrienti. A PegaStress, i fermenti lattici utili nelle fasi più delicate della vita, occorre abbinare le compresse masticabili di Baobab che regolarizzano l’intestino ed apportano più minerali.

In gravidanza è piuttosto normale soffrire di anemia in quanto il ferro viene “rubato” dal feto per la sua crescita. A sostegno della mamma servono gli oligoelementi Ferrum e DIA 4 (Rame-Oro-Argento) e l’acido folico (Folic) per favorire i processi di accrescimento e la riproduzione cellulare.

Inoltre:

  • Limita il consumo di tè e caffè poichè i tannini presenti riducono drasticamente l’assorbimento del ferro.
  • Non esagerare con i farmaci antiacidi. Essi fanno diminuire l’acidità dei succhi gastrici riducendo la fissazione del minerale.
  • Se fai sport, integra la dieta con la polvere di Spirulina Bio ricca di ferro subito disponibile.

IL ROSSO CHE SERVE

Sono poche le donne che non hanno mai avuto problemi di anemia almeno una volta nella vita. La carenza di ferro si può verificare nell’infanzia, oppure durante il ciclo e la gravidanza, ma anche con l’avanzare dell’età.

Il ferro è indispensabile all’organismo, in quanto aiuta l’emoglobina a trasportare in circolo l’ossigeno e quando manca, ecco che si va in sofferenza. I sintomi variano da una stanchezza immotivata, all’inappetenza, fino alla difficoltà di concentrazione e perdita della memoria.
Generalmente, l’anemia si legge anche sul volto. Tipici infatti, sono il pallore ed il cerchio rosso intorno agli occhi.

Nei bambini l’anemia è dovuta principalmente ad un malassorbimento degli alimenti; oltre a correggere la dieta alimentare, si può ricorrere all’Oligolito Ferrum Plus da trattenere un minutino sotto la lingua al mattino a digiuno (come tutti gli oligoelementi) ed i fermenti lattici Axidophilus Junior per agevolare la funzionalità della flora batterica intestinale. Uno sprint in più è dato invece da Nutrivital Junior, compresse masticabili a base di verdura e frutta, ricche di minerali e vitamine.

Con l’arrivo del flusso mestruale si assiste ad una perdita di ferro non indifferente, ma tutto si risolve in pochi giorni. Se invece il ciclo è piuttosto abbondante, è utile il Gemmoderivato di Tamerice che sostiene dolcemente la donna durante quei giorni.

La gravidanza e l’allattamento sono fasi in cui il fabbisogno di ferro è molto alto. Anche in questo caso è utile assumerlo sottoforma di oligoelelmento, meglio se abbinato alle tavolette di Baobab che favoriscono la funzionalità gastrica ed evitano i cali durante la giornata.

L’anemia talvolta si manifesta con gli anni. Diminuisce infatti, la capacità di assorbimento dei nutrienti a causa di problemi all’apparato gastrointestinale, o per l’uso di farmaci o per una dieta povera di vitamine e minerali.
Bisogna modificare lo stile di vita ed assumere B-Genom DNA, un integratore contenente il complesso B che stimola il metabolismo energetico e cellulare ed ha un’azione antianemica e neurotrofica.

STANCHEZZA ED ANEMIA

L’anemia è la carenza di ferro che si manifesta molte volte con stanchezza ed apatia, e soprattutto in questo periodo di caldo ed umidità le batterie si scaricano ulteriormente.
Tale patologia viene determinata da una riduzione di emoglobina all’interno dei globuli rossi, con conseguente carenza di ossigeno circolante nel sangue.

Quali sono le cause principali? Le più comuni sono maggiormente riconducibili ad una dieta alimentare povera di ferro, acido folico, vitamina C e del complesso B, in particolare della B12.
Le donne però ne vanno più soggette in quanto il ciclo mestruale, comportando una perdita di sangue, favorisce l’anemia.
A tal proposito, devono prestare particolare attenzione anche tutti coloro che soffrono di emorroidi.

I sintomi possono essere spossatezza, pallore, difficoltà digestive, mal di testa, gengive sanguinanti, perdita di capelli, mani e piedi tendenzialmente freddi.

Iron Complex è un integratore ad alta concentrazione di ferro abbinato ad acido folico, rame, vitamine C e B12 che ne favoriscono l’assorbimento a livello ematico.

Occorre modificare i comportamenti a tavola. Tale minerale si trova in alimenti di origine animale come le carni rosse, ma anche nei pesci, in particolare merluzzo e salmone; è presente inoltre nelle verdure a foglia verde ed in quasi tutta la frutta, ma il ferro dei vegetali è meno biodisponibile perchè legato a molecole complesse.
Proprio in funzione di ciò, i vegetariani sono una categoria a rischio di anemia!

Quando il caldo accentua la stanchezza, puoi contrastarla con l’assunzione di compresse di Spirulina, un’alga verde-azzurra proveniente dalle Hawaii altamente ricca di ferro, betacarotene ed altri nutrienti che danno forza ed energia.
Questo integratore può essere assunto anche durante la gravidanza e l’allattamento.

Consigli utili:

  • limita l’assunzione di tè, caffè, cioccolato ed alcolici perchè ostacolano l’assorbimento del ferro;
  • accompagna carne e verdure con succo di limone, in quanto la vitamina C in esso contenuto ne contribuisce la fissazione nel sangue;
  • l’acido folico presente nelle verdure si deteriora con le lunghe cotture, per cui ogni tanto mangiale anche crude.

PAPPA REALE: IL CIBO DELLE REGINE

Osservando un alveare, notiamo che un nugolo di api ronzano e si danno da fare alacremente per la sopravvivenza, ognuna con un proprio compito. Tutte sono sterili, tranne una sola: l’ape regina. Solo lei è in grado di riprodursi e deporre le uova e ciò è dovuto al cibo altamente energetico di cui si nutre, ovvero la pappa reale.

Le api che hanno il compito di nutrire le larve, si cibano di polline che poi viene trasformato da ghiandole apposite in pappa reale, una gelatina di color bianco-crema giallo e dal sapore acidulo, ricca di proteine.
La pappa reale viene data a tutte le larve per i primi due o tre giorni di vita, poi invece viene destinata solo a quelle che diventeranno regine; questo sarà l’unico alimento a loro riservato per tutta la vita.
In un anno, mediamente, un alveare produce alcune centinaia di grammi di pappa reale per coprire il proprio fabbisogno.

Analizziamo i contenuti di questa preziosa gelatina reale: all’interno sono contenuti 22 aminoacidi tra i quali gli 8 essenziali che noi non siamo in grado di produrre direttamente a partire dal cibo.
Sono presenti le vitamine del gruppo B, oltre alla A, C, D, E, ed inoltre numerosi sali minerali, soprattutto ferro.

La pappa reale è un ottimo nutriente anche per noi perchè può servirci in caso di convalescenza, difficoltà d’accrescimento, stress, intensa attività sportiva, surmenage intellettuale, anemia, inappetenza e depressione. Assunta pura, è piuttosto acidula di sapore, per cui in commercio si trovano dei prodotti a base di pappa reale ma con l’aggiunta di altre sostanze che supportano e completano l’efficacia.

Gelévital è una linea di integratori che unisce la pappa reale, il miele, il polline e la propoli: questa è la composizione del Gelévital classic, indicatissimo per tutta la famiglia.
Gelévital senior vede l’aggiunta della papaia, l’antiossidante che aiuta a restar giovani, mentre Gelévital forte è arricchito dall’estratto di ginseng, ottimo per gli sportivi e per chi è fortemente stressato.

 

Serve aiuto? Contattaci