allergia da pollini Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

PEDALANDO IN BICICLETTA

La primavera è la stagione ideale per fare passeggiate in bicicletta con tutta la famiglia; per noi adulti sicuramente è un ottimo antistress e la possibilità di fare attività fisica dopo una settimana di lavoro sedentario, mentre per i nostri figli è l’occasione per godersi una giornata all’aria aperta con i genitori, alla riscoperta dei colori della natura.

Prima di uscire, proteggi te e la tua famiglia dalle insidie fastidiose primaverili!
Che facciate la pedalata nel parco o che andiate in campagna, non importa: i pollini li troverete ovunque e se siete allergici è bene assumere le gocce di Aller Nutra a base di Ribes Nero, Echinacea, Ontano, Adathoda ed altri fitoestratti in grado di contrastare tutti gli agenti irritanti.
Tali gocce sono prive di effetti collaterali e possono essere somministrate anche ai bambini dimezzando la dose.

La pelle va difesa dai raggi solari anche se non sei al mare!
Prima di uscire, spalma la Crema Solare Viso Antimacchia con protezione medio-alta che azzera i fenomeni di iperpigmentazione e fotinvecchiamento. Ricordati di scendere anche su collo e décolleté perchè sono zone sensibili e soggette ad avvizzimento.
Sulle spalle e sulle altri parti del corpo scoperte puoi scegliere la protezione più adatta al tuo colorito. Se è la prima volta che metti a nudo tali zone, massaggia l’Emulsione Solare SPF 30 che garantisce protezione senza ostacolare l’abbronzatura, ma se hai la pelle molto sensibile e delicata e sei bianca come la mozzarella, è meglio partire con l’Emulsione Solare SPF 50 per evitare rossori serali.
Ai bambini invece non far mancare la giusta copertura, per cui nebulizza su viso e corpo (anche sotto la t-shirt) la Crema Spray Bimbi SPF 50+ , una formulazione estremamente delicata, adatta proprio ai più piccoli. E’ molto pratica da applicare e veloce da assorbire, per cui i bambini non faranno troppe storie!

Lungo il tragitto è facile stancarsi: per ricaricare te e la tua famiglia con la giusta vitalità, sciogli in mezzo litro d’acqua o succo di frutta non zuccherato, 3-4 cucchiaini di polvere di Baobab, ricco di sali minerali e vitamine naturali per darti un’inesauribile fonte di energia.

VIA I NUNETTES!!!

Ti guardi allo specchio e noti sotto gli occhi delle borse che sembrano valigie? Puoi fare solo due cose: indossare i super trendy nunettes per nascondere lo sguardo oppure ricorrere a rimedi naturali.

Le borse sotto gli occhi sono dei rigonfiamenti che possono essere causati da insonnia e stress, alimentazione scorretta, cattiva circolazione a livello perioculare, tiroide e problemi ormonali, affaticamento renale e allergia.

Nei cambi di stagione, è facile avere problemi di stress, calo dell’umore e difficoltà nell’addormentamento. Un ottimo rimedio è Ansileve, un integratore composto da Rodiola, Griffonia, Melissa, da un estratto di peptidi marini e dagli aminoacidi L-lisina e L-arginina.
Il pool di estratti adattogeni ed antiansia è in grado di riportare la serenità durante la giornata e favorire il sonno la sera.

Un’alimentazione scorretta determina la carenza di minerali e vitamine: Micronutrients vede concentrato in un’unica capsula l’apporto ottimale giornaliero di tutti i micronutrienti, per far fronte alle insufficienze riconducibili ad una dieta sbagliata.

Un occhio affaticato e stanco, spesso concentrato davanti allo schermo del computer può andar soggetto alle borse: Look@ il salvavista vede gli estratti secchi di Mirtillo nero e Ginkgo biloba (utili per la circolazione) abbinati agli antiossidanti Betacarotene, Luteina e Vitamina E.

Tiroide e problemi ormonali vanno affrontati con l’ausilio di accertamenti specifici, ma gli oligoelementi Iodum e Zinco-Rame (Oligolito DIA 5) possono dare comunque un buon risultato.

Secondo la Medicina Cinese, l’affaticamento renale provocherebbe la formazione di sacche gonfie di liquidi che devono essere svuotate in maniera dolce ma efficace con una tisana composta da: Verga d’oro, Ciliegio peduncoli, Ononide e Ortosiphon in parti uguali.
Bere 2-3 tazze al giorno di questa miscela, fino alla loro scomparsa.

Infine, se il problema è dovuto all’allergia ai pollini che già in questi giorni cominciano ad infastidirti, assumi le compresse di Aller Nutra a base di Perilla, Chlorella, Perna canaliculus, Elicriso, Adathoda, Garcinia e Scutellaria, capaci di far fronte a tutti i fastidi tipici della nuova stagione.

Prenditi cura dei tuoi occhi anche con prodotti cosmetici specifici.
Applica 1 o 2 volte la settimana Perfect Eyes Relax, la maschera lenitiva e decongestionante per gli occhi provati e stanchi, mentre tutti i giorni passa il Perfect Eyes Reduction Gel, il contorno occhi roll-on a sfere rinfrescanti che contrasta il gonfiore e rende lo sguardo più fresco e riposato.

 

 

Pollini e allergia

Siamo nel periodo più intenso della diffusione dei pollini delle graminacee nell’aria e se non abbiamo fatto cure preventive, ora ci troviamo a starnutire a ripetizione!
In un articolo precedente, avevo dato consigli per evitare di arrivare impreparati al picco di propagazione dei pollini, ma nulla è perduto…

Per aumentare il nostro sistema immunitario possiamo ricorrere ad Aller Nutra gocce , prodotto a base sempre di Ribes nero, Echinacea, ed altri principi attivi vegetali che possono alleviare le sofferenze date dalla pollinosi.
Altrimenti Aller Nutra compresse composte da Perilla, Perna canaliculus, alga Chlorella, ed altre piante adattogene ed antinfiammatorie, utili per agire in maniera più decisa sulle allergie.
Nel primo caso, 40 gocce due volte al giorno, mentre se si scelgono le compresse ne bastano solo 2 al giorno.

Come rimedio d’emergenza  invece da tenere sempre a portata di mano, magari quando si esce per una passeggiata, è il PSC Ribes nigrum perchè è un estratto concentrato di cellule staminali vegetali da tessuti embrionali di ribes nero, per cui maggiormente attivo. Il PSC Ribes nigrum stimola la produzione di cortisone endogeno senza dare gli effetti collaterali del cortisone di sintesi ed è in brevissimo tempo capace di alleviare i sintomi da allergia.
Essendo una formulazione priva di alcol, si può assumerla direttamente sotto la lingua, o comunque senza l’ausilio dell’acqua e ne bastano pochissime gocce (già 5 sono sufficienti) per tre volte al giorno.

Per una maggiore comodità invece si può ricorrere al Fito Pollen, ovvero uno spray sublinguale da utilizzare anche al momento del bisogno e può essere assunto da tutta la famiglia: bambini, donne in gravidanza ed anziani.

 

I pollini, che fastidio…

Con l’arrivo della primavera si ha l’inizio di una nuova fase: la natura infatti si risveglia e con lei i colori ed i profumi si fanno sempre più intensi. Non tutte le persone però, vivono questo momento con esultanza, in quanto si ripresenta il problema delle allergie!

L’allergia è la risposta del sistema immunitario ad un elemento estraneo al nostro organismo, che reagisce in maniera eccessiva, innescando il processo di sensibilizzazione; tale processo consiste nella formazione di anticorpi che devono fronteggiare l’allergene “nemico”.

In primavera gli allergeni sono rappresentati dai pollini, i quali causano starnuti frequenti, gocciolamento nasale, lacrimazione, prurito nasale ed oculare, congestione nasale ed occhi lucidi, ma a volte anche stanchezza, irritabilità, ecc…

Nel polline sono contenute alcune sostanze (gli antigeni) che rendono sensibili soggetti predisposti. Nella persona allergica, gli antigeni vengono rilasciati a livello delle mucose respiratorie e provocano una forte reazione del sistema immunitario.

Non tutti gli allergici ai pollini cominciano a starnutire e lacrimare nello stesso periodo: dipende da quale tipologia di pianta il soggetto risulta sensibile.

Per verificare il problema, si può effettuare il Prick test, detto anche test cutaneo o cutireazione con allergeni,  che consiste nel porre sull‘avambraccio una goccia di soluzione acquosa di differenti allergeni; se si è allergici alla sostanza, entro pochi minuti si formerà un ponfo che fa prurito.

Oppure si fa il Rast cioè un test basato su di un prelievo di sangue e sulla ricerca degli anticorpi specifici presenti per una o più sostanze allergizzanti.

In maniera più empirica si può  indicativamente capire a quali piante si è allergici in base al periodo in cui si manifestano i disturbi. E così, basta seguire il calendario pollinico in cui viene stilato il periodo di fioritura delle piante:

 

Nocciolo: da gennaio a fine marzo.

Olmo: da metà febbraio ad aprile.

Pioppo e Salice: da marzo a fine maggio.

Parietaria: da maggio a settembre ( soprattutto sulle coste a sud dell’Italia ).

Betulla: da aprile a metà giugno.

Quercia, Faggio, Platano, Pino: da metà maggio a metà agosto.

Piantaggine, Acetosa: da maggio ad agosto.

Graminacee: da metà maggio a metà settembre.

Tarassaco: da maggio a giugno.

Ortica: da maggio a settembre inoltrato.

 

Cosa possiamo fare? Stare tappati in casa? Uscire con la mascherina? E rovinarci in questo modo le meravigliose giornate primaverili?!?

Se partiamo con un po’ di anticipo riusciamo a prevenire o ad alleviare i disturbi.

Il rimedio di base per eccellenza è il Ribes nigrum gemmoderivato(ad azione cortison-like), che va ad alzare il sistema immunitario dei soggetti allergici alla dose di 50 gocce circa per due volte al giorno  in acqua. Per aumentarne l’efficacia, sarebbe opportuno affiancarci anche loligolito DIA 1 , ovvero delle fialette composte dall’oligoelemento Manganese in associazione coi litoterapici Rodonite e Calcopirite aurifera in tracce, delle quali se ne assume una a giorni alterni, al mattino a digiuno.

Questo abbinamento è indicato anche per i bambini piccoli, le donne in gravidanza, gli anziani,… ovviamente con dosaggi differenti!

Se l’allergia si manifesta soprattutto a carico delle vie aeree superiori e quindi a livello dell’apparato respiratorio, possiamo assumere invece le gocce di  Ribes composto oppure le compresse di Allfor-Plus più “robuste” e complete per affrontare starnuti e gocciolamenti nasali.

Se invece i pollini creano problemi di tosse secca e convulsiva, broncospasmo, ecc…il prodotto giusto da integrare al Ribes è il Rosolaccio composto ad azione emolliente e lenitiva sulla mucosa orofaringea.

Per gli occhi che lacrimano e bruciano, un prodotto eccezionale è il TG1 occhi, collirio monodose ad azione antinfiammatoria, adatto anche per tutti coloro che indossano lenti a contatto e pratico da portarsi quando si va all’aria aperta.

Cerchiamo in questo caso di non uscire nelle giornate secche e ventose perchè con questo clima la concentrazione di pollini nell’aria è molto elevata, mentre è minima quando piove. Allo stesso tempo, non dedichiamoci al giardinaggio o al taglio dell’erba.

 

 

 

Serve aiuto? Contattaci