acne Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

ACNE E ADOLESCENTI

L’acne è un inestetismo più o meno grave che colpisce la maggioranza degli adolescenti e che, se non curata adeguatamente, può manifestarsi anche in età adulta.
In piena tempesta ormonale i ragazzini vedono fiorire sui loro volti brufoli e punti neri che inesorabilmente li imbruttiscono. La tentazione è quella di spremere i foruncoli, ma ciò è sbagliatissimo perchè vengono stimolate maggiormente le ghiandole sebacee aggravando l’infiammazione.

Per prima cosa è necessario pulire il viso (sia femmine che maschi) con cosmetici delicati e mirati come il Detergente Specifico Pelli Grasse ed Impure che rimuove le impurità, assorbe l’eccesso di sebo, dsinfetta e lenisce le irritazioni.
Dopodichè occore reidratare l’epidermide per proteggerla dall’aggressione degli agenti esterni e favorire la rigenerazione. La Crema Specifica Bardana e Rosmarino è un trattamento purificante ad effetto opacizzante che mantiene la pelle fresca e luminosa.
Non bisogna trascurare il fatto che oggigiorno gli adolescenti trascorrono tantissimo tempo davanti a smartphone e pc le cui onde elettromagnetiche aumentano i radicali liberi ed accelerano il deterioramento cellulare. Il sudore prodotto dall’attività sportiva e il cloro della piscina inoltre, tendono a ridurre il film idrolipidico ed a seccare ulteriormente la pelle.

Infine, ogni 7-10 giorni è indicata una maschera d’Argilla Bianca. Sciogli tale polvere in acqua in modo da ottenere una cremina facilmente applicabile sul viso; mentre si asciuga, l’argilla cede preziosi minerali nutrienti ed assorbe tossine ed impurità che verranno allontanate con il risciacquo.

Ci sono anche rimedi ad uso interno? Certo che sì! Le gocce di Bardana TM abbinate alle compresse di Lievito di Birra migliorano sensibilmente l’acne giovanile, ma per le forti infiammazioni che colpisono le ragazzine soprattutto in concomitanza con il ciclo mestruale è bene fare un’integrazione con l’Olio di Enotera i cui acidi grassi omega-6 svolgono un ruolo determinante per la funzione di barriera dell’epidermide.

DEPURAZIONE = PULIZIA

La primavera è la stagione ideale per fare un po’ di pulizia e per affrontare al meglio l’arrivo del bel tempo. Il nostro organismo infatti, produce costantemente tossine e materiali di scarto (come il sudore) che vengono eliminate tramite gli organi emuntori come fegato, reni e cute.

Anche se abbiamo un’alimentazione piuttosto corretta, non siamo immuni alle microparticelle nocive che si trovano nell’aria, ai metalli pesanti ed ai conservanti che compongono certe materia prime, come pure agli agenti chimici tossici (inclusi farmaci) che ingeriamo.

La depurazione è una pratica indispensabile per mantenerci in buona salute e la fitoterapia ci dà validi strumenti per interagire e sostenere gli organi emuntori durante la loro attività.
I rimedi più semplici sono rappresentati dalle tisane, cioè miscele di più erbe che, entrando in sinergia tra di loro, svolgono al meglio la propria attività terapeutica.

Il fegato è l’organo che maggiormente spazza via le tossine e che, per effetto di complesse attivazioni enzimatiche, libera radicali liberi; questi, a loro volta, attraverso processi di coniugazione, verranno neutralizzati o eliminati dagli organi emuntori.
Affinchè tutto proceda correttamente, bisogna che tutti gli organi pulitori funzionino al meglio e che anche il nostro stile di vita sia il più sano possibile per facilitare le cose.

Un’ottima composizione per il fegato è un decotto così composto:

Il principio attivo del Cardo Mariano è la silimarina che svolge un’azione epatoprotettiva, epatorigeneratrice e coleretica, Carciofo e Tarassaco coadiuvano l’attività depurativa, il Boldo è utile in caso di congestioni epatiche e la Liquirizia è antinfiammatoria e digestiva.

Per estrarre al meglio i principi attivi di tali piante occore fare una decozione, cioè far bollire le piante nell’acqua per alcuni minuti e poi lasciarle raffreddare per una decina di minuti.
Ricordo che le tisane depurative tendenzialmente sono molto amare proprio per effetto dei principi estratti e non vanno dolcificate con lo zucchero raffinato perchè contrasta l’efficacia del preparato.

Per potenziare l’apparato renale puoi aggiungere all’interno della tisana depurativa il Gemmoderivato di Betulla Bianca Linfa, gocce che incrementano il flusso urinario senza scompensare il bilancio idrico dell’organismo. La betulla è in grado di facilitare l’eliminazione di azotati e cloruri, effettuando anche un’azione antinfiammatoria.

A sostegno dei reni, bisogna bere molto, non associare cibi troppo salati o troppo proteici così da non produrre eccessivi cataboliti come purine, ossalati, acidi urici,… Questo per evitare inoltre, che quei sali precipitino e diano origine a calcolosi.

La pelle ormai viene considerata un vero apparato e su di essa si manifestano tutti i malesseri che nascono da un cattivo funzionamento dei vari organi emuntori.

Una tisana specifica per andare a purificare il tessuto cutaneo potrebbe essere così composta:

La Bardana è deputata al drenaggio, migliora l’attività epato-biliare con tropismo a livello cutaneo, incrementando l’eliminazione dei cataboliti tossici. Regola inoltre, la secrezione sebacea in conseguenza dell’attività diaforetica, per cui è particolarmente indicata nel trattamento di pelli impure e acneiche.
La Viola Tricolor e la Fumaria regolano la produzione di sebo, la Salsapariglia depura e contribuisce a migliorare le malattie della pelle accelerandone il processo di guarigione, e la Menta dolce contrasta il sapore sgradevole della tisana, apportando freschezza e gusto al palato.

PROPOLI, UN RIMEDIO ANTICO MA SEMPRE EFFICACE

La propoli è una resina naturale prodotta dalle api che la elaborano partendo dal polline dei fiori; per questo motivo molti la considerano un prodotto vegetale, in quanto la maggior parte delle sostanze in essa contenute arriva dalle piante.
E’ utilizzata dall’uomo da migliaia di anni ma nel nostro recente passato ha conosciuto un momento di oblio dovuto all’avvento della medicina farmacologica.
Oggi è tornata di moda, spinta dalla ricerca di prodotti naturali, anche grazie alla sua incontestabile efficacia.

La propoli ha azione antibatterica, antivirale, antifungina, antinfiammatoria, antiossidante e stimolante del sistema immunitario.
E’ molto utilizzata per il mal di gola e per le malattie da raffreddamento ma è altrettanto importante per la salute della pelle. Si può utilizzare la Propoli Pomata oppure mescolare alcune gocce di Propoli alcolica o Propoli analcolica ad una Crema Neutra per tutte le forma di infezione batterica: acne, foruncoli, unghie incarnite, ma è anche utile in caso di eczemi, dermatiti, irritazioni di vario genere che trovano giovamento grazie all’azione decongestionante ed antinfiammatoria della propoli.

In Italia si consumano grandi quantitativi di propoli, ma la maggior parte arriva dalla Cina.
La propoli cinese è prodotta dalle api con il polline dei fiori locali, molto lonatani da quelli del nostro habitat. Inoltre viene fusa ad alta temperatura per essere confezionata in pani che poi affrontano il lungo viaggio fino all’Europa chiusi in fusti fatiscenti, rendendo necessario un complesso trattamento di purificazione prima dell’utilizzo.
E’ ovvio che tutto questo danneggia i suoi principi attivi e rende il prodotto più scadente, anche se viene dichiarato il titolo in galangina. La galangina è un bioflavonoide responsabile della colorazione dei fiori e dei frutti ed ha azione antinfiammatoria, antiossidante e antibatterica.

Bisogna tener presente che una propoli mediocre può essere addizionata con galangina ottenuta da altre fonti per aumentarne apparentemente la qualità.
La cosa migliore è utilizzare propoli italiana che è la più controllata, quella che subisce meno trattamenti e meno spostamenti mantenendo infatti i principi attivi.
La qualità della propoli è fondamentale, soprattutto quando viene somministrata ai bambini.

ACNE GIOVANILE

L’acne giovanile è una patologia che si manifesta con brufoli, comedoni e pustole sul volto di adolescenti in piena tempesta ormonale, durante la quale si ha la maturazione delle ghiandole sessuali produttrici di androgeni, gli ormoni responsabili di tale fioritura.
Se però avviene in un momento di forte stress o in concomitanza del ciclo mestruale, per cui sporadicamente, si parla di follicolite temporanea che si risolve nel giro di pochi giorni.

Talvolta l’acne giovanile non si ferma solo sul viso ma può scendere anche su spalle e torace e la durata può essere di pochi mesi o addirittura di anni.

Analizzando meglio la pelle, il comedone può avere un puntino bianco superficiale dove l’orifizio del follicolo rimane coperto dallo strato corneo dell’epidermide ed il sebo sottostante, raccolto nel follicolo, mantiene il colore bianco-giallino.
Altrimenti il comedone può presentare un punto nero perchè l’orifizio che è aperto raccoglie il sebo, che annerisce grazie a fenomeni ossidativi o per l’impregnarsi di polvere ambientale.

Se l’infiammazione s’aggrava, attorno al follicolo pieno di sebo si forma un alone arrossato ed indurito: la papula. L’acne papulosa si origina dai batteri che aggrediscono il follicolo e peggiorano la situazione lasciando a volte delle cicatrici.

Non bisogna tartassare la pelle schiacciando il brufoletto per eliminare l’inestetismo perchè si rischierebbe di allargare ulteriormente l’infiammazione; il pus fuoriuscito colonizzerebbe le zone limitrofe ed inoltre si potrebbe incorrere in una cheratizzazione.
Occorre utilizzare allora, prodotti detergenti e di trattamento specifici e delicati, ad azione antinfiammatoria e sebo-equilibrante, che tolgano l’effetto lucido opacizzando il viso.

Per prima cosa, bisogna pulire il viso con il Gel detergente Purificante, dalla formulazione oil-free e ricca di principi attivi normalizzanti tra i quali gli estratti di Bardana, Cannella, Lapacho e Zenzero che caratterizzano tutta la linea.

Successivamente occorre reidratare la pelle con l’Acqua tonica Astringente e preparare così il viso alla Crema-Gel all’Argilla Bianca dall’azione purificante, idratante ed opacizzante. La sua texture è molto morbida ed asciutta, proprio per venir assorbita facilmente senza lasciare zone lucide.

Ogni 7-10 giorni è consigliabile fare un trattamento con la Maschera Scrub all’Argilla Verde i cui oli essenziali di Tea Tree e di Limone miscelati all’argilla, purificano ulteriormente ed evitano la proliferazione batterica.

 

Conosci il mangostano?

Il mangostano (Garcinia mangostana) è un frutto antichissimo appartenente alla famiglia delle Guttiferae ed è originario delle isole della Sonda e dell’arcipelago delle Molucche, anche se le migliori piantagioni sono oggi in Thailandia. Conosciuto da centinaia d’anni ed apprezzato per le sue proprietà benefiche, veniva usato dalla medicina orientale per la cura di ferite, escoriazioni della pelle, diarrea.
La notorietà del mangostano inizia a diffondersi nella metà del XIX secolo, quando la regina Vittoria dichiarò, assaggiando il frutto, che era il suo favorito (da qui la sua definizione di “Regina dei frutti”). Inizia quindi la sua coltivazione nel Queensland, poi in Inghilterra e in India.
All’inizio del secolo scorso anche il Dipartimento per l’Agricoltura americano ricevette le prime semenze ed inizia le coltivazioni; dagli anni ’60 invece iniziano le coltivazioni in Thailandia .

La sua peculiare natura gli ha conferito elevate proprietà supportate dalla pratica legata alla tradizione secolare dei popoli asiatici.
I primi studi su questo frutto risalgono al 1932 e proseguirono poi nei decenni successivi, fino a quando i ricercatori riuscirono ad isolare gli xantoni, dei quali vennero analizzate le proprietà.

Gli xantoni hanno attività antiossidante (oltre che antinfiammatoria), in quanto sono in grado di isolare il radicale libero e proteggere la cellula dal danno ossidativo generalmente provocato dall’età e dalle malattie sia a livello delle membrane che dei vasi sanguigni.
In questo modo si agevola il flusso di sangue dal cuore al cervello, diminuendo il rischio di patologie come ad esempio la demenza senile, le malattie cardiovascolari e l’Alzheimer.

E’ ormai nota la capacità dell’organismo umano di produrre antiossidanti, i cosiddetti antiossidanti endogeni, come il Coenzima Q-10 o l’Acido Lipoico; esso tuttavia non è in grado di produrne altri, altrettanto importanti.
Gli antiossidanti esogeni come la Vitamina C ed E, estremamente necessari all’uomo, devono pertanto necessariamente essere somministrati attraverso la dieta: la Garciania mangostana risponde alle esigenze fisiologiche degli individui particolarmente esposti ai già menzionati stress ossidativi che contraddistinguono la quotidianità nella società moderna.

Indicazioni:

  • prevenzione dell’arteriosclerosi
  • protezione del muscolo cardiaco
  • abbassa i livelli di colesterolo e dei trigliceridi
  • ipertensione
  • allergie
  • infiammazioni artritiche
  • emicrania
  • fibromialgia
  • dermatiti
  • acne
  • infezioni (da virus, batteri, funghi e parassiti)
  • danni ossidativi dovuti all’età
  • nel trattamento di malattie sia a livello delle membrane che dei vasi sanguigni (demenza senile, malattie cardiovascolari)
  • problemi legati al sistema gastrointestinale (reflusso gastroesofageo, ulcere, colite, sindrome dell’intestino irritabile, diarrea cronica, stitichezza) e delle vie urinarie
  • ansia e depressione
  • disturbi mestruali

Il grado di sicurezza è elevato: non sono state ad oggi sperimentalmente evidenziate alcun tipo di interazioni , pertanto risulta atossico, non irritante e non causa sensibilizzazione.

Tutti contro l’Argento colloidale Ionico…ma io non ci sto!

Ci risiamo un’altra volta: un altro elemento naturale viene messo al bando e demonizzato dalle nuove disposizioni di legge. Sto parlando dell’Argento Colloidale Ionico.
L’argento è un potente antibiotico naturale usato da migliaia di anni. Veniva utilizzato già all’epoca degli antichi Romani per la coniazione delle monete, del vasellame,…e dal Rinascimento in poi l’argento fa il trionfale ingresso nella vita di tutti i giorni: in tavola con piatti, posate e coppe, per l’igiene personale con brocche e catini, in contenitori dove veniva conservato il cibo, in attrezzature chirurgiche,…
I lignaggi reali, che al tempo utilizzavano posate, brocche, contenitori, ecc. d’argento, si ammalavano difficilmente e le infezioni erano rare; venivano chiamati “Sangue Blu” per la caratteristica tinta bluastra del loro sangue dovuta alle tracce minime di argento puro assorbite con il cibo.
L’argento colloidael ionico (ACI) è un prodotto di straordinaria efficacia, a spettro totale e privo dei limiti e degli effetti collaterali degli antibiotici di sintesi. Conosciuto da tempo in ambito medico alternativo per le sue speciali proprietà, è ricavato mediante un processo di elettrolisi in cui si utilizzano due elettroni di argento puro immersi in acqua demineralizzata ai quali viene applicata una differenza di potenziale.
Durante tale processo si formano ioni di Argento Ag+ che si staccano dagli elettroni rimanendo in sospensione in acqua. Il termine colloide indica una soluzione di particelle finissime di argento puro in sospensione in acqua distillata; il termine “ionico” indica che nella soluzione acquosa è presente sotto forma di ioni.
L’Argento Colloidale Ionico agisce come catalizzatore bloccando l’azione dell’enzima da cui virus e batteri dipendono per vivere, in quanto essi non hanno la possibilità di sviluppare i meccanismi di difesa contro l’argento colloidale ionico. Test di laboratorio dimostrano che poche gocce di Argento Colloidale Ionico provocano in soli 6 minuti la morte di circa 650 tipologie tra funghi, batteri e virus patogeni unicellulari.
L’ACI aiuta a ridurre le infiammazioni e favorisce la ricrescita dei tessuti danneggiati agevolando un rapido risanamento.
INDICAZIONI:
– alitosi
– allergie di varia natura
– bronchiti
– colera
– gastriti
– fuoco di S.Antonio
– candide
– asma
– infezioni da streptococchi e stafilococchi
– intossicazioni alimentari
– parassiti intestinali
– salmonellosi
– reflusso
– diverticoliti
– gengiviti
– infiammazioni di varia natura
Tutto ciò ora non è più possibile!!!
In merito alle nuove disposizioni di legge in vigore: ai sensi di quanto previsto dal REGOLAMENTO (CE) N. 1170/2009 DELLA COMMISSIONE del 30 novembre 2009 che modifica la direttiva 2002/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1925/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda gli elenchi di vitamine e minerali e le loro forme che possono essere aggiunti agli alimenti, compresi gli integratori alimentari, è vietato l’impiego dell’argento colloidale in preparati destinati all’ingestione come alimenti e integratori.

Tale divieto non riguarda prodotti ad uso topico come i cosmetici disciplinati da altra e diversa normativa: in tali prodotti l’argento colloidale può essere utilizzato.
L’Argento Colloidale Ionico Solimè è destinato unicamente ai cosmetici e quindi all’uso topico, come specificatamente indicato in etichetta da lista ingredienti INCI e precise istruzioni per l’uso.

Da oggi quindi dovremo dire che l’Argento Colloidale Ionico sarà utilizzabile per uso esterno:
– acne
– herpes
– micosi
– psoriasi
– verruche
– emorroidi
– piaghe da decubito
– ustioni
– dermatiti da contatto e allergiche
– geloni
– eczemi
– otiti
– congiuntiviti
Si potrà usare tal quale sulle parti interessate oppure veicolato in una crema a base vegetale; puro direttamente come gocce oculari.
Ottimo per garantire l’igiene intima mettendo alcune gocce direttamente sulla biancheria o tal quale sulle parti interessate.
Sanificante per disinfettare spazzolini da denti, sanitari in genere, nell’ultimo risciacquo della lavatrice e per sanificare ortaggi e frutta.
Si può usare anche in veterinaria per gli animali domestici e non, come pure in agricoltura per difendere le piante dalle malattie e dagli attacchi di parassiti.
L’importante è conservare l’Argento Colloidale Ionico nel flacone originale tenuto al buio e non a contatto con metalli (es. cucchiai per la diluizione), lontano da apparecchiature elettroniche.
Non crea dipendenza, è inodore, incolore, insapore.
Con questo articolo vorrei rassicurare i miei clienti e tutti coloro che fino ad oggi hanno acquistato ed utilizzato l’Argento Colloidale Ionico, che non ci saranno effetti collaterali futuri: non diventeranno delle controfigure dei Puffi, non spunteranno le orecchie di Spock di Star Trek, o altre patologie strane.
Dovremo purtroppo sottostare a queste nuove disposizioni che ci vengono dall’alto e sperare che anche in futuro non ci tolgano altri elementi naturali basilari per la professione dell’erborista.

Serve aiuto? Contattaci