achillea Archivi - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

COS’HO MANGIATO CHE MI BRUCIA LO STOMACO?

Le grigliate estive, le insalatone con cipolle e pomodori crudi, le bevande alcoliche e quelle contenenti caffeina sono tutti alimenti dannosi per lo stomaco in quanto stimolano una iperproduzione di succhi gastrici e causano una sensazione di bruciore.

Nelle “pance” più delicate inoltre, si assiste ad una risalita di sostanze acide verso l’esofago che provocano il reflusso. Oltre a gonfiore e pesantezza, i sintomi possono essere anche difficoltà respiratoria, asma, raucedine, mal di gola e catarro.

Cambia le abitudini a tavola: prediligi la carne magra, il pesce, i cereali integrali, la frutta e la verdura dal pH non troppo acido. Limita gli zuccheri e bevi tanta acqua.

Se si è trattato di un singolo episodio, non dovrebbe essere una cosa preoccupante; se invece i fastidi si fanno più frequenti, affronta il problema con la fitoterapia.

Prepara Tisane da bere anche fresche con i fiori di Altea, Calendula, Malva e Camomilla romana, oppure metti in acqua le gocce di EIS Stomaco in quanto Achillea, Zenzero e Trifoglio fibrino migliorano lo svuotamento gastrico ed attenuano il dolore.

Se soffri di intolleranze, assumi i fermenti lattici Axidophilus prima di colazione che ripopolano la microflora ed aumentano le difese, mentre Colo Plant Stagioni Calde contiene una miscela di erbe (Piantaggine, Rosolaccio e Lavanda) che sfiammano l’intestino e addolciscono le mucose.

AIUTO, HO LA GASTROENTERITE

La gastroenterite è un problema tipico di questa stagione che può presentarsi a grandi e piccini, comportando una perdita più o meno intensa di liquidi e sali minerali che se non vengono reintegrati, possono causare una disidratazione dell’organismo.

Cosa fare in questo caso? Occorre bere piccoli sorsi d’acqua o di tè (non succhi di frutta, nè bibite perchè lo zucchero potrebbe peggiorare la situazione) piuttosto frequentemente durante la giornata, oppure una tisana gradevole composta da bacche di Mirtillo nero, Achillea, foglie di Noce, Camomilla, Alchemilla, Equiseto e Menta piperita.

Occorre poi risistemare la flora batterica con Enterodophilus, i probiotici specifici per chi ha l’intestino in disordine e depurare l’organismo con estratti secchi di Carciofo o Cardo Mariano. L’Estratto di Semi di Pompelmo invece è essenziale per combattere la proliferazione batterica e virale.

In caso di nausea e dolori addominali, la Polvere di Baobab ti farà sentire meno pesante lo stomaco in quanto è un addolcente della mucosa gastrica, oltre che un ottimo rimedio come regolatore intestinale ricco di vitamine e minerali.

Per quanto rigurada l’alimentazione, non devi sforzarti a mangiare ma fai ciò che ti chiede il tuo fisico!
Ovviamente la dieta dovrà essere composta preferibilmente da cibi secchi, leggeri e facili da digerire tralasciando invece latte e latticini, le verdure cotte e i dolci molto zuccherini.

Serve aiuto? Contattaci