Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

LA DIETA DEL RIENTRO

In ferie hai staccato la spina, ti sei data alla pazza gioia ed ora ti ritrovi con il girovita allargato. Che fare? Non smettere di mangiare ma segui una dieta ipocalorica perchè solo bruciando più calorie di quelle introdotte potrai perdere peso.

Ciò non significa dover patire la fame! La voglia di ritrovare l’antica silhouette può indurti a provare diete drastiche in cui vengono eliminati completamente i carboidrati aumentando considerevolmente le proteine; certamente si dimagrisce in breve tempo, ma a fronte di una carenza di nutrienti essenziali che intaccano la massa muscolare e causano l’effetto yo-yo.

Il nostro organismo necessita di grassi come quelli forniti dal pesce e dalla frutta secca per salvaguardare il cuore e le arterie, di carboidrati (meglio se integrali) i cui zuccheri forniscono energia, di proteine per la formazione dei tessuti e di fibre che attenuano l’appetito e favoriscono il transito.

Non saltare i pasti, anzi, ai tre principali intermezza i due spuntini di metà mattina e pomeriggio per evitare le abbuffate. Inizia quindi la giornata con un’abbondante colazione a base di latte, yogurt, cereali integrali e frutta secca (aiutati coi superfrutti Açai, Giuggiole e Pitahaya).
Berry-Diet inoltre è un integratore contente Maqui, Schisandra e Goji che apportano vitalità, mentre il Lampone e la Garcinia stimolano lo smaltimento di grassi e zuccheri.

Se ti prende un languorino, fai uno spuntino leggero con un frutto fresco di stagione oppure spizzica qualche Mora di Gelso che contrasta i cali energetici ed apporta sazietà.

Prima di pranzo e cena puoi velocizzare il metabolismo con le gocce EIS Peso a base di Pirosella, Quercia marina e Matè, oppure attenua l’assorbimento calorico con il Chitosano ottenuto dai gusci dei crostacei in grado di inglobare ed inibire l’assorbimento dei lipidi.

Dimentica i fritti, i cibi precotti che contengono additivi, grassi saturi, zuccheri raffiati e conservanti, e bevi durante la giornata tazze di Tè verde dall’effetto drenante ed antiossidante.

SMETTI PRIMA DELL’ESTATE

Dire addio al fumo prima delle vacanze estive sembra un’assurdità, ma è proprio il periodo migliore perchè così ne trae beneficio anche la pelle. Tanti non rinunciano alle sigarette perchè hanno paura di ingrassare, ma giocando d’anticipo e facendo ricorso alla fitoterapia, non sarà più un problema.

I primi giorni senza nicotina sono i più duri: il tabacco infatti, serviva come scacciapensieri, spezzafame ed antistress, per cui occorre cambiare stile di vita per non ricadere in tentazione.

Per combattere la crisi d’astinenza vanno bene tutti i fitoderivati che promuovono il rilassamento, evitano la tachicardia e favoriscono la ripresa. La TM di Lavanda ha un’azione calmante sul sistema nervoso, agisce contro le emicranie ed è un toccasana come antispasmodico, mentre la TM di Cardiaca è efficace per contrastare le palpitazioni.

Anche la floriterapia è utile: il fiore di Bach Agrimony è indicato per quelli che per non sentire l’ansia e non voler far vedere un loro disagio, usano la sigaretta come valvola di sfogo.

Anni e anni di fumo hanno intossicato pelle, fegato e polmoni; una buona depurazione è necessaria per pulire tali organi ed allo stesso tempo riacquistare un colorito sano e luminoso. Le erbe più indicate sono il Nasturzio ed il Marrubio per l’apparato respiratorio, Salsapariglia e Fumaria come drenanti epatici e cutanei.

Il tabagismo ha bruciato tanta vitamina C: rinforza le difese e combatti i radicali liberi con i preziosi antiossidanti del Tè Verde e dell’Açai in grado di contrastare anche la fame nervosa.

ZUCCHERO: IL NEMICO DELLE DIETE

Perchè nelle diete vengono discriminati pane, pasta e pizza? Molto semplice: ogni volta che mangiamo, nel sangue si alterano i valori della glicemia. Tanti più carboidrati ingeriamo, tanto più aumenta la produzione di insulina, l’ormone che serve per abbassari gli zuccheri.
E’ per tale motivo che per non ingrassare è necessario evitare bruschi sbalzi glicemici che mettono più fame, ma soprattutto portano verso problemi più gravi.

L’iperglicemia non dà alcun sintomo evidente, tuttalpiù si può notare stanchezza, aumento della sete e della diuresi. E’ facile quindi soffrirne senza accorgersi di nulla ed arrivare poi a compromettere la funzionalità renale ed il sistema circolatorio.

Non bisogna però demonizzare completamente gli zuccheri. Essi infatti, sono la benzina che dà immediata energia: basta solamente sapere quali sono quelli giusti da mettere in tavola.
Frutta, verdura, cereali integrali e tutti i novel food (Goji, Açai, Cranberry, Pitahaya,…) sono alimenti dolci ricchi di fibre che, assieme all’acqua dell’intestino tenue, formano un gel in grado di regolare l’assorbimento del glucosio.

Le foglie di Gymnema silvestre si possono utilizzare in Tisane dimagranti perchè velocizzano lo smaltimento degli zuccheri abbinate ai grani contusi del Caffè verde che stimolano il metabolismo, alle radici di Rodiola rosea che contrastano la fame nervosa ed ai semi di Finocchio selvatico che eliminano i gonfiori.

Oltre ad una sana dieta, si raccomanda un regolare esercizio fisico adeguato al proprio peso corporeo ed allo stato di salute, in modo da non mettere su peso e mantenersi in perfetta forma.

PERDERE PESO IN MODO CORRETTO

Quante diete hai già provato senza risultati efficaci? Anche l’ultima pubblicizzata su internet non ha fatto scendere l’ago della bilancia.

Per dimagrire in modo sano e non perdere massa muscolare nè disidratarsi, è necessario mangiare meglio, senza privarsi di alimenti importanti dal punto di vista nutrizionale e fare più movimento.
Se finora non hai perso un etto, devi capire dove hai sbagliato ed agire di conseguenza.

L’alimentazione è la base della tua remise en forme. Elimina i cibi calorici senza saltare i pasti nè soffrire la fame perchè controproducente: se ti privi di uno dei tre pasti principali, si verifica l’abbassamento del livello degli zuccheri nel sangue che porta ad avere più appetito al pasto successivo. Inoltre, abituando così il tuo organismo, avrai un rallentamento del metabolismoper risparmiare le calorie.
Meglio allora, fare tanti piccoli spuntini con vegetali freschi o con i superfrutti (Açai, Melograno, More di Gelso,…) che saziano ed evitano le abbuffate.

Quando fai spesa, leggi bene le etichette: non sempre i cibi “light” sono ipocalorici e la tentazione di eccedere nel loro consumo perchè “tanto, sono leggeri” invoglia a mangiarne di più.

Di una cosa puoi stare certa: l’acqua non ingrassa. Bevine parecchia durante la giornata per attenuare i languorini, depurarti e mantenere alta l’idratazione dei tessuti. Per avere un effetto drenante e sgonfiante, perchè non gustare una gradevole Tisana come questa?

Per dare una svegliata al metabolismo inoltre, puoi ricorrere a dimagranti naturali come Kiku in cui Caffè Verde, Garcinia e Coleus permettono di bruciare più in fretta grassi e zuccheri, senza effetti collaterali.

INGRASSI PER COLPA DELLO STRESS?

Fai sport tutti i giorni, hai rinunciato alle caramelle gommose, addirittura prendi le scale invece dell’ascensore eppure non hai perso nemmeno un chilo? Sarai mica stressata?

Quando si attraversano particolari fasi della vita in cui gli impegni si accavallano uno sull’altro, i problemi sembrano insuperabili ed ogni minima cosa ci fa innervosire l’organismo attiva dei meccanismi di difesa che mandano in tilt il nostro autocontrollo.

La maggior parte delle persone si butta sul cibo, sopratutto quello contenente zuccheri come biscotti, merendine e snack cioccolatosi, ma c’è anche chi preferisce il gusto salato di pane, pizza, crackers e salatini. Le tentazioni hanno un unico denominatore comune: gli amidi.
Tutto ciò succede perchè i carboidrati gratificano immediatamente regalando benessere e relax; allo stesso tempo però danno dipendenza in quanto causano il picco glicemico determinando una sorta di remind del cibo per cui più ne mangi, più ne desideri…e più ingrassi!

Per superare la costante voglia di carboidrati e gestire meglio lo stress, è necessario assumere al mattino a giorni alterni Oligolito DIA 5a, fiale contenenti gli oligoelementi Zinco-Nichel-Cobalto che contrastano la voglia del dolce, ed Oligolito Magnesium utile quando si ha i nervi a fior di pelle.

Prima dei pasti principali, deglutisci 1-2 capsule di Açai dall’effetto antiossidante e dimagrante, mentre dopo cena beviti una gradevole tisana rilassante che permetta di farti riposare meglio. Io la farei così:

Nelle pause di lavoro, non lasciarti tentare dalle ghiottonerie dei distributori automatici, ma placa la fame masticando 1-2 Fave di Cacao che ti faranno recuperare concentrazione ed energia.

5 COSE CHE PUOI FARE ADESSO

Manca meno di un mese all’arrivo dell’anno nuovo ed è giunto il momento di darsi degli obiettivi per chiudere il 2014 in bellezza. Prendiquindi  nota di questo health project:

  1. Arrivare alle vacanze con un pieno di energia. Sciogli a colazione una palettina di Ginseng Estratto Molle nel latte o nello yogurt e gusta qualche cucchiaio dei superfrutti Goji, Açai e Papaya per rifocillare anche la mente.
  2. Perdere peso in previsione dei cenoni. Dimaki è un integratore completamente naturale che consiste in 3 tipi di compresse da assumere ai pasti principali: quella rossa del mattino con Caffè Verde e Rodiola dà tono ed evita i languorini, quella verde del pranzo contenente Garcinia e Gymnema attenua l’assorbimento di grassi e zuccheri, mentre quella blu da deglutire dopo cena ha la Fucoxantina che aumenta il metabolismo notturno.
  3. Non ammalarti. Difendi il sistema immunitario con il Macerato di Echinacea che ti protegge da raffreddore ed influenza, ed i fermenti lattici PegaStress che rinforzano la microflora contro i virus gastrointestinali.
  4. Ringiovanisci con gli antiossidanti. Vuoi fermare il tempo ed apparire alle feste con qualche anno in meno? Inizia a combattere i radicali liberi con Oxy Max E 600 dove la Vitamina E, i carotenoidi, Cromo e Selenio rallenatano l’invecchiamento, mentre sul viso applica mattina e sera il Siero al Veleno d’Ape che stimola la rigenerazione cutanea.
  5. Goditi le vacanze natalizie in totale relax. Beviti infusi caldi a base di Melissa e Tiglio che infondono calma e tranquillità.

 

COME SMALTIRE GLI STRAVIZI

In vacanza, ci hai dato dentro con lauti pasti, cocktail e happy hour alcolici ed ora ti senti appesantita? Con un po’ di impegno, qualche rinuncia e gli integratori giusti ritroverai la silhouette perduta.

I cibi raffinati ricchi di amido, i fritti, i dessert e le leccornie varie tendono a gonfiare lasciandoti quella sensazione di aver un pallone al posto dello stomaco, per non parlare poi delle bibite zuccherine.
L’alcol invece viene assorbito dal fegato dove in parte si accumula creando problemi epatici ed in parte si trasforma in grassi che si depositano nei punti critici.
Dopo alcuni giorni è normale sentirsi appesantiti, notare gonfiore sotto gli occhi ed avere difficoltà digestive accompagnate da bruciori gastrici.

Prima regola: mangiare sano e seguire una dieta detox. Non saltare i pasti e compresi i due spuntini di metà mattina e pomeriggio che evitano le abbuffate di pranzo e cena.
Evita i piatti contenenti grassi saturi (insaccati, formaggi stagionati,…) e quelli idrogenati che si trovano nei dolci da forno, nei gelati, come in hamburgere, patatine e salse da condimento.
Abbonda con le fibre, mentre la frutta consumala lontano dai pasti per evitare che fermenti e gonfi la pancia.
Assolutamente vietato l’alcol e se partecipi ad un aperitivo con gli amici, ordina uno smoothie o una spremuta di frutta fresca, tenendoti lontana dagli stuzzichini.

Bevi almeno 1,5 o 2 litri di acqua durante la giornata e per facilitarti le cose, preparati un infuso drenante e sgonfiante per eliminare i liquidi stagnanti localizzati. La composizione è la seguente:

La fame nervosa che attanaglia quando si riprende l’attività lavorativa e si ripresentano gli stress quotidiani puoi calmarla con l’assunzione delle capsule di Açai, bacche tonificanti che bilanciano la dipendenza da zuccheri a livello mentale.

Inoltre:

  • Cerca di cucinarti le pietanze così da renderti conto degli ingredienti utilizzati e delle loro calorie.
  • Abbassa il quantitativo di sale, sostituendolo con le spezie per insaporire i piatti. Non ingrassano e non trattengono i liquidi.
  • Attenzione a conservanti, coloranti e glutammato leggendo bene le etichette.
  • Mastica lentamente in modo da sveltire la digestione addominale.
  • Depura l’organismo per facilitare il lavoro di fegato, reni ed intestino.

 

PAUSA PRANZO CON I PASTI SOSTITUTIVI

Mangiare a mezzogiorno è importante perchè ricarica il fisico, aiuta a combattere il calo di efficienza pomeridiano ed evita le abbuffate serali.

L’ideale sarebbe consumare un pasto completo con un piatto di pasta seguito da un secondo di carne o pesce, più un contorno; questo modello stile “dieta mediterranea” però quando si è fuori casa è difficile da seguire, in quanto si ha poco tempo a disposizione o più semplicemente per una questione economica.
Nella maggior parte dei casi si incorre nella cosiddetta “sindrome da buffet” in cui si mangia più del necessario, appesantendo lo stomaco e favorendo la sonnolenza.
Meglio ricorrere ai pasti sostitutivi che se usati nel modo giusto saziano, coprono i fabbisogni nutrizionali ed aiutano a controllare il peso corporeo.

Light & Energy è un integratore in polvere solubile nel latte a base di proteine che nutrono la massa muscolare, maltodestrine che garantiscono energia a lungo, una piccola quantità di grassi indispensabili per l’assorbimento di elementi liposolubili, fibre che aumentano la sazietà e l’aggiunta di minerali e vitamine.

Il ruolo delle proteine è fondamentale in quanto, se l’organismo non ne riceve abbastanza per irrobustire i tessuti organici, le va a “pescare” dai suoi stessi muscoli.
Ne consegue che il fisico è più asciutto ma meno tonico, maggiormente esposto all’effetto fisarmonica, ovvero la rapida ripresa del peso perduto una volta ricominciato con gli stravizi!

Se mangi fuori casa, puoi mettere in un contenitore i 3 misurini di Light & Energy e preparare il beverone direttamente in ufficio oppure acquistando il latte al bar da consumare anche in un parco.
Ciò consente di saziarsi con un pasto a regime calorico controllato evitando i piatti pronti ipercalorici.

I pasti sostitutivi sono efficaci per coloro che vogliono dimagrire: è consigliabile utilizzarli fino a 5 volte a settimana al posto del pranzo, mentre la cena dovrà essere effettuata con pietanze normali, nel rispetto sempre delle calorie.
Gli spuntini consentiti sono un frutto fresco oppure un mix di frutta secca come Goji, More di Gelso Bianche, Semi di Albicocca,…

Light & Energy può essere utilizzato anche come leggero pasto serale oppure prima di allenarsi in quanto le proteine altamente disponibili vanno a rinforzare subito i muscoli. Dopo la palestra, puoi placare l’appetito con qualche cucchiaio di Semi di Melograno o di Açai.

Infine puoi ricorrere ai beveroni per compensare gli “sgarri” che ogni tanto ti devi concedere con gli amici o coi colleghi. Durante il weekend infatti, un aperitivo alcolico o una cena abbondante devono essere bilanciate con un qualche pasto light ma completo.

GONFIA COME UN PALLONE!

Ti capita spesso di svegliarti al mattino con un addome pronunciato come se avessi un pallone al posto dello stomaco? Questo fastidio fa già partire col piede sbagliato la giornata, creando malessere e pesantezza.

Se il gonfiore addominale mattutino si manifesta sporadicamente, è probabile che sia colpa di ciò che hai mangiato la sera precedente ma se il fenomeno si ripresenta ad ogni risveglio allora devi modificare sicuramente le abitudini quotidiane, sia in fatto di alimentazione che stile di vita.

Escludendo problematiche di intolleranze ed allergie varie, occorre eliminare dalla dieta tutti quegli alimenti ricchi di grassi idrogenati, zuccheri raffinati, coloranti, conservanti e tutti i cibi precotti, facili per il microonde ma difficili per lo stomaco.
La colazione deve essere leggera ma saziante per non farti venire attacchi di fame al lavoro: una tazza di latte o un vasetto di yogurt naturale con l’aggiunta di cereali integrali e superfrutti (Goji, Schisandra, Açai, More di Gelso) garantiscono la giusta energia fino all’ora di pranzo. In caso di intolleranze ai latticini, puoi ricorrere ai derivati della soia.

Nella pausa, mangia un frutto di stagione ed a pranzo preparati un piatto a base di carboidrati, mentre a cena via libera alle proteine, accompagnando entrambi i pasti alle verdure. La frutta subisce un processo digestivo lento per cui mangiata a fine pasto, rallenta la digestione ed origina fermentazioni e flatulenze.

La digestione parte dalla bocca grazie alla ptialina, un’enzima presente nella saliva che favorisce la scissione soprattutto dei carboidrati, quindi di pasta, pane, cereali e patate.
La seconda tappa avviene nello stomaco, in ambiente acido dato dai succhi gastrici e dalla pepsina, un’enzima importante per le proteine di carne, pesce e uova.
Il capolinea è nell’intestino dove si ha la scomposizione dei grassi ad opera dei succhi gastrici provenienti da stomaco, fegato e pancreas.

Per favorire la digestione puoi bere una tisana dopo i pasti così composta:

Tale miscela è indicata anche per eliminare i gas addominale, evitare le fermentazioni e calmare gli spasmi causati da nervosismo e stress. Bevine una tazza dopo ogni pasto, oppure preparane 2-3 tazze al mattino e versala in thermos da sorseggiare al lavoro.

In caso di intestino rallentato, sciogli una bustina di PegaStress direttamente in bocca prima della colazione; si tratta di fermenti lattici vivi e vitali che vanno in soccorso alla tua microflora intestinale per dare maggiore regolarità, soprattutto nei momenti di maggiore stress o nei cambi di stagione.

COSA NON FARE A TAVOLA

Se ti senti qualche chilo di troppo, o ti vedi un po’ curvy ma non ne vuoi sapere di dieta, osserva qualche piccolo accorgimento per rimettirti in forma senza rinunciare ai piaceri della tavola.

Partiamo dalla colazione che non deve assolutamente essere saltata! Ricordati che è da essa che traiamo le energie necessarie per affrontare gli impegni lavorativi o di studio, pertanto occorre mettere benzina nel motore per farlo lavorare.
Tanti italiani purtroppo bevono una tazzina di caffè e di corsa si precipitano fuori casa, poi a metà mattina avvertono fame e stanchezza; è sbagliato anche mangiare una brioche iperdolce e calorica che provoca il picco glicemico, come pure strie e pizzette ricche di grassi che si piazzano sullo stomaco ed appesantiscono l’organismo.

Bevi piuttosto una spremuta di frutta fresca (meglio se preparata da te) alla quale puoi aggiungere qualche cucchiaino di Papaya disidratata oppure uno yogurt nel quale puoi mescolare i super frutti di Schisandra, Açai e i Semi di Lino.
Se non riesci a rinunciare alla tazza di caffè latte, abbinaci 1-2 cucchiaini di Polline. Questi mix contribuiscono ad arricchire la colazione con i nutrienti necessari per affrontare al meglio la mattinata lavorativa con la giusta energia.

Quando mangi poco e di fretta al mattino è molto probabile che ti venga fame presto e il piluccare tra un pasto e l’altro è deleterio per il peso corporeo. Merendine e snacks confezionati sono ipercalorici, mentre caramelle e chewing gum hanno zuccheri artificiali che tamponano temporaneamente i languorini ma scaturiscono problematiche ai denti.
Mangiati allora un frutto o qualche bacca di Goji che tonifica con i suoi minerali e placa i morsi della fame.

Se pranzi con i colleghi al self service o in mensa, non mangiare un primo piatto di carboidrati ed un secondo di proteine, ma opta per un piatto unico composto soprattutto da verdure e proteine, accompagnato da una fetta di pane; se invece vai in pizzeria, ordina la più semplice e meno condita oppure una stria con un del pinzimonio.
Se invece non ti allontani dalla scrivania, prima di recarti al lavoro preparati un’insalatona oppure, una o due volte alla settimana, puoi optare per Light & Energy, un beverone sostitutivo del pasto saziante, ipocalorico e bilanciato di nutrienti.

A cena, prepara un pasto leggero, povero di grassi e non accompagnato dal classico dolcetto dopocena che rallenta la digestione e crea gonfiore.

Segui inoltre questi consigli:

  1. Mastica lentamente perchè se il cibo non viene triturato adeguatamente, si fa più fatica a digerirlo.
  2. Non mangiare in fretta, in quanto si introduce molta aria che causa la formazione di gas intestinali.
  3. Cerca di effettuare i pasti ad orari più o meno regolari per dare il giusto ritmo al tuo organismo.
  4. Mentre sei a tavola, non lasciarti distrarre da cellulari, tablet, tv,… che ti fanno mangiare più del necessario.
  5. Se hai la possibilità, preparati una tisana dopo il pasto che velocizzi la digestione.

LINGUA BIANCA

La lingua bianca si manifesta quando si accumulano in bocca batteri e detriti che formano una patina opaca sulla mucosa, e ciò può verificarsi per diverse cause: dalla scarsa igiene orale, all’eccessivo consumo di sigarette, da scorrette abitudini alimentari, o determinato da un problema di reflusso gastroesofageo.

Lavarsi i denti in maniera corretta ed accurata è una pratica che deve essere effettuata quotidianamente e bisogna sensibilizzare ed educare i bambini fin da piccoli per evitare non solo la lingua bianca, ma anche problemi di carie, tartaro, alitosi,…
Il Dentifricio ed il Colluttorio OS Remargin sono a base di Colostro ad attivtà cicatrizzante ed antinfiammatoria, mentre Limone e semi di Pompelmo svolgono un’azione disinfettante ed antibatterica tale per cui, il terreno su cui si possono sviluppare i microrganismi dannosi viene sanificato.

Le sigarette fanno male sia ai polmoni, ma anche alla bocca in quanto macchiano i denti e disisratano la mucosa orale, favorendo così il deposito e la stratificazione di batteri.
In questo caso, non c’è alcun rimedio se non quello di cercare di smettere di fumare o di limitare il più possibile il numero delle sigarette.

Si dice sempre che “siamo ciò che mangiamo” per cui occorre scegliere gli alimenti giusti, sani, meglio se preparati da noi, piuttosto che i precotti, i pasti veloci, quelli iperlavorati, difficili da digerire e ricchi di conservanti, coloranti, zuccheri o altro.
Al mattino, organizzati con una colazione ricca di superfrutti: Goji, Schisandra, Açai, More di Gelso, e altri ancora che ti danno tono ed energia senza farti sentir fame nella pausa caffè.
A mezzogiorno mangia un piatto di carboidrati senza intingoli troppo elaborati, accompagnato da una porzione di verdure, mentre a sera introduci proteine (o di origine animale, oppure vegetale) con verdure che non appesantiscono e che non ti danno insonnia.
Per facilitare la digestione, assumi prima di colazione una bustina di PegaStress, i fermenti lattici specifici in queste condizioni di super impegni che velocizzano la digestione e permettono una migliore attività della flora batterica.
PegaStress favorisce l’assimilazione dei nutrienti dei cibi che mangi, pertanto evita le carenze e contribuisce al benessere della mucosa orale.

In caso di reflusso gastroesofageo, riduci l’infiammazione a livello della mucosa esofagea con il Miele di Manuka 400 MGO.
1 cucchiaino di miele prima dei pasti, facilita la digestione e placa i reflussi acidi che provengono dallo stomaco; inoltre, questo miele proveniente dall’Australia inizia la sua azione proprio dalla lingua perchè ha un fortissimo potere cicatrizzante che addolcisce le piaghette ed in pochi giorni risolverà decisamente la situazione.

 

I SUPERCIBI DELLA BELLEZZA

La natura ci viene per dichiarare guerra all’invecchiamento e lo fa con le favolose Bacche di Goji e le Bacche di Açai. Le prime (molto simili di aspetto e di sapore all’uvetta sultanina) provengono dal Tibet e sono ricche di antiossidanti in grado di contrastare i danni dei radicali liberi.
Le altre invece crescono nell’America Latina, sono un po’ meno antiage ma aiutano a regolare l’indice glicemico ed il colesterolo nel sangue.
Unite le due tipologie di bacche in un bicchiere di yogurt e si otterrà una macedonia antinvecchiamento gustosissima e di basso contenuto calorico!

La vitamina C è una sostanza fondamentale per la formazione del collagene, per cui come spuntino mangia ananas, arance e kiwi e bevi una buona tazza di Tè verde, utile anch’esso per rallentare l’ossidazione cellulare.