RIMEDI DOLCI PER L'ACIDITA' E IL GONFIORE - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

RIMEDI DOLCI PER L’ACIDITA’ E IL GONFIORE

Bruciori, acidità, pesantezza allo stomaco, dolore, eruttazioni e nausea sono i sintomi più comuni che caratterizzano la pancia quando lo stomaco non lavora bene.
I disturbi gastrici possono essere di tipo funzionale (dispepsia e reflusso) oppure organica (gastrite e ulcera) in cui si hanno infiammazioni e lesioni alle mucose. Spesso la seconda è una conseguenza della prima, ovvero un malfuzionamento dell’apparato digerente che nel tempo arreca danni agli organi preposti.

Il maggior responsabile dei problemi gastrici è l’Helicobacter pylori, un batterio che riesce a sopravvivere all’acidità gastrica e la procedura più comune per debellarlo è la terapia antibiotica che però annienta la flora batterica e non evita le recidive.
Un vero toccasana per la mucosa gastrica invece è il Miele di Manuka 400+ MGO assunto prima dei pasti principali ed in grado di neutralizzare tale batterio.
Per velocizzare la digestione ed attenuare i bruciori basta sciogliere in bocca una compressa di PeGastrit che protegge la mucosa, tampona l’iperacidità ed evita il meteorismo.

Ansia, stress e ritmi di vita frenetici comportano difficoltà digestive: quando infatti si mangia in fretta, deglutendo velocemente un boccone dopo l’altro si rallenta la digestione. Bisogna invece masticare lentamente proprio perchè in bocca avviene la prima scomposizione degli alimenti.
E’ bene allora bere una tisana anti-stress a metà mattina e pomeriggio per rilassare mente e fasci muscolari.
La composizione è la seguente:

Dopo i pasti per azzerare gli eventuali sintomi di pesantezza e bruciore si possono aggiungere ad un bicchiere d’acqua 40-50 gocce di Camomilla TM.

In ogni caso comunque, per non dover continuamente ricorrere a rimedi erboristici nè tanto meno a farmaci gastroprotettivi o antiacidi, occorre modificare l’alimentazione e lo stile di vita.
Son da preferire i cibi semplici che facilitano lo svuotamento gastrico, limitando il consumo di alcol, caffè  e cioccolata ad effetto irritante e tutti gli alimenti acidi come il pomodoro.
La frutta inoltre va consumata come spuntino tra un pasto e l’altro: se viene mangiata da sola si digerisce molto più velocemente che se lasciata come pietanza finale in quanto staziona più a lungo nello stomaco dando origine a fastidiose fermentazioni.

I commenti sono chiusi

Serve aiuto? Contattaci