QUEL BRUCIORE CHE NON PASSA - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

QUEL BRUCIORE CHE NON PASSA

“Ho fatto una cura antibiotica per la cistite che mi ha rovinato la vacanza, ed ora che sono a casa mi è ricomparsa. Cosa posso fare?”

La cistite è un’infezione batterica a danno delle vie urinarie i cui sintomi sono bruciore durante la minzione, prurito, dolore locale ed a volte fastidi durante i rapporti sessuali.
L’estate è la stagione ideale per le infezioni urinarie in quanto sole, salsedine,cloro e l’utilizzo di costumi antitraspiranti favoriscono la proliferazione patogena; se poi aggiungiamo l’alimentazione scorretta (cibi piccanti, happy hour alcolici, cocktail iperzuccherini) e l’irregolarità intestinale si aggrava la situazione.

Ne vanno più soggette le donne perchè, anatomicamente parlando, l’uretra femminile è più corta di quella maschile per cui i germi, soprattutto quelli intestinali, riescono a risalire meglio e ad attecchire.

Il batterio di origine intestinale Escherichia Coli è il maggior responsabile della cistite e per debellarlo molte volte si fanno cure antibiotiche che annientano l’ospite ma azzerano anche le difese organiche. E’ facile a questo punto, avere una recidiva dopo qualche settimana con il peggioramento dei sintomi.

Un ottimo rimedio fitoterapico è il D-Mannosio, uno zucchero estratto dai vegetali che non viene metabolizzato dal fegato, ma che riveste la parete vescicale impedendo l’attecchimento e trascinando poi con sè i batteri attraverso la minzione.

E’ importante urinare frequentemente per liberarsi dagli sgraditi ospiti e così si può bere durante la giornata una tisana così composta:

Raggiunti i risultati, per evitare le ricadute è necessario assumere per 2-3 mesi i fermenti lattici Candinorm che rinforzano la flora batterica uro-genitale e bere 40-50 gocce mattina e sera del Gemmoderivato di Mirtillo rosso dall’azione preventiva.

Non dimenticare che:

  1. Vanno corrette le abitudini alimentari; cibi picanti, caffeina, cioccolata ed alcolici sono irritanti delle vie urinarie, mentre zuccheri e lieviti favoriscono la proliferazione batterica.
  2. Fai la pipì ogni 2-3 ore per evitare il ristagno dei microrganismi.
  3. Segui una corretta pulizia aggiungendo all’acqua il Detergente Intimo rinfrescante e lenitivo.
  4.  Utilizza slip ed assorbenti di cotone naturale.
  5. Evita i colpi di freddo da aria condizionata o da congelatori da supermercato; proteggiti con pashmine o pullover allacciati intorno ai fianchi.

 

I commenti sono chiusi

Serve aiuto? Contattaci