Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

IN VIAGGIO, SENZA MAL DI GAMBE

Durante un viaggio, che sia in auto che in treno o in aereo, la forzata immobilità, il caldo e il condizionatore troppo alto, possono causare problemi alle gambe.

Crampi, gonfiori e complicazioni circolatorie possono colpire i nostri arti inferiori, soprattutto se affrontiamo viaggi lunghi, per cui, come primo consiglio, si dice di fare delle soste (se ci si sposta in auto) oppure sgranchirsi facendo due passi.

I crampi sono delle contrazioni involontarie e dolorose dei muscoli e si manifestano con dolori improvvisi, soprattutto quando le gambe sono a riposo; inoltre, se tocchiamo il muscolo colpito, sentiamo che è duro e compatto.
A provocare i crampi può essere un’eccessiva sudorazione, in quanto si perdono sali minerali (in particolar modo magnesio e potassio) utili per la funzionalità dei muscoli, oppure una prolungata immobilità che va a scompensare la concentrazione dei minerali, o problemi alla microcircolazione soprattutto quando si sta per parecchio tempo fermi.

Il fastidiosissimo gonfiore agli arti inferiori si manifesta in modo particolare ai piedi ed alle caviglie ed è determinato dalla posizione ferma a sedere mantenuta per troppo tempo. Il piede, restando immobile, non favorisce la circolazione e quindi la parte liquida del sangue filtra dalle pareti dei vasi sanguigni e si deposita nei tessuti circostanti, facendoli gonfiare.

Per prevenire l’insorgenza di questi problemi, bisogna bere tanta acqua ed assumere delle compresse di magnesio e potassio (Magnesium K) prima di mettersi in viaggio perchè tale integratore ridonerà il giusto equilibrio di sali minerali. Inoltre, spalmarsi una crema specifica come VegeVen omeostat i cui estratti vegetali di rusco, ippocastano e cipresso aiuteranno la risalita del sangue, dai piedi fino al cuore, in modo che non ci siano stasi venose.

Buon viaggio a tutti!!!

I commenti sono chiusi