Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

DIETA LOW CARB

La Low Car Diet è una proposta dietetica studiata dal medico nutrizionista tedesco Nicolai Worm dove vengono classificati gli alimenti in base all’impatto glicemico.

Worm ha creato un modello dietetico, denominato Metodo Logi (Low Glycemic and Insulinemic Diet), ripreso poi dal professor David Ludwig, ideatore di uno schema a piramide in cui vengono inseriti gli alimenti: alla base (quindi nella zona più larga) si trovano i cibi a basso carico glicemico, mentre salendo quelli più pericolosi.

Nelle diete molte volte si considera l’indice glicemico, mentre Worm parla di carico glicemico; qual è la differenza?
Il primo è un indice qualitativo che mette in corrispondenza l’azione del glucosio (con una pari quantità di zucchero presente in un carboidrato) sulla glicemia.
Il secondo invece, sono i grammi di zucchero presenti nell’alimento moltiplicati per il suo indice glicemico e divisi per 100.
Ad esempio, una fetta d’anguria ha lo stesso indice glicemico del corrispondente peso di pane bianco, ma ha un carico glicemico notevolmente più basso.

Nella Piramide di Logi si notano nei piani inferiori frutta e verdura come pure gli oli che, rallentando lo svuotamento gastrico, attenuano l’assorbimento degli zuccheri.
Al centro si posizionano le proteine sia animali che vegetali (carne, pesce, latte e derivati purchè magri) ed appena sopra i cereali integrali da abbinare agli alimenti degli altri due ripiani.
In vetta si trovano i farinacei e le bevande zuccherate ai quali bisogna prestare particolare attenzione perchè fanno ingrassare.

Worm sostanzialmente dice che una dieta ricca di carboidrati come quella attuale, è frutto dell’evoluzione e dello stile di vita moderno; nell’età antica infatti, l’uomo cacciatore si cibava di animali e vegetali, per cui ribadisce l’idea che tali alimenti devono essere alla base della dieta, mentre considera i carboidrati come un “contorno” e non come il piatto principale.

A differenza delle diete iperproteiche molto conosciute oggi ed estremamente sbilanciate nel consumo di carni e grassi, Worm dà ampio spazio a frutta e verdura accompagnate da proteine magre.

Il suo protocollo alimentare è così ripartito: 40-50% grassi (perlopiù di vegetali come gli oli), 20-30% proteine e 20-30% carboidrati.
L’alta presenza dei lipidi non deve spaventare, in quanto essi sono rappresentati soprattutto dagli oli vegetali ricchi di acidi grassi, così come per la carne ed il pesce sono presenti dei grassi buoni che dipendono dalla qualità della materia prima: i migliori sono quelli ricavati da animali selvaggi oppure allevati secondo criteri bio.

Nella dieta Low Carb gli alimenti principali sono frutta e verdura perchè ipocaloriche, ricche d’acqua e dall’alto potere saziante, in modo particolare se accompagnate da proteine e condimenti.
I carboidrati  ed i cereali integrali invece vanno limitati perchè causano sbalzi glicemici.

I commenti sono chiusi