CUORE BALLERINO - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

CUORE BALLERINO

La tachicardia è quella patologia che sopraggiunge bruscamente in cui il cuore comincia a battere all’impazzata, scombussolando tutto l’organismo e lasciando senza fiato.

Uno choc improvviso, uno sforzo intenso, un’emozione inaspettata possono accelerare il battito cardiaco, per cui è fondamentale capire l’origine del problema e trovare l’adeguata soluzione.

Se stai attraversando un periodo di forte stress lavorativo, deglutisci tutti i giorni una compressa di Magnesium 375, l’integratore ad alta concentrazione di Magnesio in grado di regolare l’attività del muscolo cardiaco.
Modifica inoltre lo stile di vita: organizza la tua giornata alternando il lavoro a momenti di svago e relax, cerca di non caricarti troppo di responsabilità e non portar a casa i problemi, ma stacca la spina.

La tachicardia può esser legata all’ipertensione. Assumi le gocce EIS Pressione diluite in un bicchiere d’acqua, 3 volte al giorno i cui estratti di Prunella, Biancospino, Olivo ed Eucomnia, abbinate agli oli essenziali di Mandarino e Maggiorana garantiscono la regolarità.
Massaggia mattina e sera sul corpo l’Olio degli Angeli, una miscela di oli vegetali impreziosita dagli oli essenziali rilassanti di Arancio, Verbena, Neroli, Camomilla e Gelsomino che donano serenità di giorno e favoriscono il sonno la sera.

Difficoltà nella digestione, problemi di reflusso gastroesofageo o una forte acidità di stomaco possono scatenare l’accelerazione del battito, soprattutto prima di coricarti.
Deglutisci prima di cena 1 cucchiaino di Bio-Strath Elixir, uno sciroppo a base di plasmolisato di lievito vegetale che favorisce la digestione e addolcisce la mucosa gastrica.
Dopo il pasto, bevi una tisana così composta:

Riduci inoltre, il consumo di caffè, thè, cioccolato e bibite contenenti caffeina in quanto agitano ed acidificano lo stomaco.

Quando ti alleni o fai qualche sforzo, è naturale sentire il cuore battere molto velocemente e quando poi ci si ferma, lentamente il ritmo torna regolare. Se la tachicardia invece persiste, significa che hai esagerato nell’intensità.
Per non incorrere in problemi cardiaci ricordati che, qualsiasi sport tu faccia, devi allenarti ad una frequenza non superiore al 70% di quella massima, calcolata sottraendo a 220 la tua età.
Ad esempio, se hai 40 anni, fai 220 – 40 = 180 che è la tua frequenza massima; a questa devi poi calcolare il 70% e così risulta 126, che sono i battiti al minuto ideali per il tuo allenamento.

 

I commenti sono chiusi

Serve aiuto? Contattaci