CONOSCI I CARBOIDRATI? - Erboristeria Online | Officinalis Modena
Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

CONOSCI I CARBOIDRATI?

I carboidrati o glucidi di cui tanto si parla nelle diete, rappresentano la fonte principale della nostra energia. Essi si dividono in :

  • monosaccaridi ovvero gli zuccheri più semplici come il glucosio ed il fruttosio;
  • disaccaridi, composti da due molecole di monosaccaridi e tra questi troviamo il saccarosio, il lattosio ed il maltosio;
  • polisaccaridi, detti anche zuccheri complessi in quanto formati da più monosaccaridi. A questa categoria appartengono il glicogeno, l’amido e la cellulosa.

I primi due sono i più temuti dai nutrizionisti in quanto, essendo molecole più piccole di dimensioni, vengono assorbiti direttamente dall’intestino causando rapidamente un aumento del tenore glucidico nel sangue.

I polisaccaridi invece devono subire una precedente scissione da parte di enzimi specifici e questo lavoro, che richiede tempo, fa sì che vengano assorbiti gradualmente senza alterare troppo l’indice glicemico.

Ma cos’è l’indice glicemico? Dopo aver fatto un pasto (o anche solo uno spuntino) con alimenti contenenti zucchero, aumenta il livello della glicemia per poi ridiscendere: con più velocemente sale, altrettanto rapidamente cala.

Per smaltire gli zuccheri, il pancreas secerne l’insulina, ma quando ne ingeriamo troppi, l’escrezione avviene repentinamente, determinando uno squilibrio del normale livello glucidico con conseguente nervosismo, mal di testa, nausea e stanchezza.
Ecco allora che la persona sente la necessità nuovamente di mangiare carboidrati per compensare tali malesseri, dando origine ad una dipendenza verso certe categorie di alimenti.

Queste alterazioni dell’indice glicemico causano uno stress fisico tant’è che la produzione d’insulina pian piano diminuisce ed aumenta il rischio del diabete e dell’obesità.

Per prima cosa, occorre variare l’alimentazione riducendo i carboidrati raffinati e prediligendo invece quelli a basso indice glicemico come i cereali integrali, la frutta (secca e fresca) e la verdura.

La natura inoltre mette a disposizione diverse piante che contrastano l’aumento della glicemia: si possono preparare quindi Tisane a base di corteccia di Cannella, foglie di Gelso e di Gymnema, frutti di Charantea.

Il cromo è un minerale che contribuisce al mantenimento di livelli normali di glucosio nel sangue e al normale metabolismo dei glucidi, pertanto chi è abituato a mangiare quotidianamente carboidrati troverà giovamento con il Picolinato di Cromo da assumere dopo un pasto.

Ottimi risultati si ottengono anche con la micoterapia: i funghi Coprinus, Maitake e Shiitake dell’integratore Micoxan Metabolic regolano il metabolismo degli zuccheri ed hanno azione benefica nei confronti di sindrome metabolica, sovrappeso ed obesità.

Fotografia di Donna Fanpage.

I commenti sono chiusi

Serve aiuto? Contattaci