Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

ALLERGIE AI COSMETICI

Sebbene i cosmetici in commercio oggi siano maggiormente sicuri, son sempre più in aumento le persone che manifestano loro intolleranze o allergie. Conservanti, coloranti, profumi di sintesi e siliconi ormai sono solo un brutto ricordo perchè praticamente spariti dalle composizioni dei prodotti naturali, ma sugli scaffali di alcune attività commerciali possiamo ancora trovare formulazioni che causano problemi; vediamo le cause:

  1. Make up. Fondotinta, ombretti, matite per occhi e mascara contengono coloranti che irritano e scatenano lacrimazioni ed il problema si ha soprattutto con le nuance più scure.
    Nei trucchi naturali vengono impiegati solamente pigmenti vegetali e controllati con test specifici che garantiscono la bassissima incidenza di effetti secondari.
  2. Tinte per capelli. Chi fa tinture chimiche può presentare pruriti, arrossamenti, aumento del sebo e caduta di capelli ed il problema è dovuto alla presenza dell’ammoniaca, una sostanza che serve per fissare meglio la colorazione.
    Nelle tinte vendute in erboristeria non solo l’ammoniaca è bandita, ma sono assenti pure la parafenilendiammina e la resorcina.
  3. Creme viso e corpo. I problemi maggiori sono provocati dalla presenza di conservanti (parabeni e affini) e petrolati che occludono i pori, non permettendo la normale traspirazione della pelle, dando origine ad allergie.
    Le migliori aziende erboristiche ormai hanno eliminato ogni traccia di derivati del petrolio e conservanti di sintesi dalle proprie formulazioni, per cui fenomeni di arrossamenti si possono verificare in caso di una sensibilizzazione nei confronti di un particolare ingrediente naturale.
  4. Shampoo e bagnoschiuma. A farla da padrone in questo caso sono i tensioattivi e gli schiumogeni che possono essere troppo aggressivi (oltre che inquinanti) per la pelle.
    Nei prodotti erboristici vengono utilizzate sostanze naturali che non causano irritazioni alla cute e rispettano l’ambiente.
  5. Profumi. Intense note olfattive si è visto che possono provocare starnuti, mal di testa e vertigini, oppure pruriti e rossori se non sono di origine naturale.
    Le formulazioni erboristiche generalmente utilizzano oli essenziali o miscele di essenze non di sintesi, che non causano problemi dermatologici e non disturbano l’olfatto.

I commenti sono chiusi