Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

AFFRONTA L’INVERNO CON DOLCEZZA

Statisticamente, questo è il periodo in cui c’è il picco influenzale. E’ importante allora rinforzare le difese organiche per evitare di ammalarsi.

L’Echinacea è la pianta che maggiormente va a stimolare il sistema immunitario e la puoi utilizzare in decotti, meglio se associata alla Rosa canina che è ricca di vitamina C.
Come funziona? Il suo principio attivo chiamato echinacoside, va ad attivare i recettori che mettono in allerta i “soldatini” deputati alle nostre barriere, così da esser pronti in caso di contatto con batteri e virus presenti nell’aria.

Se già notiamo un qualche sintomo influenzale, è necessario coadiuvare l’echinacea con oli essenziali quali origano, timo e santoreggia che caratterizzano Ekinflu. Tale integratore in gocce è capace di neutralizzare i patogeni e ripristinare in breve tempo la salute.

Ci sono persone il cui punto debole è l’intestino. Le capsule Nutridef Adulti contengono fermenti lattici tindalizzati che fanno lavorare al meglio tale organo mantenendolo forte e sano, pronto ad aggressioni.

Ai nostri figli invece possiamo dare Nutridef Bambini, una formulazione fluida di gradevole sapore  in cui, oltre ai fermenti e all’echinacea, sono presenti pappa reale ed un complesso di vitamina C.

Coloro che soffrono di malattie autoimmuni troveranno giovamento con la micoterapia.
I funghi infatti, hanno azione immunomodulante per cui non vanno a stimolare in maniera negativa quel sistema immunitario “fuori dagli schemi”.
Via libera a Micosan Immunflu in cui troviamo gli estratti di Shiitake, Reishi, Agaricus, Maitake e Cordiceps, efficaci e privi di controindicazioni, associabili anche a trattamenti farmacologici in quanto privi di effetti collaterali.

La gemmoterapia viene in soccorso ai più piccini (dai 3 anni in su): gli MG di Ribes nero e Rosa canina sono ottimi per proteggerli all’asilo o a scuola, le gemme del Fico e del Mirtillo rosso servono invece per i disturbi al pancino, vie urinarie ed intestino.
Il dosaggio varia in base al preso corporeo e per abbassare il tenore alcolico di tali macerati, puoi aggiungerli ad una camomilla o ad un bicchiere di acqua caldi.

I commenti sono chiusi

Serve aiuto? Contattaci