Officinalis è un luogo dedicato a voi e al mondo delle piante, la nostra preziosa fonte di benessere.
en

Ansia…che fare?

Domani sera devo presentare una serata sulla depurazione e sui consigli per arrivare in perfetta forma alla “prova costume” ma non essendo un oratore, non parlando davanti ad una platea da tanti anni (da quando ho esposto la mia tesi all’università…), mi sento abbastanza agitato.

Il rimedio giusto per controllare maggiormente il mio stato d’animo e non farmi travolgere dall’ansia è sicuramente il Formula T dei Fiori Mediterranei. E’ una miscela di fiori di Bach specifica per la tranquillità che torna utile in tutte quelle situazioni di stress mentale che ci complicano la vita!

Ad una base di acqua e di alcool spagyrico circolato, vengono miscelati i seguenti fiori di Bach:

  • White Chestnut, che interrompe i pensieri ossessivi, il dialogo interiore logorante
  • Pine, per i sensi di colpa e l’autocritica che attanaglia la nostra mente
  • Agrimony, utile per il tormento interiore
  • Chicory, per lasciare andare e lasciarsi andare

E’ comoda l’assunzione in quanto la posologia è di 4 gocce dalle 4 alle 8 volte al giorno, in un po’ d’acqua o direttamente sotto la lingua; non succede nulla se esageriamo col dosaggio, tanto non va ad accumularsi  e sarebbe inutile abusarne perchè non ne verrebbe assorbito di più!

Sicuramente terrò a portata di mano anche il Rescue Remedy cioè il rimedio d’emergenza che invece risulta composto da:

  • Clematis, agisce contro la fuga dal presente
  • Impatiens, evita l’agitazione mentale
  • Rock Rose, contro le paure, il panico, il terrore
  • Cherry Plum, contro la paura di perdere il controllo
  • Star of Bethelhem, contro lo shock e lo stordimento

Bach formulò questa miscela per tutte quelle situazioni di emergenza, dove c’è bisogno di un intervento immediato e non è possibile scegliere approfonditamente il rimedio giusto.
Non deve quindi esser sostituito al fiore singolo o alla miscela di base, ma lo possiamo affiancare.
Si utilizza allo stesso modo del Formula T ma ad intervalli, tra una suzione e l’altra, anche brevi.

 

 

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Powered by Web Agency - Esc